IN PRIMO PIANO:

Tosap - Cosap - Tarsu - Tasse varie


Speciali del 05/12/2011

Manovra Monti: le principali misure fiscali

Approvata ieri sera la Manovra Monti, che prevede un nutrito pacchetto di misure fiscali volte a “salvare l’Italia”. Ecco una sintesi delle principali novità in tema di Iva, Ici, rivalutazione rendite catastali, superbollo beni di lusso e agevolazioni fiscali

Approvata ieri sera la Manovra Monti, che prevede un nutrito pacchetto di misure fiscali volte a “salvare l’Italia”. Ecco una sintesi delle principali novità in tema di Iva, Ici, rivalutazione rendite catastali, superbollo beni di lusso e agevolazioni fiscali

Rassegna Stampa del 30/11/2011

Veicoli storici: l’attestazione vale per l’esenzione

I veicoli storici non specificatamente individuati possono ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica se in possesso di un’attestazione dell’Asi o della Fmi

I veicoli storici non specificatamente individuati possono ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica se in possesso di un’attestazione dell’Asi o della Fmi

Rassegna Stampa del 09/11/2011

Super bollo per le auto di lusso: i chiarimenti in una circolare delle Entrate

Il super bollo e le indicazioni per la scadenza di domani 10 novembre 2011

Il super bollo e le indicazioni per la scadenza di domani 10 novembre 2011

Rassegna Stampa del 08/11/2011

Super bollo per le auto di lusso entro il 10.11.2011

Entro il 10.11.2011 scade il per pagamento del super bollo per le auto potenti

Entro il 10.11.2011 scade il per pagamento del super bollo per le auto potenti

Normativa del 08/11/2011

Superbollo e nuovi chiarimenti dell'Agenzia

L'Agenzia delle Entrate con Circolare dell' 8/11/2011 n. 49 ha fornito alcuni chiarimenti in ordine ai soggetti tenuti al pagamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica (c.d. superbollo) ed alle relative modalità di pagamento.

L'Agenzia delle Entrate con Circolare dell' 8/11/2011 n. 49 ha fornito alcuni chiarimenti in ordine ai soggetti tenuti al pagamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica (c.d. superbollo) ed alle relative modalità di pagamento.

Rassegna Stampa del 21/10/2011

Superbollo per le auto: istituiti i codici tributo per il versamento

Arrivano i codici tributo per il “superbollo” delle auto di grossa cilindrata

Arrivano i codici tributo per il “superbollo” delle auto di grossa cilindrata

Normativa del 20/10/2011

Addizionale erariale alla Tassa automobilistica - Istituzione dei codici tributo

Istituzione dei codici tributo per il versamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica (c.d. superbollo), tramite modello "F24 Versamenti con elementi identificativi”, entro il 10 novembre 2011; istituiti con Risoluzione dell'Agenzia n. 101/E del 20/10/2011

Istituzione dei codici tributo per il versamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica (c.d. superbollo), tramite modello "F24 Versamenti con elementi identificativi”, entro il 10 novembre 2011; istituiti con Risoluzione dell'Agenzia n. 101/E del 20/10/2011

Rassegna Stampa del 13/10/2011

Superbollo per le auto potenti da versare entro il 10 novembre 2011

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dell’Economia n. 237 del 7 ottobre 2011 che individua le modalità di pagamento del superbollo per le auto potenti

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dell’Economia n. 237 del 7 ottobre 2011 che individua le modalità di pagamento del superbollo per le auto potenti

Speciali del 09/12/2010

Tributo Provinciale TEFA per la tutela, protezione ed igiene dell'ambiente: inapplicabilità per gli anni 2006-2007

Il tributo provinciale “TEFA” istituito dall’ art. 19 D.Lgs. 504/1992 e abolito con il D. Lgs. 152/2006, Codice Ambientale, è stato ripristinato soltanto con il D.Lgs. 4/2008 entrato in vigore il 13/02/2008. Secondo la Corte dei Conti, sezione del Piemonte e la Commissione Tributaria di Latina ciò comporta la sua inapplicabilità per “inesistenza giuridica” nel periodo di transizione tra le due norme.

Il tributo provinciale “TEFA” istituito dall’ art. 19 D.Lgs. 504/1992 e abolito con il D. Lgs. 152/2006, Codice Ambientale, è stato ripristinato soltanto con il D.Lgs. 4/2008 entrato in vigore il 13/02/2008. Secondo la Corte dei Conti, sezione del Piemonte e la Commissione Tributaria di Latina ciò comporta la sua inapplicabilità per “inesistenza giuridica” nel periodo di transizione tra le due norme.

Speciali del 31/03/2010

Tarsu: tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani

La tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), è prevista dal D.Lgs. n. 507 del 15 novembre 1993, con la quale si paga il servizio di smaltimento dei rifiuti effettuato dal Comune. La tassa è dovuta da chiunque occupa o utilizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso (sono escluse le aree comuni del condominio, le aree scoperte di pertinenza o accessorie di abitazioni civili, le aree a verde e gli spazi di manovra delle aree commerciali).
La tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), è prevista dal D.Lgs. n. 507 del 15 novembre 1993, con la quale si paga il servizio di smaltimento dei rifiuti effettuato dal Comune. La tassa è dovuta da chiunque occupa o utilizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso (sono escluse le aree comuni del condominio, le aree scoperte di pertinenza o accessorie di abitazioni civili, le aree a verde e gli spazi di manovra delle aree commerciali).

FISCO