Speciale Pubblicato il 18/12/2016

Legge di Stabilità 2017: guida alle principali novità

di Rag. Lumia Luigia

168x126 ultim'ora

Tra rottamazione cartelle,IRES al 24%, eco-bonus, proroga della "sabatini", iper ammortamento al 250% e abolizione degli studi di settore

La Legge di Bilancio 2017 si compone quest'anno dalla Legge di Bilancio 2017 e dal Decreto Fiscale. Mentre ad oggi la Legge di Bilancio attende ancora la pubblicazione in Gazzetta per entrare in vigore, il Decreto Fiscale 193/2016 è già stato convertito nella Legge 225 del 1 dicembre e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 2 dicembre 2016.

In questo approfondimento cerchiamo di fare il punto delle principali novità normative.

Nel decreto fiscale 193/2016 tra le molte novità:

  • Addio a Equitalia che sarà sostituita dalle Agenzia fiscali,
  • rottamazione delle cartelle esattoriali,
  • riapertura dei termini per la voluntary disclosure,
  • spesometro trimestrale e comunicazione degli adempimenti IVA,
  • modifiche alla dichiarazione integrativa a favore.

Nella Legge di Bilancio 2017, già definitivamente approvata ma ancora in attesa di pubblicazione in Gazzetta:

  • super ammortamento al 140% e iper ammortamento al 250%,
  • proroga della nuova sabattini,
  • Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazioni
  • abolizione Irpef agricola,
  • Riduzione IRES al 24% per tutte le imprese,
  • IRI con aliquota fissa al 24% per le piccole imprese e gli imprenditori individuali,
  • norme per l’APE sociale, volontaria e aziendale.

Segui tutte le novità nel dossier gratuito dedicato alla Legge di Stabilità 2017

Scopri tutte le novità che abbiamo preparato per aiutarti nel tuo lavoro: Circolari, Ebook, Fogli di Calcolo

 

Misure fiscali urgenti: D.L 193/2016 collegato alla stabilità 2017

Le principali misure fiscali contenute nel Decreto Legge 193 del 22 ottobre 2016, così come modificato sono le seguenti:

Soppressione di Equitalia e Rottamazione cartelle: dal 1° luglio 2017 le società del Gruppo Equitalia saranno sciolte e per le attività di riscossione sarà istituito l’ente pubblico economico «Agenzia delle entrate-Riscossione» sottoposto all'indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell'economia e delle finanze.

Rottamazione cartelle: definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione negli anni compresi tra il 2000 e il 2016  scontando le sanzioni e gli interessi di mora. Aderendo alla procedura il contribuente può pagare solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi legali e di remunerazione del servizio di riscossione. Non sono dovute dunque le sanzioni, gli interessi di mora e le sanzioni e somme aggiuntive gravanti su crediti previdenziali.

Soppressione degli studi di settore:  dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2017, con decreto del MEF sono individuati indici sintetici di affidabilità fiscale cui sono collegati livelli di premialità per i contribuenti più affidabili, anche in termini di esclusione o riduzione dei termini per gli accertamenti.

Misure per il recupero dell'evasione: per le operazioni rilevanti ai fini IVA i soggetti passivi dovranno trasmettere telematicamente all'Agenzia delle entrate, i dati di tutte le fatture emesse e ricevute nel trimestre di riferimento, comprese le bollette doganali e i dati delle relative variazioni, entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre. Inoltre dovranno essere comunicati tutti i dati delle liquidazioni periodiche

Dichiarazione integrativa a favore:  le dichiarazioni dei redditi, dell'IRAP, dell’IVA e dei sostituti d'imposta potranno essere integrate per correggere errori od omissioni, anche oltre l’anno di presentazione della dichiarazione dell’anno successivo, e fino a quando i termini per l’accertamento non siano prescritti.

Riapertura della voluntary disclosure: dal 24 ottobre 2016 fino al 31 luglio 2017 è possibile avvalersi della procedura di collaborazione volontaria per sanare le violazioni commesse entro il 30.09.2016.

Le misure fiscali per le imprese nella Legge di Stabilità 2017

Le principali misure fiscali contenute nel Legge di stabilità 2017 sono le seguenti:

Riduzione aliquota  Ires: riduzione del prelievo sulle imprese medio-grandi che passa dal 27,5% al 24%. Questa disposizione riguarda oltre 1.200.000 soggetti tra società di capitali, cooperative ed enti non commerciali.

Introduzione Iri (Imposta sul reddito d'impresa): riduzione del prelievo fiscale sulle piccole imprese che dall’Irpef passeranno all’Iri. L’aliquota fissa del 24% si applicherà sulla parte di reddito d’impresa che resta in azienda, mentre sulle somme prelevate si continuerà a pagare l’Irpef. La disposizione riguarderà in particolare imprenditori individuali e società di persone in contabilità ordinaria e potrà essere utilizzata anche da alcune cooperative e SRL con ricavi fino a 5 milioni e una ristretta base societaria,

Super ammortamento e iper ammortamento : confermata anche per il 2017 la possibilità per imprese e professionisti di maggiorare del 40% le quote di ammortamento (o i canoni di leasing), deducibili ai fini IRPEF e IRES, dei beni strumentali nuovi acquistati entro il 31.12.2017.  

Regime per cassa per i contribuenti in contabilità semplificata: Importante misura per le imprese minori, individuali o società di persone in contabilità semplificata, che potranno determinare il reddito secondo il criterio di cassa, al posto del criterio di competenza.

Esenzione dei redditi dei coltivatori agricoli professionali: Per favorire l’agricoltura, perennemente in crisi,iIl DDL prevede che, limitatamente al triennio 2017-2019, i redditi dominicali e agrari dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali (IAP) non concorreranno alla formazione della base imponibile Irpef.

Riapertura dei termini per la rivalutazione dei beni, terreni e partecipazioni: Viene prevista la riapertura dei termini per rideterminare il valore di terreni, partecipazioni qualificate e non, e beni d’impresa.

Riapertura dei termini per l’assegnazione o cessione agevolata di taluni beni ed estromissione dei beni immobili del patrimonio dell’imprenditore individuale: Il DDL prevede la riapertura dei termini per le società (Snc, sas, srl, spa, sapa) che, potranno entro il 30.09.2017, assegnare o cedere ai soci beni immobili, o beni mobili iscritti in pubblici registri non utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa, in maniera agevolata. Riaperta anche la possibilità per gli imprenditori individuali di optare entro il 31.05.2017 per l’estromissione degli immobili strumentali siano essi strumentali per natura o per destinazione, dal patrimonio dell’impresa pagando un’imposta sostitutiva.

Le misure per la casa nella Legge di Stabilità 2017

Potenziamento eco bonus per i condominiprorogata al 31.12.2021 la detrazione fiscale al 65% per gli interventi di efficienza energetica realizzati sulle parti comuni degli edifici condominiali.  Se l’intervento è finalizzato a migliorare la prestazione energetica invernale e estiva l’aliquota è pari al 75%. In generale, queste detrazioni si applicano su un ammontare complessivo di spesa non superiore a euro 40.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.

Sisma bonus: Gli incentivi fiscali “sisma bonus”: introdotta la detrazione al 50% per le spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2), per il periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021 e per un importo complessivo pari a 96.000 euro per ciascun anno. L’agevolazione è ripartita in cinque quote annuali di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi. L'aliquota della detrazione per interventi antisismici effettuati su edifici ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 è elevata al:
• 70% se realizzino un miglioramento della classe di rischio, passando a una classe di rischio inferiori.
• 80% se realizzino un miglioramento della classe di rischio, passando a due classi di rischio inferiori.

Detrazione fiscale cedibile ai fornitori come pagamento: dal 1° gennaio 2017, i contribuenti incapienti (quelli rientranti nella cd. no tax area) hanno la possibilità di cedere il credito corrispondente alla detrazione del 65% spettante sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica di parti condominiali ai fornitori che hanno effettuato i lavori, come parte del corrispettivo dovuto.

Misure previdenziali e per l'occupazione nella legge di Stabilità 2017

Nella legge di bilancio è prevista un ampia riforma del settore previdenziale che va dall'anticipo pensionistico APE  alla possibilità di ricongiunzione  gratuita dei periodi assicurativi in gestioni diverse all'innalzamento delle pensioni minime. In particolare è stato previsto: 




Prodotti per Legge di bilancio 2019, Rottamazione ter - Pace fiscale 2019

SCARICALO A
16,90 € + IVA
8,56 € + IVA

IN PROMOZIONE A

7,60 € + IVA

Commenti

Per un piccolo fabbricato collabente da demolire e ricostruire in zona sismica 3, destinato a rimessa di attrezzature di vario tipo isolato ed annesso a fabbricato residenziale posso usufruire delle detrazioni fiscali del sisma bonus? Grazie.

Commento di stefano tabani (18:59 del 01/09/2019)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)