Speciale Pubblicato il 05/01/2016

Novità Stabilità 2016 per associazioni sportive dilettantistiche

di Mottola Dott. Maurizio

Società sportive dilettantistiche 168x126

Ecco le novità che la legge di Stabilità 2016 riserva alle società sportive dilettantistiche per concessioni o locazioni a canone agevolato

La Legge 28.12.2015 n. 208 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato" (Legge di stabilità 2016), in vigore dal 01.01.2016, è intervenuta anche a favore delle associazioni sportive dilettantistiche.

Attraverso il comma 60 viene infatti introdotta una modifica al testo del Decreto del Presidente della Repubblica 13.09.2005 n. 296 "Regolamento concernente i criteri e le modalita' di concessione in uso e in locazione dei beni immobili appartenenti allo Stato".

Ai sensi dell'articolo 9, comma 1 di tale decreto, possono essere oggetto di concessione ovvero di locazione, rispettivamente a titolo gratuito ovvero a canone agevolato e a fronte dell'assunzione dei relativi oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria, per finalita' di interesse pubblico o di particolare rilevanza sociale, taluni immobili demaniali e patrimoniali dello Stato, gestiti dall'Agenzia del demanio e destinati ad uso diverso da quello abitativo, nonche' gli edifici scolastici e gli immobili costituenti strutture sanitarie pubbliche o ospedaliere.
 

Segui gli aggiornamenti nel Dossier Gratuito dedicato a Terzo Settore e Non Profit

Per una panoramica completa delle novita del Terzo settore acquista il Pacchetto Codice Terzo Settore e Impresa Sociale  o i singoli ebook Novità del Terzo Settore  aggiornato il 14 agosto 2017 e  La Nuova Impresa Sociale

Trovi a questo link Software - ebook - utilità  per aiutarti a gestire la tua associazione no profit

Canoni agevolati per le locazioni alle società sportive dilettantistiche: ecco le novità della Legge di Stabilità 2016

Tra i soggetti beneficiari della concessione o locazione a canone agevolato (articolo 11, comma 1 del decreto in questione), in virtù di quanto disposto dalla Legge di stabilità 2016, sono state aggiunte, alla lettera g-bis, le associazioni sportive dilettantistiche che:

1) non hanno fini di lucro;

2) sono affiliate alle federazioni sportive nazionali o agli enti nazionali di promozione sportiva riconosciuti ai sensi delle leggi vigenti;

3) svolgono attivita' sportiva dilettantistica, come definita dalla normativa regolamentare degli organismi affilianti.

In linea generale gli obiettivi di tali agevolazioni consistono nella valorizzazione degli immobili pubblici attraverso il coinvolgimento diretto dei privati e quindi, da un lato, la "messa a reddito" del patrimonio (grazie all'onerosità della concessione o della locazione) e, dall'altro, l'offerta di servizi di interesse sociale (da parte di soggetti che operano nel settore non profit e che quindi non perseguono finalità "lucrative").

La valorizzazione degli immobili può essere perseguita anche attraverso programmi di riqualificazione e riconversione (d.l. 351/2001), mediante interventi di recupero, restauro, ristrutturazione, cambio nella destinazione d'uso e ulteriori agevolazioni nella concessione o locazione, come ad esempio il diritto di prelazione per l'acquisto del bene (l. 228/2012) al prezzo di mercato al termine della concessione o locazione (verificato il raggiungimento delle finalità di riqualicazione e riconversione).

Le concessioni e le locazioni vengono di norma stipulate a seguito di procedure ad evidenza pubblica, salvo specifiche e residuali fattispecie (espressamente disciplinate dal d.p.r. 296/2005) in cui è possibile procedere mediante trattativa privata.

Dalla lettura del novellato comma 1 dell'articolo 11 del d.p.r. 296/2005 emerge che non sono annoverati tra i soggetti beneficiari delle locazioni a canone agevolato le associazioni sportive dilettantistiche affiliate a Discipline Sportive Associate.

Le Federazioni Sportive Nazionali (FSN), gli Enti di Promozione Sportiva (EPS) e le Discipline Sportive Associate (DSA), insieme alle Associazioni Benemerite e ai Corpi Sportivi Militari, sono gli organismi che compongono il CONI, riuniscono le diverse società e associazioni sportive e coordinano l’attività sportiva nazionale. A differenze delle FSN, le DSA hanno carattere principalmente ludico-ricreativo oppure non sono ancora riconosciute come sport olimpico, mentre gli EPS sono spesso emanazione di soggetti non sportivi.

Ti potrebbe anche interessare




Prodotti per Agevolazioni, Terzo Settore e non profit

16,25 € + IVA
14,90 € + IVA
151,54 € + IVA
91,92 € + IVA

Commenti

Non si vede perché gli EPS, enti che operano nel settore sportivo non agonistico ma di avviamento allo sport, non possano beneficiare delle agevolazioni introdotte con la norma in questione. Pur se a volte emanazione di soggetti che non hanno finalità sportive principali, sono pero' creati appositamente per uno scopo sportivo, non lucrativo , ne settore non agonistico (ASC, CSI...), che svolgono una funzione di utilità sociale ( avviare i giovani allo sport)Sono proprio questi enti che avrebbero bisogno di incentivi

Commento di Angela Silvia (11:41 del 10/01/2016)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)