HOME

/

FISCO

/

SAN MARINO

/

SAN MARINO, REGOLE DI FATTURAZIONE E SPESOMETRO 2016

San Marino, regole di fatturazione e spesometro 2016

Ecco un riepilogo delle operazioni con San Marino in vista della scadenza dello spesometro 2016, considerando l'uscita di San Marino dalla black-list.

Gli acquisti da San Marino possono essere soggetti a due procedure, a seconda che l'operatore sanmarinese indichi o meno l'Iva in fattura. Se l'Iva non è indicata, l'acquirente italiano deve integrarla indicando l'Iva dovuta e comunicare l'operazione all'Agenzia delle Entrate. Un tempo tale comunicazione era cartacea, ora invece è telematica e va effettuata compilando il quadro SE del modello polivalente. Si tratta dello stesso modello utilizzato per lo spesometro, ma gli adempimenti - spesometro, comunicazione acquisti San Marino con autofattura -  sono diversi, hanno una scadenza diversa e sono regolati da normative differenti.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Per saperne di più sullo spesometro vai allo speciale del 23.03.2016 "Spesometro 2016: istruzioni, scadenze e novità"

1) Acquisto San Marino con IVA

  1. Il cedente sammarinese:
    1. emette la fattura in 4 copie (riportando oltre alla partita IVA della ditta italiana anche l’ammontare dell’IVA dovuta);
    2. presenta la fattura all'Ufficio tributario di San Marino;
    3. versa l'imposta;
    4. trasmette un esemplare della fattura vistata dall'Ufficio all'acquirente italiano.
  2. L’Ufficio tributario di San Marino timbra le fatture ricevute e trasmette all’Agenzia delle Entrate di Pesaro, entro 15 giorni dal ricevimento, 3 esemplari delle fatture e l’importo dell’imposta dovuta.
  3. L’Agenzia delle Entrate di Pesaro liquida l’IVA dovuta sulla cessione.
  4. L’acquirente italiano annota la fattura nel registro degli acquisti e opera la detrazione d'imposta.

2) Acquisto San Marino senza IVA e modello polivalente

  1. Il cedente sammarinese:
    1. emette la fattura, senza evidenziare l’IVA dovuta, in 3 esemplari riportando anche il numero di partita IVA della ditta italiana;
    2. fa vistare la fattura dall'Ufficio tributario di San Marino;
    3. trasmette la fattura vistata all'acquirente italiano.
  2. L’acquirente italiano:
    1. integra la fattura ricevuta dal fornitore sammarinese (vistata dall’Ufficio tributario di San Marino) con l’indicazione dell’ammontare dell’IVA dovuta;
    2. annota il documento integrato nel registro delle fatture emesse/corrispettivi e degli acquisti;
    3. comunica l’avvenuta annotazione al competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate indicando il numero progressivo annuale attribuito in sede di registrazione. Tale comunicazione, prevista dall’art. 16, comma 1, lett. c), del DM 24.12.93, un tempo era cartacea, e doveva essere effettuata entro 5 giorni dall'annotazione. Ora, invece, la comunicazione va effettuata telematicamente mediante il “Modello di comunicazione polivalente”, compilando il quadro SE, entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di annotazione della fattura (a tal proposito si veda anche lo speciale del 25.10.2013 "Gli acquisti da San Marino e il modello di comunicazione polivalente").

3) San Marino fuori dalla black-list

Con il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 12.02.2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24.02.2014, San Marino non fa più parte della lista dei paesi black-list (si veda a tal proposito lo speciale del 28.02.2014 "Comunicazione operazioni da San Marino").
Questa novità comporta che ai fini della comunicazione black-list non c'è più l'obbligo di segnalare le operazioni con San Marino. La norma è entrata in vigore il 24.2.2014, pertanto le operazioni effettuate con San Marino fino al 23.2.2014 dovevano essere incluse nella comunicazione black-list.
L’eliminazione di San Marino dalla lista dei Paesi black-list non ha alcun impatto sulla compilazione del quadro SE del Modello di comunicazione polivalente per gli acquisti di beni senza addebito dell’IVA da parte del cedente sammarinese (illustrati al paragrafo precedente). Tale obbligo pertanto resta.
L'eliminazione di San Marino dalla lista dei Paesi black-list ha impatto, invece, sulle altre operazioni effettuate con operatori economici di San Marino, che un tempo erano escluse dallo spesometro in quanto già comunicate mediante la comunicazione black-list. Ora che San Marino non fa più parte della black-list, si pone il problema di individuare quali operazioni debbano o meno essere indicate nello spesometro.

4) San Marino e spesometro 2016

Per quanto riguarda l'obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti Iva (c.d. spesometro) in relazione alle operazioni con operatori economici di san Marino, si ritiene che:
  • Debbano essere indicate:
    • le operazioni attive rese ad operatori di San Marino (compilando il quadro FN se esposte in forma analitica o quadro BL se esposte in forma aggregata) salvo le ipotesi di esclusione (cessioni di beni verso operatori sanmarinesi monitorate nel modello Intrastat 1-bis);

    • gli acquisti da San Marino diversi da quelli documentati con autofattura (compilando il quadro SE se esposti in forma analitica o quadro BL se esposti in forma aggregata).

  • Non vadano indicate:
    • le cessioni di beni verso San Marino già indicate negli Intra 1-bis;
    • gli acquisti da San Marino senza Iva, (quindi con autofattura) in quanto vanno nel quadro SE della comunicazione polivalente.
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Cinzia - 24/02/2017

Salve, vorrei porre un quesito: devo emettere fattura ad una società di San Marino per vendita di magliette, ma la merce non è mai entrata nel territorio sammarinese poichè si trattava di un evento in Puglia; in che modo devo fatturare questa merce? Con regolare iva al 22%?Grazie

damiano - 27/10/2016

Ciao, ho acquistato un prodotto nella Repubblica di San Marino, adesso vorrei restituirlo e ricevere il rimborso, ma mi hanno detto che non è possibile, dove posso trovare delle leggi che regolano l'acquisto e il reso di prodotti all'interno della repuvbblica?

DOMENICO - 24/06/2016

VORREI SAPERE SE LE NOTE CREDITO RICEVUTE SA OPERATORI DI SAN MARINO DEVONO ESSERE COMUNICATE E Sì CON QUALE MODELLO. GRAZIE

Nico - 19/04/2016

Nel controllo dello spesometro ho questo errore. (***) Quadro FA - Operazioni documentate da fattura esposte in forma aggregata Modulo 112 FA002 - Partita IVA - Partita IVA, Codice Fiscale o Documento Riepilogativo obbligatori (*) Quadro FA - Operazioni documentate da fattura esposte in forma aggregata Modulo 112 FA002 - Codice Fiscale - Presenza del codice identificativo del campo in assenza del relativo valore

Nico - 18/04/2016

L'ho spedito insieme a tutto lo spesometro! Ho inserito il codice identificativo composto da SM + 5 cifre! Ricontrollo! Grazie Il codice identificativo fiscale della Repubblica San Marino non è composto da SM più cinque numeri? Grazie

Nico - 18/04/2016

Fattura servizi, fornitore San Marini, p.IVA a posto, SM03009, in dichiarazione viene messa, ma il file spesometro viene scartato per mancanza della partita IVA. Mi potete aiutare? Saluti Nico

teresa - 07/04/2016

le fatture acquisto merci con Iva da San marino vanno nello spesometro 2016 ugualmente nel quadro BL? non capisco

Domenica - 06/04/2016

Scusate, ma se indico le fatture ricevute da san marino nel quadro BL (quindi con iva) devo indicarle anche nel quadro FR?grazie!

Milena - 15/04/2015

Non si è capito in quale quadro del modello di comunicazione polivalente vanno indicati gli acquisti da operatori di San Marino con applicazione dell'iva. Possono andare nel quadro BL in forma aggregata?

Linda - 17/04/2015

Chiamando il call center dell'Agenzia Entrate hanno risposto che essendo un dato già acquisito dall'agenzia non serve indicarla nello Spesometro, ma se si vuole comunicarlo è da indicarlo come documento riepilogativo. Sincermente avevo già presentato uno spesometro entro il 10.04.2015 e lo ho comunicato nel quadro BL, il controllo entratel non ha segnalato errori e non è stato neanche scartato il file dall'agenzia.

milena - 17/04/2015

Io invece tra vedere e non vedere, leggendo che le operazioni da San Marino non possono essere aggregate ma solo indicate analiticamente, ho usato il quadro SE. Inoltre, solo le prime dell'anno erano state già comunicate all'Agenzia in quanto ancora Black List, le successive no, perchè ormai fuori black list, e inoltre perchè hanno tutte l'iva in fattura quindi non faccio la comunicazione mensile. Alla fine le ho rimesse tutte e via!! ma il brutto è che x questo ho dovuto fare tutto lo spesometro analitico! un sacco di pagine...

Studio M - 05/04/2016

Ma gli acquisti di San Marino gli hai spediti insieme a tutto lo spesometro? il codice identificativo iva come l'hai inserito? SM00000 (+ 5 numeri in fattura)? a me da errore e non mi prende il codice identificativo. Grazie

Milena - 07/04/2016

Il "mio" operatore ha un codice identificativo Iva SM + 4 cifre e lo prende correttamente

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SAN MARINO · 22/06/2022 Fatture elettroniche con San Marino: obbligatorie dal 1 luglio

E-fatture verso San Marino: un riepilogo delle novità per gli scambi Italia-San Marino

Fatture elettroniche con San Marino: obbligatorie dal 1 luglio

E-fatture verso San Marino: un riepilogo delle novità per gli scambi Italia-San Marino

Importazioni di beni a San Marino dal territorio UE: le merci richiedono il doc T2

Chiarimenti delle Entrate sulle operazioni con San Marino: le cessioni da parte del rappresentante fiscale alla società di RSM

Fatturazione elettronica: IVA con San Marino

Il Decreto MEF del 21.06.2021 disciplina le norme ai fini IVA dei rapporti di scambio tra l'Italia e San Marino. Le regole sono in vigore dal 1 ottobre.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.