ristrutturazioni

IMU: sospeso il versamento della prima rata

di Andrea Mannara CommentaIn IUC (Imu - Tasi - Tari)

In data 22 maggio 2013 è entrato in vigore il Decreto Legge n. 54 del 2013, il quale contiene i primi provvedimenti del neo governo Letta.

In particolare, si tratta di:

– sospensione del pagamento della prima rata di acconto Imu per il 2013,

– contenimento della spesa relativa all’esercizio di attività politica,

– disposizioni in materia di ammortizzatori sociali in deroga.

In questo articolo analizzeremo gli articoli 1 e 2 del decreto, relativi all’Imposta Municipale Propria.

L’articolo 1 del decreto prevede che il versamento della prima rata di acconto dell’Imu per l’anno 2013 è sospeso.
Tale sospensione, ai sensi dell’art. 2 del medesimo decreto, opera fin tanto che il governo non abbia riformulato e rivisto l’intera disciplina dei tributi locali. Se entro la data del 31 agosto 2013 il Governo non sarà in grado di adottare le riforme necessarie, allora il versamento della prima rata Imu 2013 si dovrà effettuare entro il 16 settembre 2013.

Le disposizioni normative in commento chiariscono che il versamento della prima rata di acconto dell’Imu per l’anno 2013 non è annullato o abrogato, ma soltanto sospeso fino al 31 agosto 2013, per dare il tempo al Governo di adottare le riforme programmate. Infatti, se queste riforme non verranno adottate entro il mese di agosto, la prima rata dell’Imu, oggi sospesa, si dovrà comunque versare, restando valida la disciplina oggi vigente.

La sospensione del pagamento non riguarda, però, indistintamente tutte le tipologie di fabbricato. Infatti, ai sensi dell’art. 1 del decreto, la sospensione riguarda soltanto:

– l’abitazione principale e le relative pertinenze, ad eccezione degli immobili classificati come A/1, A/8 e A/9;

– le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;

– gli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica aventi le stesse finalità degli IACP;

– i terreni agricoli;

– i fabbricati rurali.

Tutti gli altri immobili sono soggetti al versamento della prima rata Imu per l’anno 2013 entro il 17 giugno 2013 (poiché il 16 è domenica).

 

Autore dell'articolo
identicon

Andrea Mannara

Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti, è iscritto all'Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania. Specializzato in economia aziendale, contabilità e bilancio, opera nell'ambito della consulenza amministrativa, contabile, fiscale e del lavoro. Ha maturato una notevole esperienza nell'ambito della revisione contabile, soprattutto in aziende di credito, finanziarie, assicurazioni, industriali e commerciali. Si occupa anche di contenzioso tributario ed è consulente tecnico del giudice. Dal 2013 collabora con l'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania sulle tematiche relative alla legislazione e alle politiche fiscali del territorio. Impegnato in parrocchia e nel volontariato, è attento conoscitore dei riti liturgici. Amante della musica classica, svolge anche il servizio di organista nella propria parrocchia".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *