DOSSIER
Dossier Agenti e Rappresentanti

Agenti e Rappresentanti

Enasarco, Irap, deducibilità dei costi dell'auto: un dossier su come gestire l'attività di agente e rappresentante di commercio

Una professione molto diffusa è quella dell’Agente e Rappresentante di commercio. 

L’agente di commercio (monomandatario o plurimandatario) è colui che si impegna, a fronte di un corrispettivo, per la conclusione di futuri contratti per conto dell’azienda preponente, con cui detiene un rapporto (stabile, continuo, indipendente), in una zona determinata, che potrà essere esclusiva o meno.
Gli agenti sono tutelati a livello previdenziale  dall'ENASARCO, primo gestore in Italia di tale forma di tutela per gli Agenti e i Rappresentati, avente come obiettivo: quello di garantire prestazioni adeguate e certe agli agenti e rappresentanti di commercio. Per il 2018 l'aliquota contributiva è pari al 16% di cui 3% a titolo di solidarietà. Trovi qui l'articolo completo con minimali e massimali e scadenze.

Maggiori informazioni su agenti e rappresentanti di commercio

➤ Rassegna Stampa
➤ Approfondimenti
➤ Normativa / Circolari
➤ Guide PDF e Tool

Potrebbe interessarti l'e-book sugli Agenti e Rappresentanti di Commercio con tutti gli aspetti giuridici,amministrativi, previdenziali, contabili e fiscali

Ricordiamo che la figura professionale dell’agente (e del rappresentante) si differenzia da altre figure che potrebbero sembrare ad esso affini. In particolare, l’agente:

  • non è un lavoratore subordinato, poiché il mandato dell’agente, come pocanzi detto, si caratterizza per l’indipendenza, mentre il lavoratore subordinato è sottoposto al potere direttivo, gerarchico, disciplinare, organizzativo del datore di lavoro;
  • non è un procacciatore d’affari, data la differenza sostanziale tra la natura dei contratti (tipico per l’agente e atipico per il procacciatore) nonché dell’attività svolta (stabile per l’agente e occasionale per il procacciatore)
  • non è un viaggiatore-piazzista, poiché quest’ultimo è legato al proprio datore da un contratto di lavoro dipendente, in funzione del quale svolge la propria attività, in forma prevalentemente o esclusiva, all’esterno dell’azienda da cui dipende, con l’incarico di contattare la clientela per promuovere la vendita dei prodotti o beni commercializzati dall’azienda stessa.

Quanto al diritto alla provvigione, ricordiamo che a seguito della riforma dell’art. 1748 c.c., questo matura:

  • per tutti gli affari conclusi dall'agente durante il contratto, ove l'operazione è stata conclusa per effetto del suo intervento;
  • per gli affari conclusi dal preponente con terzi che l'agente aveva in precedenza acquisito come clienti, salvo che sia diversamente pattuito;
  • sugli affari conclusi per merito dell’agente uscente, dopo la data di scioglimento del contratto se la proposta è pervenuta in data antecedente o gli affari sono conclusi entro un termine ragionevole rispetto alla data di scioglimento del contratto;
  • al più tardi, dal momento e nella misura in cui il terzo ha eseguito o avrebbe dovuto eseguire la prestazione qualora il preponente avesse eseguito la prestazione a suo carico.

Quanto al trattamento fiscale delle provvigioni:

  • per l’agente di commercio, ai fini delle imposte dirette, l’imputazione delle provvigioni avviene secondo il criterio di competenza;
  • il proponente, che corrisponde provvigioni della cui attività si avvale, al momento del pagamento dovrà applicare una ritenuta a titolo di acconto sull’imposta sul reddito delle persone fisiche o giuridiche dovuta dall’agente, con obbligo di rivalsa (ex art. 25 bis DPR 600/73).

Visita anche il Business Center di Fisco e Tasse in cui troverai il Foglio di calcolo in excel “Calcolo indennità agenti e rappresentanti” ad un prezzo speciale!

Segui il Dossier per essere sempre aggiornato!




Rassegna stampa del 25/06/2019

Compro oro 2019: definito il contributo per il secondo semestre

Dal 15 luglio al 30 Settembre i compro oro iscritti al registro dovranno pagare il contributo per il secondo semestre 2019
Rassegna stampa del 14/05/2019

Contributi Enasarco: scadenza 1 rata con nuova aliquota

Scade il 20 maggio il versamento dei contributi ENASARCO per le provvigioni liquidate agli agenti e rappresentanti per il 1° trimestre 2019.
Rassegna stampa del 12/03/2019

Welfare Enasarco 2019: ecco il piano

Requisiti ampliati e nuovi servizi nel nuovo Programma delle prestazioni integrative Enasarco per Agenti, rappresentanti e consulenti finanziari .
Domanda e Risposta del 23/02/2019

Contributi Enasarco 2019: a quanto ammontano e quali sono le scadenze?

Pubblicati i minimali e massimali 2019; rivediamo aliquote, scadenze, criterio di applicazione e calcolo dei contributi Enasarco per agenti e rappresentanti
Rassegna stampa del 21/01/2019

Fattura elettronica: come indicare il contributo ENASARCO?

Fatturazione elettronica 2019 agente di commercio e rappresentanti: ecco come gestire il contributo ENASARCO
Speciale del 08/01/2019

La ritenuta d’acconto per gli autonomi, agenti di commercio e occasionali

La ritenuta di professionisti e intermediari nelle prestazioni di lavoro abituali e/o occasionali. Cos'è,i redditi su cui si applica,le aliquote,gli obblighi.
Normativa del 20/12/2018

Tabelle ACI 2019 pubblicate in Gazzetta

Pubblicate le Tabelle ACI 2019, le Tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall’ACI, nella Gazzetta Ufficiale n. 295 del 20/12/2018
Rassegna stampa del 28/11/2018

Indennità cessazione agenzia: come si valuta l'equità?

Ordinanza Cassazione n. 25740 -2018: l'attribuzione dell'indennità per cessazione del rapporto di Agenzia va valutata in rapporto alla permanenza dei vantaggi per l'azienda
Rassegna stampa del 24/10/2018

Agenti e rappresentanti di commercio: aggiornamento posizione fino al 31.12.2018

Per i soli agenti e rappresentanti di commercio c'è tempo fino al 31 dicembre 2018 per aggiornare telematicamente la loro posizione nel registro delle imprese e nel REA
Rassegna stampa del 22/10/2018

Enasarco: niente totalizzazione dei contributi

Nuova sentenza di Cassazione conferma l'impossibilità di totalizzazione perche l'ente degli agenti rappresentanti non è piu ricompreso fra quelli ammessi dalla norma