Imposta sui redditi delle società in Cina: scadenze e modalità dichiarative

di Lorenzo Riccardi CommentaIn Fiscalità Estera, Fiscalità Estera

La Corporate Income Tax (CIT) (l’imposta sui redditi delle Società) in Cina è pagata mensilmente o trimestralmente e le procedure richieste per il pagamento devono essere depositate entro 15 giorni dalla scadenza mensile o trimestrale. Tuttavia a causa delle discrepanze tra gli standard contabili e le leggi fiscali, c’ è la possibilità che la base su cui è tassata la CIT sia differente dai profitti risultanti dai libri contabili.

Per questo motivo lo State Administration of Taxation (SAT) cinese chiede alle società di compilare un Report annuale di Riconciliazione CIT entro 5 mesi dalla scadenza del precedente anno fiscale in modo da poter verificare se tutte le passività fiscali sono rispettate e se la società deve fare applicazione per pagare un supplemento di tasse o per chiedere il rimborso. Nel Report di Riconciliazione devono essere presenti gli aggiustamenti che permettono di collegare la normativa legislativa fiscale con gli standard contabili.

Per quelle società che svolgono frequenti transazioni con parti collegate, qualora oltre al report di Riconciliazione CIT deve essere preparato anche un Report che evidenzia le transazioni con le parti collegate in merito specialmente ai prezzi di Transfer Pricing.

Inoltre per le società che dichiarano perdite superiori a 5 milioni di Renmimbi (valuta ufficiale del Paese asiatico) è obbligatorio un Audit Report condotto da un revisore esterno indipendente che va allegato al Report di Riconciliazione CIT.

Per l’imposta sui redditi delle società in Cina vi sono quindi scadenze mensili dichiarative, trimestrali di liquidazione e saldo acconto ed annuali di clearance dell’imposta. Queste scadenze e modalità si inseriscono all’interno del sistema fiscale cinese che e’ in costante evoluzione al fine di adeguare la crescita del paese agli standard internazionali.

Autore dell'articolo
identicon

Lorenzo Riccardi

Dottore commercialista specializzato in fiscalità internazionale. E’ Professore Associato presso Xian Jiao Tong-Liverpool University dove insegna taxation e advanced taxation ed è autore di articoli e saggi su tematiche di vario genere relative agli investimenti stranieri in Asia Orientale. Vive e lavora a Shanghai, dove si occupa di diritto commerciale e tributario, seguendo gli investimenti stranieri in Cina e Sud Est Asiatico. Ricopre il ruolo di sindaco e consigliere per diversi gruppi societari ed è socio dello Studio di consulenza RSA, specializzato in Asia e paesi emergenti. Ha pubblicato “Guida alla fiscalità di Cina, India e Vietnam” edito da IlSole24Ore ed è membro dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano, del Registro dei Revisori dei Conti in Italia, dell’accountants association del Vietnam e dell’Hong Hong Institute of CPAs in Hong Kong. Tiene seminari e convegni su economia e diritto tributario in Oriente ed è responsabile della sezione “Asia” della banca dati online “Fisco e Tasse” (Maggioli Editore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *