HOME

/

PMI

/

NAUTICA DA DIPORTO

/

NAUTICA DA DIPORTO

Nautica da diporto

Il Nuovo Codice Nautico e gli aspetti civili e fiscali che ruotano intorno al diporto nautico

L'ebook Nautica da diporto e questo dossier vogliono offrire al lettore una panoramica completa delle novità normative che hanno interessato nell'ultimo anno il settore della Nautica da diporto.

Una sintesi degli argomenti trattati dall'ebook li possiamo cogliere dalla Premessa scritta dall'Avv. Roberta Caragnano che riportiamo integralmente.

Per l'esame degli argomenti trattati rimandiamo all'indice dell'ebook.

Il settore della nautica, che rappresenta un ambito di eccellenza produttiva dell’economia italiana oltre ad essere un pilastro dell’export, è sempre in fermento e foriero di novità. 

Dalle linee guida per fronteggiare l’emergenza COVID-19 al Correttivo del Codice della nautica da diporto (entrato in vigore il 22 dicembre 2020, per effetto delle previsioni il decreto legislativo 12 novembre 2020, n. 160), alle novità IVA in tema di locazione/noleggio di unità da diporto e navigazione in alto mare contenute nei provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate e, da ultimo, nella Legge di Bilancio 2021.  

La ratio è la medesima: rendere competitiva l’Italia nello scenario internazionale rispetto a Regno Unito, Croazia, Costa Azzurra, e armonizzare e coordinare il quadro normativo italiano con le previsioni europee ponendo in essere una serie di interventi che passano necessariamente dalla ulteriore semplificazione amministrativa delle procedure, a partire dallo STED. 

La gestazione del “Correttivo” ha subito un complesso iter legislativo, necessitando di due proroghe per i decreti legislativi, così come è stato necessario nella redazione del testo finale, che è snello e consta di 31 articoli, tenere presenti le osservazioni contenute nel parere del Consiglio di Stato e i pareri delle Commissioni di Camera e Senato. Tra queste proprio nella citata direzione della maggiore competitività è da leggersi l’indirizzo del Consiglio di Stato sulla introduzione di nuove forme di utilizzo commerciale delle unità da diporto proprio al fine di dare supporto alla dinamicità del settore. 

L’impianto del Correttivo è il medesimo della legge di Riforma. Da un lato interventi per la competitività e che, nella fattispecie, tengono presenti anche delle misure per fronteggiare la Brexit e potenziare la bandiera italiana, dall’altro semplificazioni, dall’altro ancora interventi mirati per far fronte non solo alle generali esigenze del settore ma anche alle richieste degli operatori dello stesso. Il tutto in un momento storico attraversato dall’emergenza pandemica da COVID-19, che ha messo in crisi le economie mondiali. 

Il Legislatore ha così chiarito diversi aspetti che si erano palesati già in fase di prima applicazione del Nuovo Codice della Nautica da Diporto. Tra questi alcuni riguardano i profili professionali, le scuole nautiche e i centri per la nautica. Per i primi è ridefinita la figura dell’istruttore professionale di vela, distinguendo tra istruttore professionale (di vela) e istruttore (di vela) che opera in ambito sportivo e dilettantistico, con la previsione istituzione di un elenco nazionale degli istruttori professionali. Sul fronte dei centri nautici si prevede un necessario preventivo riconoscimento da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti mentre per le scuole nautiche è riscritto e sostituito l’articolo precedente e sono previste sanzioni per l’esercizio abusivo dell’attività. 

Ma è nella direzione della semplificazione che anche nell’ultima novella legislativa vi sono novità. 

In primis le semplificazioni relative ai titoli e alla documentazione di bordo e tra queste la possibilità di sostituire l’atto di nazionalità con un’apposita licenza di navigazione. Interventi sono previsti anche con la sostituzione del ruolo di equipaggio con il ruolino (di equipaggio) con modalità telematiche, in un settore nel quale sono ancora forti le commistioni tra previsioni più propriamente del diporto e quelle mutuate dal Codice della Navigazione, come evidenziato anche in alcuni contributi del volume che si presenta. Nella stessa direzione anche una licenza di navigazione semplificata dedicata alle navi destinate esclusivamente al noleggio per finalità turistiche, che consente di snellire i tempi per il rilascio del titolo abilitativo alla navigazione, e la previsione della validità della licenza provvisoria anche per l’apparato ricetrasmittente di bordo

Unendo semplificazione e competitività si prevede la possibilità per il cantiere costruttore di una unità da diporto, ove per qualsiasi ragione non riesca a concluderne la vendita, di poter immatricolare l’imbarcazione a proprio nome, per dare sbocco a un mercato a “km zero”. 

L’ebook che si presenta ripercorre queste e altre novità che hanno interessato la materia in un percorso che prendendo avvio da una disamina dei dati del settore, anche alla luce degli effetti della pandemia da COVID-19, passa in rassegna sia gli aspetti centrali della Riforma prima e del Correttivo oggi, in una visione sistemica che punta “a leggere e interpretare” la normativa in maniera organica, sia le novità tributarie come l’Imposta sul valore aggiunto nella nautica da diporto anche nella compravendita di imbarcazioni da diporto in ambito Ue ed Extra-UE e la detraibilità dell’Iva afferente agli acquisiti di imbarcazioni da diporto strumentali, ad esempio. 

Il tema della locazione, del leasing e noleggio di unità da diporto sono ampiamente sviluppati sia negli aspetti più tradizionali laddove, ad esempio, sono fornite interessanti riflessioni sul leasing nautico distinto, in rapporto alla tipologia di utilizzo, in commerciale e da diporto sino alle novità riguardanti il rilascio del certificato di idoneità (al noleggio) da parte dello Sportello Telematico del diportista (STED) - tanto per renderlo pienamente operativo – ma anche la previsione del noleggio di cabina. 

Grande attenzione è dedicata dal Legislatore alla nautica sociale. Per essa di intende sia la navigazione da diporto effettuata in acque marittime o interne per fini esclusivamente sportivi o ricreativi e senza scopo di lucro, mediante natanti da diporto sia il complesso delle attività finalizzate a diffondere la conoscenza e la pratica della nautica da diporto a favore degli studenti degli istituti scolastici di ogni ordine e grado di età non inferiore a nove anni. Sono annoverate tra esse anche le attività a scopo di ausilio terapeutico a favore delle persone con disabilità o con disturbi psicologici, dell’apprendimento o della personalità. 

Questa previsione, in linea con la Giornata del mare istituzionalizzata nella precedente Riforma, conferma la volontà del Legislatore di porre attenzione alle giovani generazioni sensibilizzandole sui temi del mare e della socialità. 

Allo stesso tempo grande attenzione è dedicata anche al tema della disabilità tanto riguardo alla previsioni in materia di visite mediche per le patenti nautiche, e aventi finalità di inclusione sociale delle persone diversamente abili e degli anziani, quanto alle norme per posti barca riservati ai disabili e per la ridefinizione delle infrastrutture. 

In linea con ciò è prevista l’introduzione di strutture demaniali con destinazione per il ricovero a secco di imbarcazioni e di natanti da diporto nei Piani regolatori dei porti mercantili. 

Sul fronte della sicurezza la novella contempla interventi anche quel che attiene la revisione delle dotazioni nel caso di navigazione limitata all’area di ricerca e soccorso nazionale. 

Non mancano le previsioni sulla istituzione di un archivio nazionale dei prodotti delle unità da diporto per contrastare l’immissione sul mercato di prodotti fraudolenti che possano provocare incidenti o infortuni, a tutela sia del consumatore sia delle aziende produttrici serie, e sulla introduzione di una disciplina per la navigazione di “droni” a scopo commerciale, sportivo e di assistenza. 

Un elemento centrale che ripercorre come un file rouge l’intero l’e-book è l’interdisciplinarietà della materia laddove oltre ad aspetti tipici del diporto e del codice della navigazione si uniscono anche aspetti amministrativi, fiscali e tributari; il lavoro è molto curato e permette di mettere a sistema la disciplina di un settore in continua evoluzione. 

Buona lettura.  

Avv.Roberta Caragnano

Ricercatrice ATINER - CEMA 

Esperta di nautica da diporto

Articoli correlati al Dossier

Dichiarazione nautica: on line l'applicativo gratuito delle Entrate

On line l’applicativo "dichiarazionenautica" per compilazione della dichiarazione per non imponibilità iva su servizi di locazione e noleggio imbarcazioni nel territorio UE

Imbarcazioni e navi da diporto: il noleggio occasionale

Imbarcazioni e navi da diporto: quando si parla di noleggio occasionale, la comunicazione necessaria, la tassazione dei proventi

Il noleggio occasionale di unità da diporto e l'imposta sostitutiva

Noleggiare la propria barca a titolo occasionale è possibile: inquadramento fiscale e obbligo dichiarativo

Unità di diporto di “Società di comodo” e di società cc.dd. “in perdita sistemica”

Imbarcazioni da diporto e società di comodo: le regole ai fini delle imposte dirette e Iva

Scuole nautiche: il Codice della Nautica riscrive e precisa le regole per l'attività

Cosa cambia per le scuole Nautiche, figura del responsabile didattico, regole per le esercitazioni pratiche e definizione requisiti insegnanti teoria

Istruttori professionali di vela: nuove regole per l'esercizio dell'attività

L'attività di istruttore di vela professionale viene regolamentata con l'istituzione di un apposito elenco, requisito indispensabile per l'esercizio dell'attività

Nautica da diporto: disciplina amministrativa e fiscale

Pubblicata l'edizione 2021 dell'e-book Nautica da diporto

Noleggio imbarcazioni da diporto: cosa accadra' dal 1 novembre 2020

Modifiche alla disciplina della nautica da diporto : ecco i chiarimenti dell’Agenzia

Noleggio breve imbarcazioni fuori dall’UE: la disciplina ai fini IVA

Effettiva fruizione del servizio fuori dall’UE: l’Agenzia chiarisce i mezzi di prova

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

NOTIZIE · 15/01/2021 Nautica da diporto: disciplina amministrativa e fiscale

Pubblicata l'edizione 2021 dell'e-book Nautica da diporto

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.