DOSSIER
dossier_affitti_2

Cedolare Secca 2018

La cedolare secca sugli affitti può essere molto conveniente ma necessita di alcuni adempimenti: tutte le informazioni in questo dossier!

La cedolare secca è un regime facoltativo che consente di sostituire l’irpef e le relative addizionali, l’imposta di registro e l’imposta di bollo con il pagamento di un’imposta sostitutiva. Questa facoltà riguarda le persone fisiche, titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento di un immobile che danno in locazione fuori dall’esercizio di attività di impresa, arti e professioni. Nel caso in cui il locatore opti per la cedolare secca:

  • il locatore applica sul totale dei canoni di locazione un’imposta sostitutiva;
  • i redditi da locazione non sono più rilevanti ai fini Irpef (ma vanno comunque indicati in dichiarazione ai fini del riconoscimento di benefici collegati al possesso di requisiti reddituali; come per esempio la determinazione dell’Isee). 

    Maggiori informazioni sulla
    Cedolare secca 2018

    ➤ Rassegna Stampa
    ➤ Approfondimenti
    ➤ Normativa / Circolari
    ➤ Guide PDF e Tool

Gli elementi qualificanti della cedolare secca sono:

1)L'aliquota della cedolare secca è del 21% per i contratti ordinari e del 10% per i contratti a canone concordato. La Legge di Bilancio 2018 ha prorogato l'aliquota ridotta del 10% per i canoni concordato per il biennio 2018-2019.
2) Gli immobili che possono usufruire della cedolare secca sono quelli appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (escluso A10) locate ad uso abitativo e le relative pertinenze:
• locate congiuntamente all’abitazione,
• locate con contratto separato se nel contratto di locazione della pertinenza si fa riferimento a quello dell’immobile abitativo e sia evidenziato il vincolo pertinenziale.
3) L'opzione della cedolare secca riguarda l’intero periodo di durata del contratto (o della proroga) o, nei se l’opzione è già stata esercitata nelle annualità successive alla prima, per  periodo di durata residua del contratto. In ogni caso il locatore ha diritto di revoca dell'opzione da effettuarsi entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità precedente, versando l’imposta di registro.

Importante novità è la possibilità di usufruire della cedolare secca anche per le locazioni brevi, quelle cioè di durata non superiore a 30 giorni per immobili locati in Italia fuori dall'esercizio di impresa.

In questo Dossier raccogliamo la normativa, gli approfondimenti e le news sulla cedolare secca. Seguilo sempre!

Segui il dossier Locazione immobili 2018




Rassegna stampa del 30/11/2018
contabilità

Secondo acconto imposte: scadenza oggi 30 novembre 2018

Ecco come determinare il secondo acconto dell’Irpef, Ires, Irap, Minimi, Forfetari, Cedolare secca, Ivie ed Ivafe.
Rassegna stampa del 06/11/2018
Cedolare secca

Cedolare secca per case subaffittate a studenti

Immobili abitativi dati a disposizione dei comuni: l’Agenzia chiarisce dubbi interpretativi della cedolare secca
Rassegna stampa del 05/11/2018
Cedolare secca

Cedolare secca per gli immobili commerciali nella Legge di bilancio 2019

Legge di stabilità 2019: prevista la cedolare secca al 21% anche per gli immobili ad uso commerciale
Rassegna stampa del 16/10/2018
governo legge di bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019: il Consiglio dei Ministri ha approvato il DDL

Nel disegno di legge confermato il reddito di cittadinanza, flat tax al 15% e Ires al 15% per gli utili reinvestiti.
Rassegna stampa del 20/08/2018
calendario

Lunedì 20 agosto 2018: ecco le scadenze di oggi

IRPEF, IRES, IVA, IRAP, IVIE, IVAFE, cedolare secca, imposta sostitutiva: ecco tutti i versamenti da effettuare entro oggi
Rassegna stampa del 23/04/2018
locazione canone concordato attestazione obbligatoria

Locazione a canone concordato non assistita: attestazione obbligatoria

L'attestazione deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Rassegna stampa del 30/03/2018
locazione e affitto - imposta di registro e registrazione contratto

Contratti di locazione: registrazione e versamento imposta di registro

Il 3 aprile 2018 scade il termine per la registrazione e il versamento dell'imposta di registro sui contratti di locazione stipulati in data 01.03.2018 o rinnovati tacitamente a decorrere da tale data
Speciale del 20/02/2018
Cedolare secca

Cedolare secca 2017 2018: riepilogo sull'opzione

Novità, ambito di applicazione, aliquota e base imponibile, risoluzione e proroghe: guida alla cedolare secca dopo le novità 2017 2018
Speciale del 20/02/2018
locazioni_brevi

Dichiarazione dei redditi 2018: la novità delle locazioni brevi

Locazioni brevi: cosa sono, che regime fiscale seguono, comunicazione dei dati, ritenute. Come indicare gli affitti brevi nella dichiarazione
Rassegna stampa del 16/10/2017
Monete

Affitti brevi: entro oggi 16 ottobre va versata la ritenuta

Affitti turistici 2017: ritenuta d'acconto entro il 16 ottobre 2017 per gli intermediari immobiliari