La sospensione dei termini per i terremotati dell’Emilia non comprende il versamento delle ritenute

di Rag. Giuseppina Giorgi 1 CommentoIn Lavoro, Rassegna Lavoro

La data dei versamenti per i terremotati è stata prorogata al 30 novembre ma la sospensione dei termini dei versamenti non comprende le ritenute di acconto operate da parte dei sostituti di imposta.

Tralasciando le polemiche e le incertezze che ha suscitato il  comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 16 agosto 2012,  e in attesa di ulteriori provvedimenti e istruzioni, si ritiene opportuno, dal mese di settembre 2012, operare le previste ritenute IRPEF e le relative addizionali sulle buste paga dei lavoratori dipendenti e parasubordinati, residenti nelle zone colpite dal sisma, che a suo tempo avevano presentato richiesta di sospensione.

Ma veniamo ai termini della questione:

Con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 agosto 2012 (pubblicato in G.U. n. 202 del 30/08/2012) è stata prorogata al 30 novembre 2012 la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari.

Il D.M. prevede lo stand-by per i versamenti IRPEF e le relative addizionali, IRES, IRAP, IVA e IMU e l’emanazione di un successivo decreto che stabilirà le modalità di effettuazione degli adempimenti e dei versamenti che scadono nel periodo di sospensione decorrenti dal 20 maggio 2012 al 30 novembre 2012.

Il decreto Ministeriale del 1° giugno 2012 aveva disposto la sospensione fiscale e successivamente il D.L. 74/212 aveva esteso la sospensione agli adempimenti previdenziale ed assicurativi.

Mentre l’INPS e l’INAIL hanno fornito precise e tempestive indicazioni circa le somme e i soggetti destinatari della sospensione, il MEF (Ministero Economia e Finanza) e l’Agenzia delle Entrate, per quanto concerne la sospensione fiscale, non hanno dato nessuna precisazione.

Solo in data 16 agosto 2012, l’Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa che alleghiamo, ha precisato che la sospensione non riguarda l’effettuazione e il versamento delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati (collaboratori, associati, compensi soci/amministratori) da parte del sostituto d’imposta.

Con lo stesso principio, secondo l’Agenzia delle Entrate, la sospensione non opera nemmeno sulle ritenute d’acconto (di professionisti, agenti, occasionali, ecc.) in quanto effettuate da sostituti d’imposta.

Il comunicato, di cui sopra, ha creato non poca confusione e soprattutto disparità di trattamento tra gli autonomi (imprese, professionisti, artigiani, commercianti, ecc.) che possono sospendere gli adempimenti fiscali e i lavoratori dipendenti nei confronti dei quali le ritenute riguardanti il periodo di sospensione devono essere operate e versate.

L’Agenzia delle Entrate promette ulteriori provvedimenti a cura degli organi competenti e più dettagliate istruzioni, nel frattempo, si ritiene opportuno con la retribuzione del corrente mese di settembre di non calcolare più la retribuzione al lordo delle ritenute per i lavoratori residenti nelle zone colpite dal sisma che ne hanno fatto richiesta, ma di operare le ritenute IRPEF e le relative addizionali.

Per quanto concerne, invece, il pregresso, cioè le ritenute non operate sulle buste paga dei mesi di giugno, luglio e agosto 2012, si rimane in attesa delle citate istruzioni in quanto la stessa Agenzia delle Entrate, consapevole delle obiettive condizioni di incertezza che si sono venute a creare, afferma che valuterà la non applicazione di sanzioni.

La mancata proroga interessa anche i lavoratori, residenti nei Comuni colpiti dal sisma, che hanno fatto richiesta di sospensione delle ritenute IRPEF e delle relative addizionali.

 

Autore dell'articolo
identicon

Rag. Giuseppina Giorgi

Consulente del Lavoro in Bologna - dal 1978 esercita la professione in forma associata con il rag. Giuliano Vitelli e la rag. Federica Vitelli. Attiva nell’associazionismo professionale ha rivestito per anni la carica di consigliere dell’unione provinciale dell’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro di Bologna, venendo chiamata al ruolo di presidente negli anni 1991/1992/1993. Sede dello Studio Via Toscana 42/7, Bologna (BO) Tel. 051/475933 – Fax 051/475307 - [email protected]

Comments 1

  1. Pingback: Versamento imposte terremotati : le condizioni per poter versare il entro il 16 dicembre 2012 - Fisco e Tasse Blog | Fisco e Tasse Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *