IVA – Regime Note Accredito Iva su procedure concorsuali dall’ 1.1.2017

di Sergio Massa CommentaIn Iva

Retromarcia del fisco sul regime delle Note d’Accredito Iva su procedure concorsuali dall’ 1.1.2017.

Quanto emettere la nota di credito in caso di

  • Fallimento
  • Concordato Preventivo
  • Accordi di ristrutturazione e piani di risanamento
  • Procedure esecutive infruttuose

La legge di Stabilità 2016 appena un anno fa, aveva consentito la possibilita’ di recupero dell’Iva fin dall’inizio della procedura concorsuale. Ora si torna al passato e di seguito vi riepiloghiamo le varie casistiche.

Fallimento: si torna al vecchio regime, di conseguenza è nuovamente necessario, per poter recuperare l’Iva non riscossa, che il creditore venga ammesso allo stato passivo esecutivo, previa presentazione dell’apposita domanda di insinuazione. Pertanto, qualora venga dichiarato il fallimento del debitore, l’emissione della Nota di Credito per il recupero dell’Iva può essere effettuata soltanto dopo che il piano di ripartizione finale dell’attivo sia divenuto definitivo o, in assenza dello stesso, a chiusura della procedura fallimentare.

Concordato preventivo : Il principale chiarimento dell’Agenzia delle Entrate in occasione di Telefisco riguarda l’individuazione del momento a partire dal quale è possibile emettere la nota di credito nell’ipotesi di assoggettamento del debitore alla procedura di concordato preventivo; la nota di credito IVA può essere emessa soltanto quando è definitivamente accertata l’infruttuosità della procedura concorsuale: non è, pertanto, sufficiente riferirsi al solo decreto di omologazione, che a norma dell’art. 181 L. fall. chiude formalmente la procedura, essendo, invece, necessario considerare anche il momento in cui risultano adempiuti, da parte del debitore, gli obblighi assunti nel concordato preventivo. Ne consegue che, in caso di inadempimento degli obblighi da parte del debitore, qualora sia dichiarato fallimento, la NC Iva potrà essere emessa solo dopo che il piano di riparto dell’attivo sarà divenuto definitivo, ovvero, in assenza di piano, alla chiusura della procedura fallimentare.

Accordi di ristrutturazione e piani di risanamento

Ancora nessun chiarimento, invece, per le note di variazione IVA emesse dai creditori “falcidiati” a seguito dell’accordo di ristrutturazione dei debiti omologato (art. 182-bis del RD 267/42) e del piano attestato di risanamento pubblicato presso il Registro delle imprese (art. 67 comma 3 lett. d) L. fall.), la cui registrazione obbligatoria, da parte dell’originario cessionario o committente, comporta, pertanto, l’emersione di un debito IVA, da assolvere nei modi ordinari.

Procedure esecutive infruttuose

La NC può essere emessa qualora il mancato pagamento sia avvenuto a causa di procedure esecutive individuali rimaste infruttuose.  Il c. 12 dell’articolo 26/633 stabilisce che una procedura esecutiva individuale si considera “in ogni caso” infruttuosa:

·       in presenza di un pignoramento presso terzi, se dal verbale  redatto dall’ufficiale giudiziario risulti che presso il terzo pignorato non vi sono beni o crediti da pignorare;

·       in presenza di pignoramento di beni mobili, se dal verbale  redatto dall’ufficiale giudiziario risulti la mancanza di beni da pignorare o l’impossibilità di accesso al domicilio del debitore o la sua irreperibilità;

·       quando dopo tre volte che l’asta per la vendita del bene pignorato è andata deserta, il creditore decida di interrompere la procedura esecutiva per eccessiva onerosità. In questo caso e’ utile una lettera del legale che consiglia l’abbandono del recupero.

 


Autore dell'articolo
identicon

Sergio Massa

Dott. Sergio Massa, iscritto all'Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna col n. 214/A, Revisore Svolge attività di consulenza nei confronti di societa', imprese e professionisti in materia contabile, amministrativa, tributaria e societaria, contenzioso tributario,revisione società, procedure concorsuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *