DOSSIER
Dossier rottamazione cartelle di pagamento

Rottamazione 2018: come fare

Riapertura rottamazione: per tutti scadenza domanda 15 maggio 2018. Le novità dopo la conversione in legge del D.L. 148/2017.

Pubblicato il 5 dicembre 2017 i modelli DA 2000/2017 per l'adesione alla cd. rottamazione delle cartelle esattoriali. 

Una delle maggiori novità contenute nel collegato Fiscale alla Legge di Stabilità 2018 è la riapertura della cd. rottamazione delle cartelle esattoriali, introdotta lo scorso anno con il decreto fiscale 193/2016  collegato alla Legge di Stabilità 2017. 

Maggiori informazioni sulla
Rottamazione delle cartelle esattoriali

➤ Rassegna Stampa
➤ Approfondimenti
➤ Normativa / Circolari
FAQ 
➤ eBook e Fogli di calcolo

Il Collegato fiscale DL 148/2017 prevede:

  • l'estenzione della definizione agevolata dei carichi ai soggetti che sono decaduti dalla precedente edizione, evitando così di penalizzare con l’inefficacia della rottamazione stessa, i debitori che sono incorsi in errori, in disguidi o che non hanno versato le rate per tempo
  • la possibilità di rottamazione dei ruoli affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017
  • la possibilità di rottamare i debiti relativi ai carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 a condizione che non siano stati oggetto della vecchia rottamazione 2016. La riammissione è estesa anche ai contribuenti che non erano stati ammessi alla rottamazione a causa del mancato pagamento di tutte le rate scadute al 31 dicembre 2016 rientranti in piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016.

In sede di conversione del decreto legge è stata prevista una riammissione in termini per chi non aveva versato le rate 2017. Piu' nel dettaglio:

  • I termini per il pagamento delle rate in scadenza nei mesi di luglio e settembre 2017 vengono dal decreto legge spostati al 30 novembre 2017, e successivamente in sede di consersione del decreto legge tale data è ulteriormente slittata al 7 dicembre, includendo oltre alle rate di luglio e settembre la terza rata in scadenza del 30 novembre. La proroga è stata concessa... dopo la scadenza e pertanto la sua efficacia è abbastanza dubbia premiando solo i contribuenti distratti. 
  • Sempre relativamente ai piani di dilazione della prima rottamazione la quarta rata in scadenza il mese di aprile 2018 slitta al 31 luglio, resta ferma invece la scadenza della quinta e ultima rata fissata per il mese di settembre.
  • Per i carichi definibili compresi in piani di dilazione in corso alla data del 24 ottobre 2016, per i quali il debitore non è stato ammesso alla definizione agevolata per il mancato tempestivo pagamento di tutte le rate degli stessi piani scadute al 31 dicembre 2016, il medesimo debitore può accedere alla rottamazione provvedendo a:
    • Presentare entro il 15 maggio 2018  istanza  all’Agente della Riscossione;
    • Pagare le rate in un’unica soluzione entro il 31.07.2018 oppure in tre rate di pari importo pagate nei mesi di  ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019.

Nell’istanza il debitore deve indicare il numero di rate nel quale intende effettuare il pagamento delle somme.
Con la presentazione dell’istanza si producono gli effetti della rottamazione pertanto sono sospesi i termini di prescrizione e decadenza per il recupero dei carichi che sono oggetto di rottamazione.

Per i carichi compresi in piani di dilazione in essere alla data del 24 ottobre 2016, per i quali non risultano pagate tutte le rate degli stessi piani scadute al 31 dicembre 2016 l’agente della riscossione comunica al debitore:

  • entro il 30 giugno 2018, l’importo delle rate scadute al 31 dicembre 2016 e non pagate;
  •  entro il 30 settembre 2018, l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione, nonché delle relative rate e il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse

Come detto nel corso dell'articolo la definizione agevolata dei carichi pendenti, disciplina anche la rottamazione dei ruoli affidati agli agenti della riscossione dal 1°gennaio al 30 settembre 2017.  In questo caso il debitore deve manifestare all'Agente della riscossione la sua volontà di avvalersene rendendo un’apposita dichiarazione entro il 15 maggio 2018, con modalità esclusivamente telematiche.
Il pagamento delle somme dovute può essere effettuato in un numero massimo di cinque rate di uguale importo, da pagare, rispettivamente, nei mesi di:

  • luglio 2018,
  • settembre 2018,
  • ottobre 2018,
  • novembre 2018
  • febbraio 2019.

L'agente della riscossione:
a) entro il 31 marzo 2018, invia al debitore, con posta ordinaria, l’avviso con i carichi affidati dal 01.01.2017 al 30.09.2017 per i quali alla data del 31 dicembre 2017 risulta non ancora notificata la cartella di pagamento;
b) entro il 30 giugno 2018, comunica al debitore l’ammontare complessivo delle somme dovute per la definizione, delle relative rate con le rispettive scadenze.

A seguito della presentazione della dichiarazione per i debiti relativi ai carichi, che ne sono oggetto e fino alla scadenza della prima o unica rata delle somme dovute per la definizione, è sospeso il pagamento dei versamenti rateali, scadenti in data successiva alla stessa presentazione e relativi a precedenti dilazioni in essere alla medesima data.

La facoltà di definizione agevolata può essere esercitata senza che risultino adempiuti i versamenti relativi ai piani rateali in essere.

Si ricorda che aderendo alla procedura il contribuente può pagare solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi legali e di remunerazione del servizio di riscossione. Non sono dovute dunque le sanzioni, gli interessi di mora e le sanzioni e somme aggiuntive gravanti su crediti previdenziali

Ti segnaliamo i seguenti prodotti per aiutarti nelle valutazioni per la rottamazione delle cartelle:

Aggiornamento del 6 dicembre 2017

Speciali

Speciale del 07/12/2017
voucher-scadenza

Rottamazione cartelle esattoriali 2000-2017: ecco come fare

Rottamazione cartelle 2000-2017: cosa cambia dopo le modifiche introdotte dal collegato fiscale 2018. Dalla domanda di adesione alle rate: le novità
Speciale del 25/10/2017
LEGGE DI BILANCIO 2018 COLLEGATO

Collegato fiscale alla Manovra 2018: ecco le novità del decreto

Legge di stabilità 2018: tutte le novità in vigore nel decreto legge fiscale collegato
Speciale del 28/07/2017
definizione liti pendenti e sospensione istanza

Definizione liti pendenti: istanza di sospensione del processo in corso

Ecco il Fac-simile di istanza di sospensione del processo ex art. 11 DL 50/2017 e nuovi termini di impugnazione a seguito di sospensione

Rassegna Stampa

Rassegna stampa del 15/12/2017
Risparmio rottamazione

Rottamazione: i vantaggi di presentare la domanda di adesione

Sospensione dal pagamento del debito oggetto di rottamazione, sospensione termini di prescrizione e decadenza, impossibilità di avviare nuove azioni esecutive, blocco fermi e ipoteche
Rassegna stampa del 11/12/2017
COMUNI calcolo errato tari

Rottamazione per gli enti locali nel collegato fiscale 2018

Definizione agevolata anche per i tributi amministrati da Regioni, Provincie, Città metropolitane e Comuni non riscossi
Rassegna stampa del 07/12/2017
voucher-scadenza

Rottamazione: rata in scadenza oggi. Pubblicate le faq dell'Agenzia

Pubblicate dall'Agenzia delle Entrate-Riscossione dopo le novità introdotte alla definizione agevolata dal collegato fiscale 2018

Normativa

Normativa del 09/03/2017
rottamazione definizione agevolata cartelle equitalia chiarimenti

Rottamazione cartelle esattoriali: importanti chiarimenti dell'Agenzia

Importanti chiarimenti e indicazioni operative sulla disciplina della definizione agevolata introdotta dal Dl 193/2016, forniti con Circolare del 08.03.2017 n. 2
Normativa del 02/12/2016
decreto legge pubblicato in gazzetta ufficiale collegato legge bilancio

Decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017 in Gazzetta: ecco il testo

Pubblicato in GU il testo del decreto legge del 22.10.2016 n. 193 collegato alla legge di Bilancio 2017 coordinato con la legge di conversione del 1° dicembre 2016 n. 225

Domande e Risposte

Domanda e Risposta del 07/12/2017
STIPENDIO ASSEGNO

Rottamazione cartelle esattoriali: cosa succede dopo aver presentato la domanda?

Definizione agevolata dei carichi 2000-2017: i casi in cui i carichi siano affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017 e dal 2000 al 31 dicembre 2016
Domanda e Risposta del 07/12/2017
donare ai figli ingenti somme di denaro

Rottamazione cartelle 2017: quali sono le modalità di pagamento?

Ecco le modalità di pagamento con cui è possibile versare ai fini della definizione agevolata
Domanda e Risposta del 07/12/2017
voucher-scadenza

Rottamazione 2017: quali debiti rientrano nella definizione agevolata?

Definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione nel 2017: ecco quali rientrano nella rottamazione

ARTICOLI DAL BLOG