Rassegna stampa Pubblicato il 26/02/2019

Esterometro e spesometro 2019: annunciata la proroga ma manca il decreto

proroga versamenti imposte unico 2015

Proroga al 30 aprile 2019 per il primo esterometro e l'ultimo spesometro. A confermarlo il sottosegretario all'economia. A due giorni dalla scadenza manca il decreto di proroga

Dopo le proteste dei professionisti per la scadenza del 28 febbraio 2019 per LIPE, spesometro ed esterometro, arriva l'annuncio della proroga al 30 aprile 2019 per questi utlimi due adempimenti. A darne l'annuncio, come riportato sul Sole 24ore di oggi 14.2.2019 nell'articolo a cura di Mobili e Parente, è il sottosegreterio all'economia Massimo Bitonci con una nota diramata ieri ma in attesa di ufficializzazione. Ad oggi, 26 febbraio 2019, manca infatti il DPCM contenente la proroga dei termini.

Ma andiamo con ordine. L'introduzione dell'obbligo generalizzato della fattura elettronica ha portato con se un nuovo adempimento, il cd. esterometro, consistente nella comunicazione mensile dei dati delle fatture delle operazioni con l'estero e che pertanto non transitando per il SDI (Sistema di Interscambio) sono fuori dal controllo dell'Agenzia delle Entrate. Tale adempimento inoltre non ha comportato l'abolizione dell'invio dei modelli INTRA per le operazioni comunitarie. 

La fatturazione elettronica ha però permesso l'abolizione del cd. "spesometro" la comunicazione semestrale (o trimestrale) dei dati delle fatture, mantenendo vivo almeno per il 2019 l'adempimento legato alla LIPE, la comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA.

Di questi tre adempimenti, tutti con scadenza il 28 febbraio 2019, sembra sia stata concessa la proroga per i primi due fino al 30 aprile 2019. 

Con un comunicato stampa del 13 febbraio 2019, il CNDCEC (Consiglio Nazionale dei Commercialisti) ha ribadito che pur apprezzando il rinvio di queste due scadenze, c'è l’assoluta necessità di prorogare la moratoria sulle sanzioni per la tardiva trasmissione delle fatture elettroniche, i termini per la comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA del quarto trimestre 2018 e l’invio dei dati per la predisposizione delle dichiarazioni precompilate. In pratica è stata richiesta una revisione del calendario delle scadenze fiscali, così come fatto la settimana scorsa con la lettera indirizzata al Ministro dell'Economia Giovanni Tria e al Direttore dell'Agenzia delle Entrate Antonino Maggiore.

Attenzione però a festeggiare anzitempo, l'ufficializzazione della proroga deve arrivare da un DPCM di cui ancora non c'è traccia. Nel caso venisse ufficializzato lo slittamento dei termini, il risultato sarebbe il seguente:

ADEMPIMENTI SCADENZA
ESTEROMETRO 30 aprile 2019
SPESOMETRO 30 aprile 2019
LIPE  28 febbraio 2019

La mancata ufficializzazione della proroga e l'instabilità correlata, è una delle motivazioni per cui alcune associazioni di categoria hanno dichiarato l'astensione collettiva nell'ultima settimana di aprile.

Ti potrebbero interessare:

Ti potrebbe interessare l'ebook Spesometro 2018  e l'aggiornatissimo e-book sull'Esterometro 2019

Resta aggiornato seguendo tutte le news pubblicate sul nostro Dossier dedicato all'Esterometro 2019.

Per approfondire ti segnaliamo:

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti per Operazioni Extracomunitarie, Operazioni Intra ed extra comunitarie, Spesometro ed Esterometro 2019, Fatturazione elettronica 2020

16,90 € + IVA
14,90 € + IVA
 
12,90 € + IVA

Commenti

non se ne esce!!!!

E' evidentissimo che c'è una economia che si nutre dei proventi degli adempimenti fiscali più astrusi. Non arrivano da nessuna parte relativamente alla lotta all'evasione fiscale, ma non rinunciano ad alimentarsi con i proventi dei mille adempimenti messi a carico del settore produttivo del Paese.

Non si rendono conto che la "moria" di imprese, già in atto, porterà ad una recessione difficilmente recuperabile.

E' veramente scioccante constatare come le promesse di semplificazione siano finite nel dimenticatoio,

L'intera classe produttiva del Paese è SCHIAVA delle lobbies della burocrazia, condannata a mantenere una economia improduttiva che ne mina la competitività.

VEDO UN FUTURO VERAMENTE NERO.

Commento di Miky (20:30 del 16/02/2019)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)