ponte Morandi Genova sospensione termini adempimenti tributari

Rassegna stampa Pubblicato il 16/11/2018

Decreto Genova: ecco tutte le agevolazioni

Previste una serie di agevolazioni fiscali per i soggetti colpiti dal crollo del ponte Morandi

Ieri, 15.11.2018, è stato approvato il c.d. Decreto Genova (D.l. 109/2018) che prevede:

  • specifiche misure per far fronte all’emergenza del crollo del ponte Morandi a Genova, avvenuto lo scorso 14 agosto;
  • disposizioni relative ai territori colpiti dal terremoto nel 2016 e 2017 (Italia centrale e alcuni comuni dell’isola di Ischia);
  • altre misure finalizzate a garantire la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti.

Per Genova:

  • esenzione (a decorrere dall’anno in corso fino al 31.12.2020) dall’ Irpef, Ires, Irap, Imu e Tasi per i fabbricati oggetto di ordinanze di sgombero adottate a  seguito  dell'evento;
  • esenzione dalle imposte dirette e dall’Irap per i contributi, gli indennizzi e i risarcimenti ottenuti da privati (proprietari o  titolari  di  diritti  di godimento o residenti o domiciliati o che hanno sede o unità  locali in  immobili  che  abbiano  subito  danni  direttamente   conseguenti all'evento, verificati con  perizia  asseverata) a seguito del crollo del ponte Morandi;
  • esenzione dall’imposta di bollo e dall’imposta di registro per le istanze, i contratti e i documenti presentati alla Pubblica amministrazione fino al 31 dicembre 2020, in conseguenza del crollo e relativi ai fabbricati oggetto di ordinanze di sgombero adottate a  seguito  dell'evento;
  • esenzione dal  14  agosto  2018 dall’imposta di successione, dalle imposte e tasse ipotecarie e catastali e dall’imposta di bollo per gli immobili demoliti o dichiarati inagibili a seguito del crollo;
  • sospensione dal 14 agosto 2018 fino al 31 dicembre 2019, dei termini di notifica delle cartelle di pagamento e dei termini delle altre attività di riscossione coattiva a favore di coloro che sono residenti o che hanno sede o unità locali negli immobili sgomberati o danneggiati a seguito del crollo;
  • riconoscimento, per le imprese (aventi  sede  operativa  all'interno  della  zona delimitata con le ordinanze del Sindaco del Comune di Genova) che hanno subito dal  14  agosto  2018  alla  data  di entrata in vigore del presente decreto  un decremento di fatturato rispetto  al  corrispondente  periodo  dell'anno  2017, di una somma fino al 100% (e nel limite massimo di euro  200.000) del decremento stesso;
  • riconoscimento di diverse agevolazioni fiscali alle  imprese facenti parte della zona franca urbana (Zfu), appositamente istituita, che hanno subito a causa dell'evento una riduzione del fatturato almeno pari al  25% nel periodo dal 14 agosto 2018 al 30 settembre  2018,  rispetto al corrispondente periodo dell'anno 2017.

 

Scarica il nuovo modello Dichiarazione di successione e voltura - Modello

Ti potrebbero interessare:

  • L’ebook Donare ai figli: le regole della tassazione dei beni con tutte le regole della tassazione dei beni in Italia e all'Estero nella della donazione ai figli, con normativa di riferimento e casi pratici. eBook di 82 pag.
  • e il foglio excel Successioni e Donazioni (excel), foglio di calcolo imposte di successione e donazione nonché le imposte ipotecarie e catastali in caso di trasferimento di beni immobili.

Ti segnaliamo il nostro pacchetto IMU e TASI - IVIE e IVAFE 2018 (2 eBook + excel) tutti acquistabili anche singolarmente.

Puo' interessarti anche il Pacchetto Calcolo TARI e Istanza di Rimborso

Rimani sempre aggiornato seguendo il Dossier IMU-TASI-TARI (IUC) 2018

Ti potrebbe interessare il Focus sul Business Center su Accertamento e Contenzioso

Fonte: Gazzetta Ufficiale


1 FILE ALLEGATO




Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)