Modello di Comunicazione Polivalente

Modello di Comunicazione Polivalente

Modello di Comunicazione polivalente con relative istruzioni, operazioni rilevanti ai fini Iva (spesometro), acquisti da San Marino, paesi Black list

Leggi dettagli prodotto

Il prodotto è in formato zip

Gratuito
Data: 19/03/2015
Tipologia: Modulistica


Dettagli prodotto

Sono obbligati alla presentazione della comunicazione tutti i soggetti passivi dell’imposta sul valore aggiunto, che abbiano effettuato:

  • operazioni rilevanti ai fini IVA nel periodo di riferimento, quindi tutte le operazioni imponibili, non imponibili ed esenti di qualsiasi importo se documentate con fattura, di importo non inferiore ai 3.600 € se non documentate da fattura, con la sola esclusione delle operazioni rientranti in una delle fattispecie elencate all’art. 2, punto 2.2 del Provvedimento a cui sono allegate le presenti istruzioni. Sono esonerati dall’obbligo di comunicazione i contribuenti che si avvalgono del regime di cui all’articolo 27, primo e secondo comma del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 (regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità), lo Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico nell’ambito di attività istituzionali diverse da quelle previste dall’articolo 4 del d.P.R. n. 633/1972.
  • operazioni legate al turismo realizzate in deroga alla disposizione di cui all’art. 49, comma 1, del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, nel rispetto delle condizioni previste alle lettere a) e b) dell’art. 3, primo comma, del decreto legge 2 marzo 2012 n. 16 di importo non inferiore ai 1.000 €, soglia entro cui è in ogni caso ammesso l’uso del denaro contante, e fino ad un massimo di 15.000 € (quadro TU); le operazioni superiori a 15.000 Euro sono comunicate nei quadri ordinari.
  • registrazioni di acquisti da operatori residenti nel territorio della Repubblica di San Marino;
  • operazioni, comprese quelle fuori campo IVA, effettuate nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei Paesi a fiscalità privilegiata iscritti nella c.d. black list. Per black list si intende l’elenco degli Stati individuati dal decreto del Ministro delle finanze 4 maggio 1999 e dal decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 21 novembre 2001.



SKU FT-25250 - Ulteriori informazioni: cat1modulistica-fac-simili / cat2modulistica_ufficiale