DOSSIER
Dichiarazione 730 dossier

Dichiarazione 730/2020

Tutto sulla Dichiarazione dei redditi 730 2020(Redditi 2019)

Sono già stati pubblicati dall'Agenzia delle Entrate il modello e le relative istruzioni del modello 730/2020. Vediamo le principali novità del modello dichiarativo 2019:

 Maggiori informazioni sul 730/2020

➤ Rassegna Stampa
 Approfondimenti
➤ Normativa / Circolari
➤ Domande e risposte
  • Estensione dell’utilizzo del 730 all’erede:
  • Nuovo limite reddituale per i figli a carico: per i figli di età non superiore a 24 anni, il limite di reddito complessivo per essere considerati a carico è elevato a 4.000 euro.
  • Impatriati: per i contribuenti che hanno trasferito la residenza in Italia dal 30 aprile 2019, i redditi da lavoro dipendente e assimilati concorrono alla formazione del reddito complessivo nella misura agevolata;
  • Detrazione per comparto sicurezza e difesa: al personale delle Forze di polizia e delle Forze armate, titolare di reddito complessivo di lavoro dipendente non superiore, in ciascun anno precedente, a 28.000 euro, è riconosciuta sul trattamento economico accessorio, comprensivo delle indennità di natura fissa e continuativa, una riduzione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali.
  • Detrazione per riscatto dei periodi non coperti da contribuzione (c.d. “pace contributiva”): l’onere sostenuto per il riscatto degli anni non coperti da contribuzione, può essere detratto dall’imposta lorda nella misura del 50% con una ripartizione in 5 quote annuali di pari importo nell’anno di sostenimento della spesa e in quelli successivi.
  • Detrazione per infrastrutture di ricarica: per le spese sostenute per l’acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica è previsto che l’onere sostenuto possa essere detratto dall’imposta lorda nella misura del 50% dell’ammontare delle spese sostenute fino a 3.000 euro, con una ripartizione in 10 rate annuali di pari importo.
  • Sport bonus: contribuenti identificati con il numero seriale indicato nella tabella A, allegata al decreto del 23 dicembre 2019, possono fruire di un credito d’imposta. Il credito d’imposta è pari al 65% delle somme erogate in favore degli enti gestori o proprietari di impianti sportivi pubblici ed è riconosciuto nel limite del 20% del reddito imponibile ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo.
  • Credito d’imposta per bonifica ambientale: per le erogazioni liberali in denaro effettuate per interventi su edifici e terreni pubblici, sulla base di progetti presentati dagli enti proprietari, ai fini della bonifica ambientale, compresa la rimozione dell’amianto dagli edifici, della prevenzione e del risanamento del dissesto idrogeologico, della realizzazione o della ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate e del recupero di aree dismesse di proprietà pubblica, spetta un credito d’imposta, nella misura del 65% delle erogazioni effettuate. Il credito d’imposta è riconosciuto nei limiti del 20% del reddito imponibile ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo.
  • Detrazione per spese di istruzione: per l’anno 2019 l’importo massimo annuo delle spese per cui si può fruire della detrazione è pari a 800 euro.
  • Scheda per la scelta della destinazione dell’8 per mille dell’IRPEF: il contribuente può destinare l’otto per mille dell’Irpef allo Stato indicando una specifica finalità tra cinque distinte opzioni. 

Ti potrebbe interessare seguire le discussioni sul Forum nella sezione dedicata al Modello 730




Speciale del 29/06/2020

Dal 1 luglio la riduzione del cuneo fiscale: a chi spetta e quanto

Tutte le regole sull'applicazione del taglio del cuneo fiscale in busta paga (ex bonus Renzi) per 16 mil di contribuenti scatta il 1 luglio 2020
Speciale del 25/06/2020

Abbonamento trasporto pubblico 2019 nella dichiarazione 2020

Detrazione al 19% nella dichiarazione dei redditi delle spese per l'abbonamento trasporto pubblico. Tutto ciò che c'è da sapere
Rassegna stampa del 19/06/2020

Annullare l'invio del 730: si può fino al 22 giugno

Per annullare un 730 inviato è possibile procedere entro il 22 giugno. Per un nuovo invio bisognerà aspettare 24/48 ore
Domanda e Risposta del 17/06/2020

Contributi colf: è possibile la detrazione?

Le regole per la deducibilità dei contributi previdenziali per i lavoratori domestici e badanti a carico del datore di lavoro
Rassegna stampa del 16/06/2020

Titolari di pensione estera ed imposta sostitutiva nel modello redditi 2020

Pensioni estere ecco come vanno inserite in dichiarazione dei redditi 2020
Rassegna stampa del 16/06/2020

Borse di studio: chiarimenti dell'Agenzia sull'imponibilità

Regime fiscale per borse di studio estere per attività di ricerca: le indicazioni negli Interpelli n. 171 e 173 dell'Agenzia delle Entrate del 9 giugno 2020
Speciale del 10/06/2020

Credito imposta negoziazione e arbitrato:come fruirne nella dichiarazione 2020

Come fruire del credito d'imposta per spese di negoziazione e arbitrato nella dichiarazione dei redditi o nel 730/2020
Rassegna stampa del 10/06/2020

Dichiarazione redditi 2020 e Credito d'imposta canoni di locazione non percepiti

Credito d’imposta per canoni di locazione non percepiti nella dichiarazione dei redditi 2020 riferita al periodo d'imposta 2019. Come fare
Rassegna stampa del 10/06/2020

Credito d'imposta APE nella dichiarazione dei redditi 2020

Dichiarazione dei redditi 2020: come fruire del credito d'imposta per l'anticipo finanziario a garanzia pensionistica
Rassegna stampa del 10/06/2020

Credito d'imposta per l'incremento dell'occupazione nella dichiarazione 2020

Dichiarazione dei redditi 2020: come beneficiare del residuo del credito d'imposta per l'incremento dell'occupazione

Prodotti consigliati per te

799,00 € + IVA
599,00 € + IVA
599,00 € + IVA
399,00 € + IVA
 
18,62 € + IVA
 
17,58 € + IVA