scaglioni e aliquote irpef in vigore

Speciale Pubblicato il 09/01/2018

Scaglioni e aliquote Irperf 2017 2018

di Tossani Dott.ssa Claudia

Irpef 2018: guida alle aliquote per la tassazione dei redditi delle persone fisiche. 5 scaglioni dal 23% al 43%

L'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) è un'imposta sul reddito progressiva, ovvero aumenta più che proporzionalmente rispetto all'incremento del reddito, secondo i principi costituzionali della capacità contributiva e della progressività.
 
Il contribuente verserà l'imposta in funzione degli scaglioni di reddito nei quali rientra, applicando le relative aliquote che variano dal 23% al 43% valide sia per il 2017 che per il 2018.

Potrebbe interessarti anche il dossier gratuito CCNL:tabelle retributive 

Determinazione dell'imposta 2018

Per calcolare l'imposta dovuta, il contribuente dovrà determinare:
  1. il reddito complessivo, dato dalla somma dei redditi imponibili netti di ciascuna delle seguenti categorie:
    - Reddito da lavoro dipendente e assimilati;
    - Reddito da lavoro autonomo ed esercenti arti o professioni;
    - Reddito di impresa;
    - Redditi fondiari;
    - Reddito di capitali;
    - Redditi diversi.
  2. il reddito imponibile, dato dalla differenza tra il reddito complessivo e gli oneri deducibili e le eventuali perdite di anni precedenti
  3. l'imposta lorda ottenuta applicando al reddito imponibile le aliquote progressive corrispondenti ai diversi scaglioni di reddito;
  4. l'imposta netta, ottenuta sottraendo dall'imposta lorda precedentemente determinata, le detrazioni previste, gli eventuali crediti d'imposta spettanti.

L'imposta netta così ottenuta tuttavia non costituisce, peraltro, l’importo da versare, perché dall’imposta netta si dovranno scomputare:

  • i crediti di imposta;
  • i versamenti d’acconto;
  • le ritenute alla fonte a titolo d’acconto.

ottenendo così l'imposta effettivamente da versare.

Scaglioni e aliquote IRPEF 2018

Come abbiamo detto l'imposta viene calcolata in rapporto all'ammontare del reddito del contribuente, applicando aliquote diverse per scaglioni di reddito, la somma delle imposte dovute sui diversi scaglioni di reddito costituisce l'imposta lorda.

Riportiamo le aliquote IRPEF attualmente in vigore, considerate al netto delle addizionali :

Reddito imponibile
Aliquota
Imposta dovuta sui redditi intermedi (per scaglioni) compresi negli scaglioni
fino a 15.000 euro
23%
23% del reddito
da 15.001 fino a 28.000 euro
27%
3.450,00 + 27% sulla parte oltre i 15.000,00 euro
da 28.001 fino a 55.000 euro
38%
6.960,00 + 38% sulla parte oltre i 28.000,00 euro
da 55.001 fino a 75.000 euro
41%
17.220,00 + 41% sulla parte oltre i 55.000,00 euro
oltre 75.000 euro
43%
25.420,00 + 43% sulla parte oltre i 75.000,00 euro
 
Per determinare l'importo dell'imposta lorda (IRPEF lorda) si deve prima di tutto individuare lo scaglione in cui rientra il nostro reddito imponibile.
 

Esempio di calcolo aliquote irpef

Facciamo un esempio: se il reddito imponibile annuo per il 2014 è di 24.000,00 euro, quindi rientrante nel 2° scaglione di reddito, l'importo dell'IRPEF lorda sarà dato dalla somma di:
  • 15.000,00 euro * 23% = 3.450,00 euro
  • e la parte del reddito imponibile eccedente il limite inferiore del 2° scaglione moltiplicato per l'aliquota corrispondente, ovvero 27% sulla parte oltre i 15.000,00 euro (24.000,00 - 15.000,00 = 9.000,00) = 2.430,00 euro
per un totale di 5.880,00.
 


Commenti

Questo mese mi è stata applicata un 'aliquota irpef del 38% sull'intero ammontare della mia rata di pensione, perchè il totale dell'imponibile sfora di 167,65€ lo scaglione dei 28000€. In questo modo mi sono stati trattenuti più di 200€ sulla mensilità. Secondo me la quota da trattenere doveva essere di circa 64€.Ho sbagliato io?

Commento di Gianfranca (16:34 del 16/03/2015)

Secondo me I calculi che hai fatto tu sono esatti, probabilmente la trattenuta in piu viene da altro. nel frattempo ne sei venuta a capo ?

Risposta di massimo (10:39 del 12/05/2015) al commento di Gianfranca

Se si ristruttura un fabbricato realizzando due unità abitative, qual'è l'importo massimo dei lavori che si può portare in detrazione?

Cambia qualche cosa se il fabbricato da ristrutturare era identificato con più particelle catastali anche se è stato utilizzato come unica abitazione?

Commento di Mario (18:04 del 31/03/2015)

si,grazie ,il problema è stato risolto subito dall'inps-Grazie.

Commento di Gianfranca (21:16 del 14/05/2015)

2 domande: 1.percepisco un affitto con la cedolare secca. Impatta comunque sul reddito complessivo e quindi nella determinazione dello scaglione? 2. I versamenti nel fondo pensione sono deducibili? Riuscirei ad avere un ventagggio fiscale aumentando l'importo dei versamenti?

Commento di Valentina (08:24 del 17/05/2015)

No il reddito soggetto a cedolare è tassato separatamente e non impatta nell'imponibile per la determinazione degli scaglioni-

Risposta di Luigia Lumia (20:42 del 27/05/2015) al commento di Valentina

Non impatta sull'individuazione dello scaglione ma sul reddito ai fini delle detrazioni

Risposta di Alessandro (19:55 del 09/12/2016) al commento di Luigia Lumia

Il reddito minimo da che ammontare parte?

Commento di Elisabetta (11:26 del 27/05/2015)

Per i redditi da lavoro dipendente da 0 a 8.000 € vi è la cosidetta no tax area...Le ritenuta applicate dal datore di lavoro ti vengono riconosciute per intero come detrazione....

Risposta di Angelo Di Ceglie (23:35 del 05/06/2015) al commento di Elisabetta

e se uno ha un reddito di 8020,00 € cosa succede?

Risposta di Claudio (19:51 del 02/07/2015) al commento di Elisabetta

Ho una partita iva. se ho capito bene, per calcolare l'imponibile per determinare lo scaglione IRPEF, devo prima sottrarre il totale dei versamenti INPS dall'ammontare dei ricavi.

Commento di silvia (11:38 del 12/06/2015)

confermo

Risposta di angelo Di Ceglie (08:59 del 29/06/2015) al commento di silvia

Dal 2011 sono una pensionata inps. nel gennaio 2014 ho incassato(estinto) il Piano Individuale Pensionistico di € 11.153,00 meno la ritenuta IRPEF di € 1.673,00 (il 15%). Ho ricevuto il CU della Banca e ora Chiedo cortesemente di sapere se devo riportare tale importo e le ritenute applicatemi sul 730-precompilato che vorrei presentare autonomamente ? e DOVE ? oppure non devo indicare nulla? Ho chiesto sia alla banca che dall'Agenzia delle Entrate ma non mi hanno dato risposte esaurienti (o meglio...Si rivolga a un commercialista!!!??) Grazie del l'attenzione che vorrete dedicarmi e cordiali saluti, Letizia Moro

Commento di Moro Letizia (16:13 del 28/06/2015)

Percepisco uno stipendio da una società inglese, per un ammontare di 300 sterline al mese e per il fisco inglese questa cifra non ha tassazione, come mi devo comportare non avendo altri redditi? Grazie.

Commento di Stefania (00:48 del 17/07/2015)

Se non sei iscritta all'AIRE, i redditi percepiti all estero vanno tassati in Italia

Risposta di Anna Maria (14:08 del 11/08/2015) al commento di Stefania

Buonasera, vorrei chiedere un'informazione: per l'anno 2014 devo compilare il modello unico, nello stesso anno sono stato disoccupato (da dicembre 2013 a giugno 2014 per l'esattezza). Ho quindi avuto come sostituto d'imposta l'INPS. A Luglio 2014 ho aperto una partita iva regime dei minimi (5% di tassazione). Nel 2013 ho fatto una ristrutturazione di prima casa ed avevo diritto alle detrazioni irpef. Vorrei sapere se la quota spettante delle detrazioni irpef per l'anno 2014 è il 50% del totale e soprattutto se queste sono solo utilizzabili a compensazione (perchè ora non ho sostituto d'imposta) o se essendo stato il mio sostituto d'imposta l'INPS, posso comunque sperare che vengano monetarizzate sul mio conto. Grazie

Commento di Luca (16:28 del 04/08/2015)

Avendo aperto la partita Iva, anche se con il regime dei minimi deve fare l'Unico e quindi la questione del sostituto non ha importanza. Il sostituto opera solo attraverso il modello 730. Faccia l'unico e se a credito puo' compensare l'importo con i pagamenti 2015 o chiedere il rimborso.

Risposta di Luigia Lumia (18:19 del 04/08/2015) al commento di Luca

Ho registrato nel 2014 16.000 Euro di utile d'impresa e sono nello scaglione del 27% quanto vado a pagare il 20 agosto e posso rateizzare in quante rate la somma?

Commento di Susanna 1964 (18:39 del 09/08/2015)

Attenzione la tassazione degli utili è diversa a seconda che si tratti di partecipazione qualificata o non qualificata. Dal suo quesito non capisco.

Risposta di Luigia Lumia (10:46 del 09/09/2015) al commento di Susanna 1964

ho un reddito annuo di circa 36.000,00. Ho la possibilità di accettare un secondo lavoro con un incremento lordo di altri 12.000,00, ma dovrei spostarmi in un'altra città ed affittare un'abitazione. Posso portare in detrazione le spese di affitto (circa 6.000 euro annui) direttamente nella dichiarazione dei redditi. si tenga presente che il mio è lavoro dipendente

Commento di Luciana (12:29 del 04/09/2015)

No il canone di affitto non è detraibile. Direi che il suo reddito non le consente neanche di beneficiare della detrazione spettante sulle locazioni.

Risposta di Luigia Lumia (10:44 del 09/09/2015) al commento di Luciana

SONO PENSIONATO DA DICEMBRE 2014. ho ricevuto il tfr nel 2015. Mia moglie ha concluso il rapporto di lavoro il 31 gennaio 2015 - ha percepito lo stipendio di gennaio + il TFR + un rimborso INAIL per un infortunio (ora non lavora più e l'unico reddito è il 50% dell'abitazione principale). Quale tipo di dichiarazione dovrò fare nel 2016? Grazie.

Commento di Franco Bonizzi (11:34 del 07/09/2015)

Il TFR non deve essere dichiarato in quanto soggetto a tassazione separata che verrà liquidata direttamente dall'agenzia delle entrate - detratte le imposte già trattenute. Come pensionato potrà sempre utilizzare il modello 730.

Commento di Luigia Lumia (10:36 del 09/09/2015)

Andando in pensione ho trasferito la mia residenza in un'altra città in un alloggio in affitto dove pago 650 euro al mese ed ho dovuto affittare il mio alloggio (prima e unica casa di proprietà) a 400 euro al mese. Per effetto del cambio di residenza il mio alloggio è diventato 2^ casa e quindi pago IMU e tasse sugli affitti incassati con cedolare secca e spese condominiali a carico proprietario da una parte e a carico inquilino dall'altra. Perchè devo pagare più tasse se nell'operazione non ho avuto alcun aumento di reddito bensì una diminuzione? C'è la possibilità di pareggiare i conti o sono costretto a vivere per forza il resto della mia vita dove non vorrei perchè la mia pensione di 1350 euro non bastano più?

Commento di ubaldo (16:39 del 22/09/2015)

Buon giorno la mia domanda è la seguente,la mia tredicesima lorda e di euro 2878,quale aliquota irpef si applica,vi sarei grato grazie e buona giornata

Commento di giovanni usai (14:59 del 23/09/2015)

Ad aprile 2015 ho aperto PIVA con regime fiscale IRPEF (standard) dato che e la la stima del probabile reddito a fine anno sembrava dovesse superare i limiti consentiti dal regime dei minimi. Ora pero, dopo aver gia fatturato i mesi da maggio a agosto, mi sto rendendo conto che la stima era troppo alta e probabilmente il mio reddito sara inferiore a 30000 euro. Dato che possedevo già tutti gli altri requisiti per i minimi, mi chiedo se sia ancora possibile modificare il mio regime fiscale da standard a minimo. Grazie.

Commento di bruno (08:42 del 01/10/2015)

Pensionato, percepisco un importo di 1056 netti al mese. Domanda: come faccio a calcolare il lordo? ty

Commento di massimo (21:39 del 02/10/2015)

Salve questo mese ho fatto la richiesta dellacconto tfr per acquisto prima casa e me lo erogano febbraio 2016. Essendo che mi verrà dato in busta paga quante tasse in piu avrò calcolabdo che prendo di media 1700 euro netti e il tfr lordo e oltre 15000 grazie mille

Commento di Giosue (19:29 del 05/10/2015)

Pensionato inps ex imdap,nel mese di febbraio 2015,mi è stata riconosciuta la pensione supplementare inps di euro 25 lordo,nel mese di giugno mi è stata liquidata per l'intero 2015,nel credolino di ottobre mi trattengono euro 105, fino al dicembre,per cumulo pensioni,preciso che la pensione lorda ex inpda è di euro 2395 più 547 di iis,fino al mese di agosto avevo aliquota 38 e 28' con tredicesima pari a 1778,invece nel credolino di ottobre ho constatato la seguente variazione aliquota mas 25,19 media 28,65'e la tredicesima mi è stata portata netta euro 2156' come mai grazie

Commento di giovanni Battista usai (11:51 del 07/10/2015)

Mi trovo anch'io nella stessa situazione . Pensionato INPS ex INPDAP da Luglio 2016 mi è stata riconosciuta una pensione supplementare di 15 euro lordi. Dal mese di Ottobre 2016 mi trattengono 28 euro in più e si trattengomo anche 88 euro di arretrati irpef, tre rate fino a Dicembre. L'aliquota massima prima era 38 e media 27, ora passa a max 25 media 27. La max superiore alla media! In compenso la tredicesima passa da 1664 a 1996. A quanto pare viene applicata la nuova aliquota max. Strano algoritmo!

Risposta di Sergio De Sordi (19:07 del 02/11/2016) al commento di giovanni Battista usai

Percepisco uno stipendio da una università olandese presso cui lavoro per fare un PhD. Come devo comportarmi con le tasse? Non devo nulla alle casse italiane, vero?

Commento di Edoardo (16:48 del 19/10/2015)

Devo aprire una casa vacanze e vorrei capire cosa mi potrebbe restare al netto. Consideriamo un fatturato di 25.000 e 7 mila euro di spese detraibili. altri 2 mila euro di imu e tares e mille di commercialista. Cosa mi resterebbe al netto ? grazie

Commento di mario (10:08 del 25/10/2015)

premetto che non lavoro e ho solo un reddito di € 6000,00 annuali da una locazione quanto devo pagare se non aderisco alla cedolare secca?

Commento di Margot (10:16 del 28/10/2015)

con la cedolare secca per appartamenti in affitto è il 22%

Commento di gabriele (13:11 del 03/11/2015)

la liquidazione di una cessazione di lavoro di 9mila euro ricevuta nel 2015,il prossimo anno devo dichiararla o le liquidazioni non si dichiarano?e nel caso quanto sono tassabili?

Commento di sabrina (17:10 del 13/11/2015)

Voglio far presente solo una cosa. Io abito in Brasile da 9 anni, sono pensionato in Italia con moglie a carico casalinga e figlia 16enne studente. Qualcuno di voi mi aveva detto che trasferendomi in Brasile, avrei perso gli assegni famigliari per il Nucleo e anche le detrazioni per carichi di famiglia. Non è stato così. Io ho sempre mia moglie che non lavora e la figlia sempre studente. Attualmente guadagno la stessa pensione, senza decurtazioni, che guadagnavo in Italia. Questo l'ho scritto in quanto servirà a qualche altro pensionato che si dovesse trasferire all'estero

Commento di ottorino (12:13 del 16/11/2015)

Buongiorno, il 22 settembre 2015 ho terminato il raporto di lavoro per un'azienda e dal 1 ottobre 2015 ho iniziato il rapporto di lavoro con un'altra. Dalla certificazione unica che ha redatto l'azienda con cui ho conluso il rapporto figura che ho prodotto reddito per circa 19.900 €. In questa quota è già compreso il TFR? La ditta che mi ha appena assunto dovrà quindi presentare la CERIFICAZIONE UNICA 2015 applicando l'aliquota al 27% sul totale del reddito che produrrò da Ottobre 2015 a Dicembre 2015? Inoltre a questa ditta dovrò chiedere di fare il conguaglio IRPEF in modo da non dover presentare il 730 per l'anno 2015? Vi ringrazio per la gentile risposta. Saluti

Commento di Chiara (10:17 del 18/11/2015)

Buongiorno, vorrei un'informazione circa le aliquote IRPEF che si applicano in maternità. Attualmente ricado nello scaglione con aliquota tassata al 38 %. Vorrei sapere se per la maternità obbligatoria e soprattutto per quella facoltativa (per cui si percepisce il 30 % dello stipendio lordo), la tassazione risulterebbe inferiore o resterebbe invariata. Grazie

Commento di Marilena (11:50 del 25/11/2015)

dall'imponibile totale dei redditi vanno sottratti irpef già versata e dall'importo calcolo aliquota irpef.

Commento di vincenzo (19:07 del 26/11/2015)

il mio commercialista ha fatto un integrazione sul mio 730/2015 (aveva omesso le spese mediche). Quando mi verrà rimborsato l'mporto a credito nella cedola di pensione ? (integrazione fatta a luglio 2015)

Commento di enrico (19:03 del 28/11/2015)

buonasera,ho un reddito di circa 8000/ 8300 da fabbricati,quest'anno mi trovo a pagare più tasse del previsto: 4000 euro circa di irpef,il caf sostiene che sia giusto.comìè possibile pagare la metà se l'aliquota è del 23%?il caf sostiene che c'è l'acconto 2016,qualcuno mi può spiegare?grazie

Commento di Sonia (16:44 del 09/12/2015)

Salve, a fine dicembre 2014 ho lasciato un appartamento a Roma in cui abitavo ed esercitavo la libera professione. Mi sono trasferita in un altra regione ed ho lasciato il domicilio lavorativo a roma presso lo studio di un collega. Ho preso in affitto un appartamento nella nuova città in cui ora vivo e svolgo la professione. Ho avuto incarichi professionali peró solo su Roma. Posso portare in detrazione una quota di affitto della casa della nuova città? Ps: la residenza è presso la casa dei miei genitori in altro paese.

Commento di Delia (01:38 del 15/12/2015)

No, devi avere la residenza nell'appartamento di cui vorresti avere la detrazione per l'affitto

Risposta di Valerio (18:13 del 07/01/2016) al commento di Delia

grazie Renzi anche x quest'Anno abbiamo il socio de sta minkia che si pappa tutto . noi lavoriamo e voi a sbaffo .e ti permetti anche di non firmare la dettasazione sui premi ,noi Italiani siamo alla fame . grazie Renzi

Commento di alessandro (14:44 del 23/12/2015)

Voglio fare un solo commento, l'Italia detiene il primato in Europa per le tasse, per questo motivo mi sono trasferito definitivamente in Polonia, dove l'imposizione fiscale è molto più bassa. Voglio fare un esempio, sulla mia pensione ho un risparmio di 2.400 euro all'anno

Commento di Salvatore Losso (18:21 del 26/12/2015)

Mi sono trasferito in Polonia, perchè le tasse in Italia sono troppo elevate. In Polonia ci sono soltanto due aliquote : 18% fino a 20.300 euro - 32% oltre 20.300 euro e una detrazione di 140 euro non si paga la nettezza urbana per chi non usufruisce del servizio, quando il cittadino per esempio si assenta per tutto il periodo delle ferie, mentre in Italia si paga questo servizio tutto l'anno anche quando non si usufruisce del servizio e i comuni italiani hanno un indebito arricchimento a danno del cittadino..

Commento di Salvatore Losso (18:43 del 26/12/2015)

Il Governo italiano per fare cassa e diminuire il debito pubblico deve rivedere le pensioni superiore a 10.000 euro e le altissime liquidazioni a dirigenti pubblici e privati. In Italia ci sono pensioni che vanno da 30.000/45.000 euro neanche nel Paese più ricco del mondo ci sono pensioni così elevate.

Commento di Salvatore Losso (10:10 del 27/12/2015)

Ciao, ho registrato p iva quest'anno e avrò un reddito di circa 8mila euro, forse meno. Sono soggetto al pagamento del 28% inps e 5% aliquota fissa come previsto dal regime dei minimi o esente da tasse (il che sarebbe quasi meraviglioso)?

Commento di Claudio (15:12 del 29/12/2015)

Una botta di conguaglio IRPEF quest'anno ! Mai avuta una detrazione così forte. A cosa è dovuto secondo voi? Ho goduto fine 2014 di un acconto su fondo pensionistico, ma già tassato alla fonte. Grazie

Commento di orlando malito (12:34 del 30/12/2015)

Sono pensionata INPS e ho percepito la pensione ad agosto 2014. Nel 2015 nella mia pensione mi sono trovata una trattenuta IRPEF per il 2014 e per la quale il call center dell'Inps mi ha riferito che ci sarà per tutto il 2015. Ora vedo nel sito Inps la mia pensione 2016 dove di nuovo c'è trattenuta IRPEF per l'anno 2016. Ma fino a quando debbo avere queste trattenute quando l'Inps mi ha detto che era solo per il 2015? E per quale motivo ci sono queste trattenute che per me che sono sola con figlio disoccupato ammontano ad 80 euro 30 euro in più del 2015? Grazie

Commento di loretta luzzi (14:29 del 03/01/2016)

Ricevo dal mio ex marito un assegno di mantenimento di 250€ al mese e non ho altre entrate; devo fare la dichiarazione dei redditi?

Commento di Angelina (11:29 del 02/02/2016)

Sono una pensionata (Ex Inpdap). Con il rateo di Feb. 2016 ho percepito € 180,00 c. in meno rispetto al Feb. 2015. Questo pur avendo avuto le stesse entrate. Ho solo percepito € 35,00 di arretrati per una ricongiuzione di una pensione di € 3.50 dovute a delle giornate lavorate come comparsa. L'Inps mi ha risposto dicendomi che c'è stato il conguaglio sulle 2 pensioni applicando l' Irpef per scaglione di reddito. Il mio reddito, rientra sempre nel primo scaglione di € 15.000.

Commento di Tindara (12:49 del 04/02/2016)

Da agosto 2015 percepisco la Naspi ed ho mensilmente delle trattenute irpef di circa 220 euro su un importo di circa 900 .... Non percepisco altri redditi é possibile?

Commento di claudia (15:58 del 10/02/2016)

Buonasera, ho due quesiti: ho lavorato nel 2015 con un contratto a progetto, ho percepito circa 5000 euro lordi. Dovrò fare la dichiarazione dei redditi? O rientro nella no tax area? Secondo quesito: nel 2008 ho percepito il tfr da una vecchia azienda, nello stesso anno ho percepito altri redditi da lavoro dipendente. Non ho fatto il cumulo dei redditi pensando che non dovesse esser fatto poiché il Tfr era già tassato. È corretto, o avrei dovuto fare il 730? Con il cumulo sarei passata allo scaglione successivo

Commento di Giulia foglia (01:23 del 13/02/2016)

I trattamenti sociali (es. disoccupazione o maternità) rientrano nella notaxarea?

Commento di Marco (21:41 del 22/02/2016)

Salve volevo sapere un'informazione , sono pensionato da un mese ma l'Irpef si paga tutti i mesi? Perché nn capisco perché devo percepire solo 1200 al mese

Commento di Giuseppe (23:53 del 22/02/2016)

Buongiorno, vorrei sapere un'informazione se possibile, sono un'agente di commercio, a fronte di un reddito di 180,000 euro quale sarebbe la somma di tasse da versare? Cordiali Saluti e grazie per la cortesia

Commento di Luigi (14:05 del 07/03/2016)

Sono un pensionato e vorrei trasferire la mia residenza in Francia. Vorrei sapere se in Francia tale tassazione è più alta o più bassa...questo perché quello che mi interessa veramente è sapere se in Francia riceverei una pensione maggiore o minore! Ringrazio

Commento di Alessandro (00:54 del 17/03/2016)

Buongiorno, mi è stato proposto un contratto di lavoro come "borsa lavoro" con un compenso pari a 600 €/mese, per una durata di 6 mesi. Se nel 2016 non ho altri redditi devo pagare delle tasse? Ringraziando per l'attenzione, porgo cordiali saluti.

Commento di Anna (16:33 del 04/04/2016)

Salve io ho appena ricevuto la seconda mensilita della NASPI. Calcolata su una media di 1578 euro, mentre la volta prima che ero entrata in disoccupazione era calcolata su media di 1752 (mi ha scritto l inps). Ho guardato i dettagli dei pagamenti e mi sa che c'è qualcosa che non va: la volta prima su 1013€ mi toglievano 80 euro di IRPEF ora ho preso dal 5 al 15 marzo 355€-80 IRPEF e dal 15 al 31 marzo 521€-120 IRPEF. Come cavolo è possibile che è maggiore se l'importo è la metà???

Commento di eva (13:54 del 07/04/2016)

Salve. Se percepisco in un anno soltanto 1000 euro per una singola prestazione occasionale (lavoro autonomo occasionale), posso usufruire della detrazione per redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente ed altri redditi (esempio: Rigo RN7 Colonne 3 e 4 del modello Unico 2015)? Grazie.

Commento di Umberto (12:17 del 08/04/2016)

Buongiorno, nei primi mesi del 2015 ho ricevuto disoccupazione ordinaria per circa 4.000 euro lordi, successivamente mi sono trasferito all'estero (Egitto) in Maggio 2015 ed iscritto ufficialmente all'AIRE da settembre 2015. Ho percepito redditi da maggio a dicembre, devo dichiarare in Italia il periodo maggio-settembre durante il quale non ero iscritto all'Aire? E' corretto che il 75% delle imposte pagate in Egitto sia detraibile ai fini del reddito in Italia? ho dovuto subito inoltre importanti spese mediche in Italia, sono detraibili ed in che misura? GHrazir

Commento di Mauro (09:08 del 12/06/2016)

SALVE, HO UNA PENSIONE DI 36000 € , DA LUGLIO PERCEPIRO' € 3500 AL MESE PER DEI FITTI. QUANTO DI TOCCHERA' VERSARE ALLO STATO?

Commento di GIULIA (17:21 del 13/06/2016)

Salve,ho un reddito da lavoratore dipendente di E.24 000 annuo,con tassazione Irpef del 27% beneficio delle detrazione fiscale , per ristrutturazione casa che ricevo a Luglio del valore di E. 2000. Ho inoltre, un reddito da immobile in locazione di E.13 400 annui. La domanda e;l'irpef da applicare sono due sui due redditi separati ,oppure un'aliquota sommando i due redditi? Poi i due redditi incideranno sui E.2000 di detrazione che ottengo a Luglio di ogni anno? Grazie e buon lavoro

Risposta di nicola (12:46 del 12/04/2017) al commento di GIULIA

sono degli autentici strozzini, specialmente per le due fasce basse (fino ai 15000 euro e fino ai 28000 Euro), che sarebbe il minimo per vivere dignitosamente! E' una vergogna, e poi ci chiediamo perché i negozi chiudono i battenti.

Commento di Ella (23:38 del 19/06/2016)

Ho come unico reddito 3600 euro anni che percepisco da una casa data in affitto con cedolare secca. Presento solo il CUD. se ho una ritenuta d acconto di 5000 euro all anno. Devo presentare il 730? E quanto pago di tasse?

Commento di marinella (22:04 del 21/06/2016)

salve sono una lavoratrice dipendente con reddito annuo di circa euro 21.000,00, + 4.200,00 che percepisco per un immobile in locazione (per il quale pago una cedolare secca), fino all'introduzione del bonus Renzi non avevo comunicato al mio datore di lavoro l'importo del fitto annuo che percepisco (per il quale ribadisco che pago e ho sempre pagato tutte le tasse). Una volta comunicato tale reddito, necessario per determinare l'importo del bonus, in sede di conguaglio annuale ho pagato una somma maggiore di irpef vedendomi decurtato lo stipendio di circa euro 400,00, la mia domanda è la seguente: la cedolare secca comporta che i canoni tassati con l’imposta sostitutiva sono esclusi dal reddito complessivo e, di conseguenza, non rilevano ai fini della progressività delle aliquote IRPEF. come mai allora solo da quando ho comunicato questo ulteriore reddito pago di più di irpef? Grazie a chi mi darà delucidazioni. Giovanna

Commento di giovanna (17:03 del 04/07/2016)

Ho un reddito di 7792,0 € per l'anno 2015 e per 30€ non posso ottenere il rimborso di 80€ mensili del bonus Renzi, non ho ancora presentato la mia dichiarazione dei redditi, posso variare il modello unico prima della presentazione e se si come? Ci sono sanzioni per il mio datore di lavoro?

Commento di Tore (00:08 del 07/07/2016)

NOTA BENEGLI IMPORTI DEGLI SCAGLIONI IRPEF SONO CORRETTI PERO NON TENGONO CONTO DEL FATTO CHE AD OGNI SCAGLIONE VA SOMMATO ANCHE IL PRIMO ACCONTO IRPEF IN DATA 16/07 PARI AL 40% OLTRE ALLO 0,40% DI MAGGIORAZIONE (GIUSTAMENTE PERCHE SI PAGA POCO) E DEL SECONDO ACCONTO IRPEF IN DATA 30/11 OLTRE AGLI ACCONTI INPS, IRAP SEMPRE CON UGUALE METODO. QUINDI SE DI TASSE DOVRESTI PAGARE 10 CON QUESTO METODO PAGHI 10+5 ACCONTI+INTERESSI+INPS E IRAP DELL'ANNO SUCCESSIVO ECC. ECC. SISTEMA MOLTO ONESTO E FATTO BENE!!!! QUINDI SE GUADAGNI 25 TE NE RIMANGONO FORSE 5!!!

Commento di ROBERTO BAZZINI (13:49 del 15/11/2016)

Buonasera, su un reddito annuo lordo di circa 40.000 € di pensione, perche l'INPS sulla tredicesima mensilità applica l'aliquota massima del 38% irpef sull'intero importo e non a scaglioni come per le dodici mensilità.

Commento di Antonio (20:19 del 27/11/2016)

Buongiorno, sono un lavoratore dipendente e il mio scaglione IRPEF è al 38%. Ho eseguito un lavoro in ritenuta d'acconto volevo sapere come calcolare il netto di questa prestazione. Se il compenso netto che mi aspetto è di 1000 euro quanto dovrò esporre al mio committente? So che la ritenuta di acconto è del 20 per cento ma non capisco se il 18% che dovrò pagare come conguaglio dovrò calcolarlo sul lordo o sul netto che percepirò dal committente? Esempio per ricevere 1000 euro netti dovrò far pagare lordi 1.614 (1.614-38% = 1000)? Oppure 1525 lordi (1525 - 20% = 1220 -18& = 1000) grazie 1000 Fabio

Commento di Fabio (11:42 del 18/01/2017)

Buongiorno, tra dicembre 2015 e dicembre 2016 ho svolto unicamente lavori di collaborazione autonoma occasionale, con tre differenti CUD la cui somma lorda è nettamente inferiore agli 8000,00 € (si parla di 5262,50 €). Nel momento di presentare l'Unico, dovrò pagare, mi verrà restituito qualcosa o, come mi dicono nel CAF di riferimento, sarà un po' di uno e un po' dell'altro? Nella sezione "ritenuta a titolo d'acconto" si trovano, rispettivamente, 970,00 - 67,50 e 25,00 euro.

Grazie per la risposta. Cordiali Saluti. Marco

Commento di Marco (12:24 del 29/03/2017)

Buongiorno, Volevo una informazioni,se sovessi prendere un incentivo all esodo,quanto verrà tassato il prossimo anno? Subito viene tassaro del 23%'...ma poi lo stato vorrà altri soldi su ciò che ha già tassato? E come lo calcolo? Grazie mille

Commento di Arianna Tucci (13:07 del 09/04/2017)

Sono un medico in pensione inps con reddito imponibile lordo di 66.000 euro e rotti e sono possessore della mia casa di abitazione di meno di 100 mq. Da quest'anno percepisco anche la pensione ENPAM che ammonta alla bellezza di 2000 euro lordi ANNUI (129 euro netti al mese). Questi 2000 vanno sommati ai 66.000 per un totale di 68000 per cui rimango sempre nella fascia sotto i 75000 oppure c'è qualche ulteriore balzello?Grazie

Commento di Paolo Cagnoni (16:36 del 25/05/2017)

Buona sera, È terminato il mio contratto di apprendistato, e si è trasformato in contratto a tempo indeterminato ( in automatico, senza aver firmato un nuovo contratto). La mia domanda rigurda la percentuale irpef a carico del dipendente. Con contratto di apprendistato l'irpef a mio carico era pari al 5,84% , ora dopo tra anni di apprendistato l' irpef a mio carico ė del 5,99%. Ma un lavoratore a tempo indeterminato non ha un irpef a suo carico del 9,19 %? È corretto 5,99%? Grazie

Commento di Matteo (22:13 del 29/05/2017)

Ciao , ho avuto la fortuna di avere un premio produzione in busta paga, di un lordo di 2600 euro, aggiunto ad un lordo di circa 2300 di busta paga.. Risultato, 3300 euro netti..come potete notare la tassazione è stata altissima, specifico che di solito il mio metto è di 1500 euro circa. La mia domanda è la seguente..il mese prossimo, che percentua le di tassazione mi verrà applicata? Perché non vorrei che , avendomi tassato questo mese al 38 % , invece che al canonico 23-27 % Lo facessero anche il mese prossimo...o ogni mese la tassazione viene ricalcolata?

Commento di Mattia (10:50 del 17/06/2017)

Vorrei fare una domanda: mio padre è un dipendente statale, in busta paga ogni mese gli viene detratta un aliquota del 27% IRPEF, oltre al suo unico stipendio da lavoratore dipendere percepisce un affitto da capannone; il calcolo dell'irpef di novembre e di giugno deve essere fatto solo sull'affitto del capannone oppure deve essere calcolato anche sullo stipendio ? perché altrimenti a cosa servono quelle trattenute del 27% ogni mese ?

Commento di Sabrina (13:20 del 21/06/2017)

Salve, vorrei chiedere un oppinione secondo le vostre esperienze se è possibile pagare 2.347€ di tasse(prima rata di 1.556€ e la seconda di 791€) con un reddito imponibile di 12.852€(contratto indeterminato come assistente alla persona) + 1.804€ (in 2 anni e 6 mesi, e sapendo già che è tassabile di 20%) persona singola senza persone a carico, senza affitti (abito con i genitori), senza macchina di proprietà, solo con un mucchio di rate da pagare a Equitalia (per il motivo di due anni di attività chiusa in negativo) di quale 924€ da poter dedurre dal reddito complessivo. Grazie mille a chi risponderà

Commento di Delfina (14:42 del 14/07/2017)

Buonasera, vorrei un Vostro gentile consiglio, sono un piccolo imprenditore, iscritto in agricoltura dal 98 come manutenzione di parchi e giardini, fatturo circa 100.000€ annui.... le tasse sono diventate insostenibili, c'e chi mi ha consigliato di fare una SRLS chi mi dice che e meglio una azianda famigliare e chi mi dice che le coop sono una salvezza.... mi potreste dare qualche chiarimento/consiglio. Vi ringrazio molto, un saluto...

Commento di Gianpaolo (17:52 del 01/08/2017)

Salve, io percepisco un "Assegno Ordinario di Invalidità" (AOI) ed uno stipendio per lavoro dipendente. Sia INPS che il Datore hanno riportato nei rispettivi CUD il 100% dell'AOI e dello stipendio e non c'é traccia della trattenuta mensile di 1050 euro che viene fatta dal Datore a favore dell'INPS data l'incumulabilità dell'AOI con il reddito da lavoro dipendente. Ora con il 730 risulta che devo pagare un'IRPEF aggiuntiva di qualche migliaio di euro. A me sembra di dover pagare l'IRPEF anche sulla quota di AOI (circa il 60%) che devo restituire all'INPS. E' giusto che nei CUD non si tenga conto della trattenuta? Mi potreste dare qualche chiarimento? Grazie 1000.

Commento di Valerio Marcassa (08:49 del 06/08/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)