DOSSIER
dossier auto

Deducibilità e detraibilità auto 2019

Detraibilità IVA, deducibilità dal reddito, ecobonus per la mobilità sostenibile, ecotassa per disincentivare acquisto di auto inquinanti

Il 2019  si è aperto non delle novità sulle auto per fortuna non solo di carattere fiscale ma con una serie di incentivi orientati alla salvaguardia dell’ambiente.

Le misure principali sono di due specie:

- la prima sotto forma di incentivo per l’acquisto di autovetture e veicoli a 2 ruote nuovi caratterizzati da basse emissioni di CO2 (elettrici o ibridi) con contestuale rottamazione di un veicolo ad alto tasso di inquinamento. Il contributo – c.d. ecobonus per la mobilità sostenibile – viene erogato, secondo determinate caratteristiche, come sconto sul prezzo di acquisto del veicolo.

- la seconda  in vigore dal 1° marzo 2019 prevede l'introduzione di una ecotassa volta a disincentivare (con l’applicazione di un’imposta) l’acquisto di autovetture nuove con emissioni di CO2 superiori a determinate soglie di tolleranza. Allo stesso tempo, viene introdotta una nuova detrazione fiscale (Ires e Irpef) per le spese sostenute per l'acquisto e la posa in opera di infrastrutture di ricarica destinate ai veicoli alimentati a energia elettrica.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 06.04.2019 n. 82, del  Decreto attuativo del 20 marzo 2019 contenente la disciplina applicativa dell'incentivo Eco-bonus per  l'acquisto di veicoli nuovi di fabbrica di categoria M1 a basse emissioni di CO2 e di categoria L1 ed  L3 e elettrici o ibridi tutto è pronto per l'entrata in vigore della norma a pieno regime.

Il nostro dossier si arricchirà di tutta la normativa, approfondimendi e news per beneficiare di questi nuovi incentivi oltre naturalmente a seguire gli aspetti fiscali e Iva.

La detrazione dell'IVA e la deducibilità dei costi delle auto sono infatti un tema in grado di influenzare notevolmente la scelta dell'acquirente. In generale:

  • Autovetture o autocarri < 35 q.li non affidate a dipendenti:
    • se ammettiamo un utilizzo promiscuo del mezzo, si detrae il 40% dell’Iva, anche su tutte le spese d’impiego. Il costo e’ ammortizzabile al 20% (con il limite del 20% di 18.076). Le spese d’impiego si deducono al 20%.
    • se ammettiamo un utilizzo esclusivo impresa/professione, si detrae il 100% dell’Iva creando le prove di tale utilizzo esclusivo (es.: giornale di bordo con nominativi conducente, percorrenze e causali). L’Iva sulle spese d’impiego si detrae al 100% (compresi pedaggi autostradali). Ma il costo e’ ammortizzabile al 20% ( con il limite del 20% di 18.076).  Le spese d’impiego si deducono al 20%. 
  • Autovetture o autocarri < 35 q.li affidate a dipendenti dietro pagamento di un corrispettivo: si detrae il 100% dell’Iva, anche sulle spese d’impiego (compresi pedaggi autostradali). Il costo e’ ammortizzabile al 70% senza limiti, le spese d’impiego si deducono al 70%. 
  • Agenti e Rappresentanti: di regola detraggono il 100% dell’Iva sia all’atto dell’acquisto dell’auto che sulle spese d’impiego. Quanto alla deducibilita’ del costo d’acquisto dell’auto, essi deducono l’80%, col massimale per l’ammortamento dell’auto dell’80% di euro 25.823. Anche le spese d’impiego sono deducibili all’80%.

Il dossier vuole fare il punto tra la normativa, gli aggiornamenti e gli approfondimenti contenuti nel portale, compreso ciò che riguarda il bollo auto, il super bollo e gli altri costi legati alle macchine.




Rassegna stampa del 08/11/2019

Seggiolini antiabbandono: sanzioni sospese?

Dopo l'inatteso anticipo dell'obbligo dei seggiolini antiabbandono, la ministra De Michelis annuncia un possibile rinvio delle sanzioni per il mancato utilizzo. Cosa si rischia intanto?
Rassegna stampa del 05/11/2019

Pedaggi autostradali: entro quanto tempo è possibile richiedere la fattura

Il termine per la richiesta della fattura ai concessionari autostradali, coincide con quello previsto per l’esercizio del diritto alla detrazione
Domanda e Risposta del 05/11/2019

Autorizzazioni passaggio in caso di divieto di transito e imposta di bollo

Autorizzazioni in deroga ai divieti di transito per più targhe: quanto bisogna pagare come imposta di bollo?
Rassegna stampa del 24/10/2019

Contributi rinnovo parco macchine nella Legge di bilancio 2020

Legge di bilancio 2020: previsto un contributo fino a 20.000 euro per veicolo per il rinnovo del parco macchine delle imprese
Rassegna stampa del 22/10/2019

Scuole guida: stop all'esenzione IVA ma salvi i comportamenti pregressi

Decreto fiscale collegato alla Legge di bilancio 2020: scuole guida non più esenti da IVA ma senza obbligo di recuperare l'IVA pregressa
Speciale del 17/10/2019

Recupero accise sul gasolio III° trimestre entro il 31.10 2019

Dichiarazione per recupero accise sul gasolio: per il periodo dal 01.7.2019 al 30.09.2019 presentazione entro il 31 ottobre 2019
Rassegna stampa del 15/10/2019

Carte carburante e contratto di netting: chiarimenti delle Entrate

Rifornimento con la carta aziendale senza obbligo di invio telematico. A dirlo l'Agenzia delle Entrate
Rassegna stampa del 01/10/2019

Autotrasportatori: software carbon tax III° trimestre pronto

Gasolio per uso autotrazione utilizzato nel settore del trasporto. Rimborso sui quantitativi di prodotto consumati nel terzo trimestre dell’anno 2019.
Normativa del 24/09/2019

Ecobonus auto: pronti i codici tributo per sfruttare il credito d'imposta

Pronti i codici tributo che le imprese costruttrici o importatrici di veicoli nuovi, rientranti nell'agevolazione, devono utilizzare per sfruttare il credito d'imposta in compensazione
Rassegna stampa del 24/09/2019

Ecobonus veicoli: pronti i codici tributo

Ecobonus veicoli categoria M1, e L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e: pubblicati i codici tributo per l'utilizzo in compensazione nel modello F24

Prodotti consigliati per te

599,00 € + IVA
399,00 € + IVA
 
22,00 € + IVA
19,00 € + IVA
16,15 € + IVA
 
16,90 € + IVA