DOSSIER
dossier ccnl lavoro

Lavoro estero 2020

Lavoratori italiani all'estero: come evitare la doppia tassazione e usufruire del credito d’imposta

Non sempre è facile capire immediatamente quale sia il sistema di tassazione dei redditi percepiti all’estero da cittadini italiani in quanto gli aspetti da considerare sono molteplici e le regole possono essere diverse a seconda delle singole situazioni personali, dell’esistenza o meno di una Convenzione contro le doppie imposizioni stipulata tra l’Italia e lo Stato estero nel quale viene prodotto il reddito, del periodo di permanenza all’estero, dell’iscrizione o meno all’Aire, ecc. 

Maggiori informazioni sul lavoro estero 

➤ Rassegna Stampa
 Approfondimenti
➤ Normativa / Circolari
➤ Domande e risposte
➤ E-book e guide

In generale, in base al cd “principio della tassazione mondiale” (World Wide Taxation Principle), sul quale si fonda il sistema fiscale di molti Paesi europei e che è stato adottato anche dalla legislazione fiscale italiana, il cittadino che lavora all’estero, mantenendo la residenza italiana, ha comunque l’obbligo di pagare le imposte in Italia anche sui redditi prodotti all’estero, salvo che sia diversamente indicato nelle Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni.
Le eventuali imposte pagate a titolo definitivo nei Paesi in cui i redditi sono stati percepiti si possono comunque detrarre da quelle italiane, sotto forma dicredito d’imposta, nei limiti stabiliti dall’articolo 165 del Tuir (DPR 917/86).

Ti potrebbero interessare gli ebook:

Il Lavoro all'estero - 370 risposte in 460 pagine

 
Se non trovi la tua risposta poni il tuo quesito sul Forum: Lavoro all'Estero - Rubrica per i lavoratori espatriati
 
oppure poni un quesito direttamente  al nostro esperto:  Lavoro Estero: Richiesta Quesito Online

 




Domanda e Risposta del 12/03/2020

Residenza fiscale e iscrizione all'AIRE 2020

Anagrafe Italiana Residenti all'estero. Ecco quando è necessario iscriversi e chi non deve farlo
Rassegna stampa del 20/02/2020

Convenzione Italia-Bulgaria: chiarimenti INPS

Chiarimenti sulla convenzione contro le doppie imposizioni Italia Bulgaria nel messaggio INPS 612 del 18.2.2020
Rassegna stampa del 17/02/2020

Agevolazione Impatriati anche per periodi parziali

Risposta interpello Agenzia n. 59 2020 sull'agevolazione per il lavoratori impatriati, d.lgs 147/ 2015. Dubbio sulla validità delle primessa di assunzione per il diritto all' agevolazione
Rassegna stampa del 14/02/2020

Tassazione in Italia del dirigente residente all'estero

Le modalità di applicazione delle ritenute alla fonte nel caso di un dirigente non residente che svolge attività sia inItalia che all'estero. Risposta interpello n. 36 2020
Rassegna stampa del 11/02/2020

Impatriati entro il 2015: ok all'agevolazione bis

Sul regime agevolato d.lgs 147 2015 per i lavoratori impatriati trasferiti in italia entro il 31.12.2015 la Risposta positiva dell'Agenzia delle Entrate n. 26 2020
Rassegna stampa del 07/02/2020

Retribuzioni lavoro estero: tabelle e regolarizzazione gennaio 2020

Retribuzioni convenzionali per i lavoratori italiani all’estero in Paesi senza convenzioni di sicurezza sociale. Regolarizzazioni contributive gennaio 2020
Rassegna stampa del 06/02/2020

Brexit: pensioni e distacchi, i chiarimenti dall'INPS

Cosa succede per pensioni e trattamenti assistenziali, disoccupazione, distacco: Circolare 16 2020 sullla BREXIT, il recesso della Gran Bretagna dalla UE.
Rassegna stampa del 30/01/2020

Retribuzioni convenzionali estero: a chi si applicano

Gli stati interessati e quelli esclusi dal regime delle retribuzioni convenzionali per i lavoratori all'estero per il 2020 ai fini del calcolo del premio INAIL
Rassegna stampa del 29/01/2020

Pensione Svizzera: trattamento fiscale della capitalizzazione

Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni di previdenza professionale obbligatoria svizzera secondo l'Agenzia Risoluzione 3/E 2020
Normativa del 09/01/2020

Retribuzioni convenzionali lavoratori all'estero 2020

Pubblicato il decreto del Ministero del lavoro con le tabelle delle retribuzioni convenzionali per il calcolo dei contributi dovuti per i lavoratori all'estero