HOME

/

FISCO

/

REVERSE CHARGE

/

CONTRATTO DI TOLLING PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA: CHIARIMENTI IVA

1 minuto, Redazione , 20/11/2018

Contratto di Tolling per la produzione di energia: chiarimenti IVA

Le quote di emissione si qualificano come prestazioni di servizi e sono soggette ad IVA con aliquota 22% e con reverse charge

Con risposta all'interpello 69/2018 l'Agenzia delle Entrate risolve un quesito relativo al trattamento IVA dei servizi resi nell’ambito di un contratto di Tolling e Sub-tolling relativo alla produzione di energia.
Il contratto di Tolling - si ricorda - è quel contratto per il quale un soggetto (toller) fornisce combustibile a un altro soggetto (processor), che gestisce la centrale elettrica, a fronte del pagamento da parte del toller di un prezzo per l'utilizzo della centrale. La funzione del contratto è quella di ripartire i rischi, connessi all'attività di produzione.

Il caso riguarda una società che trasforma il gas naturale in energia elettrica, grazie al servizio di "tolling" fornito da centrali elettriche possedute e gestite da altre due società, chiamate tollee. Tale attività di trasformazione è regolata da contratti di tolling e sub-tolling.
Nel corso del 2017, una società di diritto svizzero, in qualità di toller, ha sottoscritto con entrambi i tollee appositi contratti denominati gas tolling agreement (Gta), per la regolamentazione del servizio di “tolling”. Inoltre, la società istante (sub-toller) ha stipulato con il toller due sub-tolling agreement (Sgta), validi per il 2018 e destinati a rinnovarsi automaticamente ogni anno.
L'istante chiede all'Agenzia delle Entrate chiarimenti ai fini Iva:

  • sulla qualificazione delle quote di emissione;
  • sul trattamento fiscale applicabile al trasferimento delle quote di emissione nell'ambito dei contratti di tolling e sub-tolling.

L'Agenzia ritiene che l'emissione di quote di emissione si qualifichino come prestazioni di servizi da assoggettare ad IVA, con l'aliquota ordinaria del 22% e con applicazione del reverse charge.
Per quanto riguarda il trattamento Iva applicabile al trasferimento delle quote a favore del Tollee:

  • il sub-toller deve emettere fattura nei confronti del toller, annotando che si tratta di operazione non soggetta ad Iva in quanto il toller è un soggetto passivo non stabilito in Italia;
  • il toller, a sua volta, deve emettere fattura nei confronti del tollee, con applicazione del reverse charge;
  • i tollee, per la parte di servizio di tolling remunerata in natura (quote di emissione), devono emettere fattura nei confronti del toller annotando che si tratta di operazione non soggetta ad Iva in quanto il toller è un soggetto passivo non stabilito in Italia.

Allegato

Risposta interpello 69/2018

Tag: REVERSE CHARGE REVERSE CHARGE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

REVERSE CHARGE · 25/08/2021 Reverse charge: quando e come si applica

Per prestazioni rilevanti IVA Italia resa da soggetto passivo UE (identificato in IT) a soggetto passivo stabilito in Italia, si applica il reverse charge. Regole di fatturazione

Reverse charge: quando e come si applica

Per prestazioni rilevanti IVA Italia resa da soggetto passivo UE (identificato in IT) a soggetto passivo stabilito in Italia, si applica il reverse charge. Regole di fatturazione

Reverse charge: i chiarimenti delle Entrate su errato assolvimento dell'IVA

Le Entrate forniscono chiarimenti sul funzionamento del reverse charge con fornitore tedesco ed errato assolvimento IVA ordinaria e obblighi di fatturazione elettronica.

Brexit: alcuni degli effetti sulle imposte dirette

Dal 1 gennaio il Regno Unito è paese terzo, vediamo alcuni esempi degli effetti della Brexit sulle imposte dirette.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.