IN PRIMO PIANO:

Versamenti delle Imposte


Speciali del 18/11/2011

EDITORIALE: La settimana fiscale in breve dal 14 al 18 novembre 2011

Le principali novità fiscali della settimana che si chiude il 18 novembre 2011: la Legge di Stabilità per il 2012 - lo Statuto delle imprese - on line il software "Redditest" del nuovo redditometro - il Modello F24 anche per i pagamenti delle imposte indirette - PEC entro il 29.11.2011 - provvedimento dell'Agenzia sulla comunicazione relativa ai beni dell'impresa concessi in uso a soci

Le principali novità fiscali della settimana che si chiude il 18 novembre 2011: la Legge di Stabilità per il 2012 - lo Statuto delle imprese - on line il software "Redditest" del nuovo redditometro - il Modello F24 anche per i pagamenti delle imposte indirette - PEC entro il 29.11.2011 - provvedimento dell'Agenzia sulla comunicazione relativa ai beni dell'impresa concessi in uso a soci

Speciali del 27/10/2011

Interessi di mora in discesa, il nuovo tasso passa al 5,0243%

È stato fissato al 5,0243% il nuovo tasso degli interessi di mora, che i contribuenti devono versare quando pagano in ritardo le cartelle. La nuova misura ha effetto a partire dal 1° ottobre 2011, e favorisce le imprese ed i professionisti che, in questo particolare momento di crisi, potrebbero avere difficoltà a pagare le somme iscritte a ruolo.

È stato fissato al 5,0243% il nuovo tasso degli interessi di mora, che i contribuenti devono versare quando pagano in ritardo le cartelle. La nuova misura ha effetto a partire dal 1° ottobre 2011, e favorisce le imprese ed i professionisti che, in questo particolare momento di crisi, potrebbero avere difficoltà a pagare le somme iscritte a ruolo.

Speciali del 04/07/2011

Sì al rimborso della concessione governativa senza iscrizione del credito in bilancio - Corte di Cassazione, sent. n. 13086/2011

Spetta il rimborso della concessione governativa alla società in liquidazione, anche se non ha evidenziato il credito nel bilancio finale, per effetto della Direttiva n. 335 del 1969, direttamente esecutiva negli stati membri dell’Unione Europea. Questo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 13086 del 15 Giugno 2011.

Spetta il rimborso della concessione governativa alla società in liquidazione, anche se non ha evidenziato il credito nel bilancio finale, per effetto della Direttiva n. 335 del 1969, direttamente esecutiva negli stati membri dell’Unione Europea. Questo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 13086 del 15 Giugno 2011.

Speciali del 30/06/2011

Il versamento dell’acconto della cedolare secca per il 2011

Entro il 6 luglio 2011 il versamento della 1° rata d’acconto della cedolare secca

Entro il 6 luglio 2011 il versamento della 1° rata d’acconto della cedolare secca

Speciali del 27/05/2011

Notaio responsabile solidale dell’imposta di registro sull' aumento di capitale

Il notaio rogante è responsabile in solido con l’azienda per il versamento dell’imposta di registro sugli aumenti di capitale in natura, (art. 27 DPR 131/86 :”l'atto di conferimento è soggetto all'imposta principale nella misura indicata in tariffa con obbligo solidale del notaio rogante”). In accordo con le raccomandazioni della Corte di Giustizia Europea la Cassazione sottolinea che per la riscossione è necessario che il conferimento sia certo. Questo il contenuto della sentenza della Corte di Cassazione n. 6606 del 23 Marzo 2011.

Il notaio rogante è responsabile in solido con l’azienda per il versamento dell’imposta di registro sugli aumenti di capitale in natura, (art. 27 DPR 131/86 :”l'atto di conferimento è soggetto all'imposta principale nella misura indicata in tariffa con obbligo solidale del notaio rogante”). In accordo con le raccomandazioni della Corte di Giustizia Europea la Cassazione sottolinea che per la riscossione è necessario che il conferimento sia certo. Questo il contenuto della sentenza della Corte di Cassazione n. 6606 del 23 Marzo 2011.

Speciali del 12/05/2011

Direttiva 12 di Equitalia: ecco come si proroga la rateazione delle cartelle

I contribuenti in difficoltà con le rate della cartella esattoriale, possono allungare il periodo di rateazione precedentemente concesso, fino ad un massimo di 72 rate, purché dimostrino di aver subito un peggioramento della loro situazione economica. Lo ha previsto il decreto Milleproroghe e ora Equitalia, con la direttiva n. 12/2011, detta le istruzioni operative per l'istanza.

I contribuenti in difficoltà con le rate della cartella esattoriale, possono allungare il periodo di rateazione precedentemente concesso, fino ad un massimo di 72 rate, purché dimostrino di aver subito un peggioramento della loro situazione economica. Lo ha previsto il decreto Milleproroghe e ora Equitalia, con la direttiva n. 12/2011, detta le istruzioni operative per l'istanza.

Speciali del 22/02/2011

Compensazione crediti in presenza di cartelle esattoriali non pagate

La Manovra correttiva (DL 78/2010) ha previsto la preclusione alla compensazione dei crediti erariali in presenza di debiti erariali iscritti a ruolo (cartelle di pagamento) di ammontare superiore a 1.500 euro, per i quali è scaduto il termine di pagamento; Pubblicato Decreto attuativo e Istituzione del Codice Tributo

La Manovra correttiva (DL 78/2010) ha previsto la preclusione alla compensazione dei crediti erariali in presenza di debiti erariali iscritti a ruolo (cartelle di pagamento) di ammontare superiore a 1.500 euro, per i quali è scaduto il termine di pagamento; Pubblicato Decreto attuativo e Istituzione del Codice Tributo

Speciali del 06/12/2010

Cartella esattoriale di pagamento Equitalia: debiti iscritti a ruolo

In che cosa consiste la cartella esattoriale di pagamento di Equitalia, le modalità di pagamento e come opporsi ai debiti iscritti a ruolo
In che cosa consiste la cartella esattoriale di pagamento di Equitalia, le modalità di pagamento e come opporsi ai debiti iscritti a ruolo

FISCO