Privacy : Il DPS – Documento Programmatico sulla Sicurezza e’ stato abolito ma qualcosa rimane

di Sergio Massa CommentaIn Privacy

Il Documento Programmatico sulla Sicurezza, è stato abrogato dal decreto legge sulle semplificazioni (DL n. 5/2012)  con effetto immediato.

Significa che sono spariti gli obblighi dell’articolo 34 del Codice privacy, che imponeva alle aziende di redigere il Documento e di aggiornarlo entro ogni 31 marzo.

E’ stato eliminato anche l’obbligo di menzionare l’avvenuta adozione del DPS nella relazione di accompagnamento al bilancio di esercizio. Di conseguenza anche l’obbligo per certe aziende di poter sostituire il DPS con un’autocertificazione.

Gli obblighi restanti

Non sono stati soppressi gli altri obblighi in materia di sicurezza a carico dei titolari del trattamento (artt. 31 e segg.e All. B D.Lgs. 196/2003).

Per la privacy, pertanto, le aziende devono continuare ad aggiornare gli ambiti dei trattamenti (cartacei ed elettronici) dei dati personali e devono indicare il personale che esegue le attività di controllo circa l’uso degli strumenti elettronici aziendali. In definitiva se si vuole organizzare la sicurezza occorrera’ sempre consacrare le relative misure in un documento, per cui e’ comunque consigliabile redigere un documento sulla sicurezza, anche se non vi e’ piu’ uno stretto obbligo di legge.

Le piccole/medie imprese ed i liberi professionisti possono invece continuare a ricorrere alle misure di sicurezza semplificate, che non sono state abolite. Esse sono rivolte a chi tratta dati personali solo a scopo amministrativo-contabile, o a chi tratta solo quelli relativi alla malattia di dipendenti e collaboratori, o quelli sindacali.

Aspettiamoci comunque un prossimo aggravio: la UE sta infatti predisponendo nuovi obblighi in materia di privacy.

 

Autore dell'articolo
identicon

Sergio Massa

Dott. Sergio Massa, iscritto all'Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna col n. 214/A, Revisore Svolge attività di consulenza nei confronti di societa', imprese e professionisti in materia contabile, amministrativa, tributaria e societaria, contenzioso tributario,revisione società, procedure concorsuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *