IN PRIMO PIANO:

Imposta di registro


Rassegna Stampa del 02/09/2014

Legittimazione del possesso di terre civiche con indennità senza imposte indirette

Gli atti costitutivi di diritti reali o traslativi della proprietà di beni immobili stipulati a titolo oneroso sono esenti dalle imposte indirette

Gli atti costitutivi di diritti reali o traslativi della proprietà di beni immobili stipulati a titolo oneroso sono esenti dalle imposte indirette

Speciali del 06/08/2014

Gli immobili situati all'estero e le imposte sui trasferimenti

Cedere un immobile situato all’estero: quali imposte? La crescente frequenza con la quale soggetti italiani – imprese e privati – acquistano immobili all’estero ci suggerisce l’esame della normativa a cui sono sottoposti detti immobili nel caso di trasferimento anche alla luce delle recenti modifiche normative.

Cedere un immobile situato all’estero: quali imposte? La crescente frequenza con la quale soggetti italiani – imprese e privati – acquistano immobili all’estero ci suggerisce l’esame della normativa a cui sono sottoposti detti immobili nel caso di trasferimento anche alla luce delle recenti modifiche normative.

Normativa del 10/07/2014

Accertamento: legittimo l'utilizzo del valore di mercato determinato ai fini dell'imposta di registro

Il valore di mercato determinato in via definitiva (anche in sede di adesione piuttosto che di conciliazione) ai fini dell'imposta di registro può essere legittimamente utilizzato dall'amministrazione finanziaria come presunzione qualificata, dotata dei requisiti di gravità e precisione, in materia di accertamento delle imposte sui redditi, sia in capo al venditore per determinare la plusvalenza realizzata; Corte di Cassazione con sentenza n. 12462 del 4 giugno 2014

Il valore di mercato determinato in via definitiva (anche in sede di adesione piuttosto che di conciliazione) ai fini dell'imposta di registro può essere legittimamente utilizzato dall'amministrazione finanziaria come presunzione qualificata, dotata dei requisiti di gravità e precisione, in materia di accertamento delle imposte sui redditi, sia in capo al venditore per determinare la plusvalenza realizzata; Corte di Cassazione con sentenza n. 12462 del 4 giugno 2014

Speciali del 10/07/2014

Accertamento imposte dirette: legittimo l'utilizzo del valore determinato nell'ambito dell'imposta di registro

La Cassazione ha più volte affermato che in tema di accertamento del reddito d'impresa (ma il discorso vale anche per i redditi diversi ex art. 67 del TUIR) il valore di mercato determinato in via definitiva in sede di applicazione dell'imposta di registro può essere utilizzato dall'amministrazione finanziaria come dato idoneo ad accertare una plusvalenza patrimoniale, restando a carico del contribuente l'onere di superare la presunzione di corrispondenza tra il valore di mercato e il prezzo incassato mediante la prova, desumibile dalle scritture contabili o da altri elementi, di avere in concreto venduto ad un prezzo inferiore.

La Cassazione ha più volte affermato che in tema di accertamento del reddito d'impresa (ma il discorso vale anche per i redditi diversi ex art. 67 del TUIR) il valore di mercato determinato in via definitiva in sede di applicazione dell'imposta di registro può essere utilizzato dall'amministrazione finanziaria come dato idoneo ad accertare una plusvalenza patrimoniale, restando a carico del contribuente l'onere di superare la presunzione di corrispondenza tra il valore di mercato e il prezzo incassato mediante la prova, desumibile dalle scritture contabili o da altri elementi, di avere in concreto venduto ad un prezzo inferiore.

Rassegna Stampa del 23/06/2014

Atti di affrancazione di terre civiche, esenzione dall'imposta di registro

Per gli atti di affrancazione di terre gravate da uso civico non opera, ai fini dell’imposta di registro, il regime di soppressione delle agevolazioni

Per gli atti di affrancazione di terre gravate da uso civico non opera, ai fini dell’imposta di registro, il regime di soppressione delle agevolazioni

Rassegna Stampa del 12/06/2014

Sisma d'Abruzzo, ok all'esenzione dalle imposte di registro e ipocatastali

Per le popolazioni dell’Abruzzo colpite dal sisma del 2009 resta valida l'esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale per l'acquisto di un immobile sostitutivo di quello distrutto

Per le popolazioni dell’Abruzzo colpite dal sisma del 2009 resta valida l'esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale per l'acquisto di un immobile sostitutivo di quello distrutto

Domande e Risposte del 03/06/2014

In quale forma va stipulato il contratto di comodato?

Il contratto di comodato d'uso può avere forma verbale o scritta

Il contratto di comodato d'uso può avere forma verbale o scritta

Domande e Risposte del 03/06/2014

Come si registra il contratto di comodato d'uso di un immobile fra privati ?

Regitrazione comodato d'uso presso qualsiasi ufficio delle Entrate con pagamento di bollo e imposta di registro

Regitrazione comodato d'uso presso qualsiasi ufficio delle Entrate con pagamento di bollo e imposta di registro

Rassegna Stampa del 21/05/2014

Cessione immobiliare con “prezzo-valore” anche se il corrispettivo è pagato dopo

Nel caso di pagamenti successivi rispetto all'atto di cessione di diritti immobiliari, l'obbligo di indicazione analitica delle modalità di pagamento è assolto se vengono forniti in atto gli elementi utili alla identificazione di quanto dovuto a saldo

Nel caso di pagamenti successivi rispetto all'atto di cessione di diritti immobiliari, l'obbligo di indicazione analitica delle modalità di pagamento è assolto se vengono forniti in atto gli elementi utili alla identificazione di quanto dovuto a saldo

Normativa del 21/05/2014

Compravendita immobiliare: applicabilità del criterio del prezzo-valore

Chiarimenti in merito alla possibilità di applicare le regole del "prezzo-valore" per la determinazione della base imponibile delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in relazione ad un atto di compravendita immobiliare, per il quale i contraenti convengono che una parte del prezzo dell’immobile venga corrisposto in data successiva alla stipula dell’atto; Risoluzione del 20.05.2014 n. 53
Chiarimenti in merito alla possibilità di applicare le regole del "prezzo-valore" per la determinazione della base imponibile delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in relazione ad un atto di compravendita immobiliare, per il quale i contraenti convengono che una parte del prezzo dell’immobile venga corrisposto in data successiva alla stipula dell’atto; Risoluzione del 20.05.2014 n. 53

FISCO