HOME

/

FISCO

/

ESTEROMETRO 2020 TRIMESTRALE

/

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI LEGATE AL TURISMO EFFETTUATE NEL 2020

Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate nel 2020

Entro il 12 aprile per i soggetti mensili, e 20 aprile per i trimestrali, invio dati degli acquisti in contante effettuati dai turisti nel 2020 di importo superiore a 1.000 euro

Limitare l’uso del contante è importante perché costituisce lo strumento tipico per la gestione del “nero”. Coerentemente con questa logica ricordiamo che a decorrere dal 1° luglio 2020, non è consentito il pagamento in contanti tra soggetti diversi (persone fisiche / giuridiche), in un'unica soluzione, di importo pari o superiore a 2.000 euro (il Decreto salva Italia aveva abbassato a 1.000 euro la soglia a partire dalla quale erano vietati i pagamenti in contanti, tale limite è stato poi portato a 3.000 euro dalla Legge di Stabilità 2016, con effetto a partire dal 1° gennaio 2016).

Per non penalizzare le attività turistiche, con il D.l. 16/2012 è stata concessa una deroga al limite all'utilizzo del contante, grazie alla quale è possibile accettare pagamenti in contanti da parte di privati cittadini stranieri, non residenti in Italia, di importo pari o superiore a 1.000 euro ma inferiore a 15.000 euro, a condizione che venga rispettato, da parte degli esercenti, un iter ben preciso che sarà di seguito analizzato, con l'invio telematico all'Agenzia delle Entrate del Modello di comunicazione polivalente, utilizzando il quadro TU (nonostante il limite ordinario all'uso del contante sia stato ridotto a 2.000 euro dall'1.7.2020, il limite minimo al superamento del quale scatta l'obbligo di presentare la comunicazione non risulta essere stato adeguato e rimane 1.000 euro).

La soglia di 15.000 euro è stata abbassata a 10.000 dal D.lgs. 90/2017 e nuovamente riportata a 15.000, con decorrenza 1.1.2019, dalla Legge di Bilancio 2019.

Ti potrebbe interessare il Pacchetto Atlante Antiriciclaggio (10 eBook)  acquistabili anche singolarmente

o anche l'e-book Attività di Compro Oro: Normativa antiriciclaggio

1) Deroga all'uso del contante per commercianti al minuto e agenzie viaggio

E' prevista una deroga al limite dell’uso del contante (art. 3 commi 1 e 2 del D.l. 16/2012), a favore degli acquisti effettuati in esercizi e negozi legati al turismo, da parte di cittadini di Paesi al di fuori della Ue e dello spazio economico europeo. 

Si tratta in particolare delle cessioni di beni e prestazioni di servizio effettuate:

  • da commercianti al minuto e soggetti assimilati ex art. 22, DPR n. 633/72 (ad esempio, alberghi, ristoranti, ecc.), per i quali non sussiste l’obbligo di emissione della fattura;
  • da agenzie di viaggio e turismo ex art. 74-ter, DPR n. 633/72, che effettuano operazioni per la organizzazione di pacchetti turistici costituiti da viaggi, vacanze, circuiti “tutto compreso” e servizi connessi;

nei confronti di persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana e comunque diversa da quella di uno dei Paesi dell'Unione europea ovvero dello Spazio economico europeo, che abbiano residenza fuori dal territorio dello Stato:

  • di cittadinanza diversa da quella italiana, comunitaria ovvero di uno Stato appartenente allo SEE;
  • non residenti in Italia.

In tali circostanze la soglia di 2.000 euro a partire dalla quale i trasferimenti in denaro devono essere effettuati con strumenti tracciabili, è elevata a 15.000 euro (per le operazioni avvenute fino al 31.12.2018 la soglia era 10.000 euro).

2) Adempimenti per beneficiare della deroga all'uso del contante

Per poter usufruire della deroga, quindi beneficiare del maggior limite di 15.000 euro, gli esercenti devono:

  • inviare una comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate, esclusivamente in modalità telematica, utilizzando l'apposito modello (i cui termini e modalità sono stati stabiliti con provvedimento direttoriale del 23.03.2012);
  • acquisire dal cliente:
    • fotocopia del passaporto del cliente;
    • autocertificazioneattestante:
      • la cittadinanza (il cliente non deve essere cittadino italiano / comunitario / di uno Stato appartenente allo SEE (Spazio Economico Europeo);
      • la residenza (non italiana);
  • depositare in banca sul proprio c/c, il primo giorno feriale successivo all’operazione, le somme incassate e consegnare a quest’ultimo copia della ricevuta della comunicazione preventivamente inviata all’Agenzia delle Entrate con la quale si comunica di voler aderire a tale disciplina;
  • inviare un'apposita comunicazione all'Agenzia delle Entrate per le operazioni di importo unitario pari o superiori a 1.000 euro e fino a 14.999,99 euro.

L'aumento della soglia per l'uso del contante, effettuato con la Legge di Stabilità 2016 (che ha alzato il limite da 1.000 a 3.000 euro) non ha impatto sulla comunicazione in esame in quanto la norma di riferimento (art. 3 comma 2-bis del D.l. 16/2012) non è stata modificata. Anche per il 2020, (comunicazione da effettuare nel 2021) quindi, dovranno essere comunicate le operazioni di importo pari o superiore a 1.000 euro e inferiori a 15.000 euro.

3) Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate nel 2020: termine di invio

Le operazioni in contanti legate al turismo effettuate nel 2020 nei confronti di cittadini extraUE, non residenti in Italia, di importo pari o superiore a 1.000 euro e inferiori a 15.000 euro, devono essere comunicate all'Agenzia delle Entrate utilizzando il quadro TU del Modello di comunicazione polivalente, entro il 10 aprile dell’anno successivo per i contribuenti mensili o entro il 20 aprile dell’anno successivo per i contribuenti trimestrali.

Pertanto, con riferimento alle operazioni del 2020, la comunicazione deve essere inviata entro il:

  • 12.04.2021 per i soggetti con liquidazione IVA mensile (in quanto il 10.04.2021 è sabato, pertanto il primo giorno feriale utile è il 12 aprile). ;
  • 20.04.2021 per i soggetti con liquidazione IVA trimestrale.

4) Tabella riepilogativa

Con la seguente tabella si riassumono le differenze dovute all'intervento della Legge di Bilancio 2019 sui limiti delle operazioni legate al turismo, che possono essere effettuate attraverso l'utilizzo di denaro contante e che devono essere comunicate, e sulla cittadinanza dei turisti coinvolti nell'operazione.

Periodo da comunicareLimite denaro contanteCittadinanza turisti
2018
10.000
Extra-UE
201915.000• Ue
• Extra-UE
• SEE
202015.000• Ue
• Extra-UE
• SEE


Allegato

Art. 3 D.l. 16/2012
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ESTEROMETRO 2020 TRIMESTRALE · 30/04/2021 Note credito e esterometro: un esempio di annotazione

Cosa sono le note di credito e le note di debito, come gestirle relativamente alla comunicazione per l'esterometro.

Note credito e esterometro: un esempio di annotazione

Cosa sono le note di credito e le note di debito, come gestirle relativamente alla comunicazione per l'esterometro.

Esterometro: le scadenze di presentazione 2021, la prima il 30 aprile

Per l'esterometro il 2021 dovrebbe essere l'ultimo anno di vita, dal 2022 anche per le fatture estere ci sarà obbligo di fatturazione elettronica e l'esterometro andrà in pensione

Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate nel 2020

Entro il 12 aprile per i soggetti mensili, e 20 aprile per i trimestrali, invio dati degli acquisti in contante effettuati dai turisti nel 2020 di importo superiore a 1.000 euro

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.