HOME

/

DIRITTO

/

TERZO SETTORE E NON PROFIT

/

SANZIONI OBBLIGHI INFORMATIVI EROGAZIONI PUBBLICHE: COSA CAMBIA NEL MILLEPROROGHE 2022?

Sanzioni obblighi informativi erogazioni pubbliche: cosa cambia nel Milleproroghe 2022?

Decorrenza delle sanzioni per gli obblighi informativi sulle erogazioni pubbliche: slittamenti previsti nel cd. Decreto Milleproroghe. Guida alle novità

Il comma 28-ter dell’articolo 1, introdotto nel corso della conversione in legge del decreto cd. Milleproroghe, proroga al 31 luglio 2022 (rispetto alla data del 1° gennaio 2022 attualmente previsto) l’applicabilità delle sanzioni previste dalla legge n. 124 del 2017 (legge annuale per il mercato e la concorrenza 2018) per l’inosservanza di alcuni obblighi informativi in materia di erogazioni pubbliche per l’anno 2021. Si ricorda brevemente che un primo slittamento del termine per l’applicazione delle sanzioni è stato introdotto con l’articolo 11-sexiesdecies del decreto-legge n. 52 del 2021, il quale ha previsto che, in riferimento all’anno 2021, le sanzioni si applicano a decorrere dal 1°gennaio 2022.

 In generale, le sanzioni riguardano l’inosservanza degli obblighi di trasparenza a carico di associazioni e imprese, che consistono nella pubblicazione entro il 30 giugno di ogni anno delle informazioni relative a

  • sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, 
  • in denaro o in natura, 
  • non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria
  • ricevute da pubbliche amministrazioni nell’esercizio finanziario precedente.

 

Tale disciplina è stata riformulata dall'art. 35, comma 1, D.L. 34/2019. In particolare, le norme obbligano

  • le associazioni di protezione ambientale, 
  • le associazioni dei consumatori e degli utenti, 
  • le associazioni, 
  • le Onlus e fondazioni,
  • nonché talune cooperative sociali, che svolgono attività a favore degli stranieri 
  • e imprese 

di pubblicare nei propri siti Internet o analoghi portali digitali, entro il 30 giugno di ogni anno, le erogazioni effettuate dalle PA e dai soggetti di cui all'articolo 2-bis del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, e percepite nell’esercizio finanziario precedente

Per le imprese destinatarie dell’obbligo di pubblicazione delle informazioni, è prevista una specifica disciplina circa tempi e modalità per l’espletamento di tale obbligo. In particolare

  •  i soggetti tenuti alla redazione della nota integrativa pubblicano nelle note integrative del bilancio di esercizio e dell'eventuale bilancio consolidato gli importi e le informazioni relativi a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, agli stessi effettivamente erogati dai citati soggetti. 
  • Con riferimento ai soggetti che redigono il bilancio in forma abbreviata e ai soggetti comunque non tenuti alla redazione della nota integrativa la norma prevede che essi assolvano l’obbligo di pubblicazione, analogamente a quanto previsto per Onlus, associazioni e fondazioni, mediante pubblicazione delle medesime informazioni e importi, entro il 30 giugno di ogni anno, su propri siti Internet, secondo modalità liberamente accessibili al pubblico o, in mancanza di questi ultimi, sui portali digitali delle associazioni di categoria di appartenenza dell’impresa.

Si ricorda che l’inosservanza degli obblighi informativi in materia di sovvenzioni pubbliche comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria pari all’1% degli importi ricevuti con un importo minimo di 2.000 euro, nonché la sanzione amministrativa accessoria dell’adempimento degli obblighi di pubblicazione. Qualora il trasgressore non proceda alla pubblicazione stessa nonché al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria entro novanta giorni dalla contestazione, si applica la sanzione della restituzione integrale delle somme. 

 L’art. 3-septies del decreto di conversione del milleproroghe in commento, stabilisce altresì che per l’anno 2022 le medesime sanzioni troveranno applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2023. 

Obbligo non rispettato nell’anno 2021

Sanzioni dal 31.07.2022

Obbligo non rispettato nell’anno 2022

Sanzioni dal 01.01.2023

Tag: TERZO SETTORE E NON PROFIT TERZO SETTORE E NON PROFIT

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

TERZO SETTORE E NON PROFIT · 18/08/2022 Fiscalità Enti Terzo Settore. Le novità del Decreto Semplificazioni

L'impianto fiscale degli ETS dopo il decreto Semplificazioni: novita in materia di imposte dirette, tributi locali erogazioni liberali. Piu' tempo per adeguare gli statuti

Fiscalità Enti Terzo Settore. Le novità del Decreto Semplificazioni

L'impianto fiscale degli ETS dopo il decreto Semplificazioni: novita in materia di imposte dirette, tributi locali erogazioni liberali. Piu' tempo per adeguare gli statuti

Il nuovo reporting di sostenibilità estende la platea delle imprese interessate

La rendicontazione della sostenibilità per le imprese che operano in Europa prende il posto di quella non finanziaria, prima scadenza 1 gennaio 2024

Imprese sociali. Le novità nel Decreto semplificazioni

Cosa cambia per le imprese sociali dopo la conversione del Decreto Semplificazioni:

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.