DOSSIER
Modello iva 2018 scadenze adempimenti dossier

Dichiarazione Iva 2019

Dichiarazione IVA 2019: pubblicato il modello

I modelli di dichiarazione IVA 2019 e le relative istruzioni sono stati approvati dal Direttore dell'Agenzia delle Entrate il 15 Gennaio 2019. Il modello deve essere presentato nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 30 aprile 2019. Le dichiarazioni presentate entro 90 giorni dalla scadenza dei suddetti termini sono valide, salvo l’applicazione delle sanzioni previste dalla legge. Quelle presentate, invece, con ritardo superiore a 90 giorni si considerano omesse, ma costituiscono titolo per la riscossione dell’imposta che ne risulti dovuta.

Ecco le principali novità suddivise per quadro:

Maggiori informazioni sulla
Dichiarazione IVA 2019

➤ Rassegna Stampa
➤ Approfondimenti
➤ Normativa / Circolari
FAQ
  • QUADRO VA: nella sezione 2 è stato introdotto il rigo VA16 riservato ai contribuenti che a partire dal 1° gennaio 2019 partecipano a un Gruppo IVA di cui agli artt. 70-bis e seguenti. La casella 1 deve essere barrata per comunicare che si tratta dell’ultima dichiarazione annuale IVA precedente l’ingresso nel Gruppo IVA.
  • QUADRO VX Nel rigo VX2 è stato inserito il campo 2, riservato ai soggetti che a partire dal 1° gennaio 2019 partecipano a un Gruppo IVA di cui agli artt. 70-bis e seguenti. Nel nuovo campo va indicata la parte dell’eccedenza detraibile risultante dalla dichiarazione, pari all’ammontare dei versamenti IVA effettuati con riferimento al 2018, che deve essere trasferita al Gruppo IVA dal 1° gennaio 2019.
  • QUADRO VO Nel rigo VO34 è stata inserita la casella 3. La nuova casella deve essere barrata dai contribuenti che avendo optato, ai sensi dell’articolo 10, comma 12-undecies, del decreto-legge n. 192 del 2014, nel corso del 2015 per l’applicazione del regime fiscale di vantaggio di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, del decreto-legge n. 98 del 2011, revocano la scelta effettuata e accedono, dal 2018, al regime forfetario di cui all’articolo 1, commi da 54 a 89, della legge n. 190 del 2014.
  • QUADRO VG Nella sezione 1, righi da VG2 a VG4, è stata introdotta la casella 7 “Soggetto estero”. Nella sezione 2 è stata introdotta la casella 6 “Soggetto estero”. Le nuove caselle devono essere barrate nel caso in cui il soggetto non residente che detiene il controllo sia privo di una posizione IVA nel territorio dello Stato.
  • Prospetto IVA 26/PR Nel quadro VY, rigo VY2, è stato inserito il campo 2, riservato ai soggetti che a partire dal 1° gennaio 2019 partecipano a un Gruppo IVA di cui agli artt. 70-bis e seguenti. Nel nuovo campo va indicata la parte dell’eccedenza detraibile risultante dal prospetto, pari all’ammontare dei versamenti IVA effettuati con riferimento al 2018, che deve essere trasferita dalla controllante al Gruppo IVA dal 1° gennaio 2019. Nel rigo VY4 è stato introdotto il nuovo campo 3 “Gruppo IVA art. 70-bis”. La casella del predetto campo deve essere barrata dalla controllante che a partire dal 1° gennaio 2019 partecipa a un Gruppo IVA di cui agli artt. 70-bis e seguenti e intende chiedere a rimborso la parte dell’eccedenza detraibile risultante dal presente prospetto, per la quota che non deve essere trasferita al Gruppo medesimo.




Normativa del 12/02/2019

Telefisco 2019: le risposte fornite ai quesiti

I chiarimenti forniti dal MEF in occasione di Telefisco 2019, in materia di tributi locali (IMU, Imposta di pubblicità e TARI) e contenzioso tributario
Rassegna stampa del 05/02/2019

Modello di dichiarazione IVA 2019: tutte le novità

Novità nel modello di dichiarazione IVA 2019: molte le modifiche per la disciplina del Gruppo IVA. Scadenza al 30 aprile.
Rassegna stampa del 18/12/2018

Dichiarazioni IVA: alert in caso di anomalie

Anomalie tra il volume d’affari dichiarato dai contribuenti e l’importo delle operazioni comunicate dai contribuenti e dai loro clienti
Rassegna stampa del 07/09/2018

Incongruenze tra Spesometro e Dichiarazione Iva: lettere di compliance in arrivo

A settembre nuove lettere di compliance dell'Agenzia, per la promozione dell’adempimento spontaneo, se c'è incongruenza riscontrata dall'incrocio di dati tra spesometro e dichiarazioni IVA
Rassegna stampa del 02/08/2018

Versamenti e adempimenti fiscali: arriva la sospensione estiva

Come ogni anno, pausa estiva anche per gli adempimenti fiscali e i versamenti delle imposte effettuati mediante F24 che scadono dal 1º al 20 agosto, con il differimento dei termini al 20 agosto
Domanda e Risposta del 28/06/2018

Cosa succede se non è stata presentata la Dichiarazione Iva 2018?

Dichiarazione Iva 2018 non presentata: possibile fare il ravvedimento?
Rassegna stampa del 28/06/2018

Dichiarazioni Iva 2018 incomplete o non presentate: ecco come mettersi in regola

Dichiarazioni Iva 2018 incomplete o non ancora presentate. In arrivo le comunicazioni delle Entrate
Normativa del 27/06/2018

Mancata presentazione Dichiarazione Iva anno 2017: come regolarizzarsi

Chi non ha trasmesso la dichiarazione Iva per il 2017 può mettersi in regola presentandola entro il prossimo 30 luglio, versando le sanzioni in misura ridotta (ravvedimento operoso)
Speciale del 16/05/2018

Dichiarazioni dei redditi 2018: il calendario delle scadenze

Un riepilogo di tutte le scadenze per le dichiarazioni dei redditi, Iva, Irap e 770 2018.
Rassegna stampa del 26/04/2018

Dichiarazione IVA 2018: presentazione entro lunedì 30 aprile

Scade lunedì 30 aprile 2018 il termine ultimo per la trasmissione della dichiarazione Iva 2018, i soggetti obbligati, le modalità di presentazione e di versamento del saldo Iva