Speciale Pubblicato il 28/05/2013

La tutela della maternità nell’ambiente di lavoro

mamma_lavoro_96x128

La tutela del lavoro per le lavoratrici madri è stato oggetto, negli ultimi anni, di interventi legislativi, senza contare poi quelli della Corte di cassazione; in diverse occasioni si sono aggiunte anche le esplicazioni fornite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il tramite della Direzione Generale per l’Attività Ispettiva.

Con riguardo agli interventi normativi più rilevanti si pone l’attenzione al Decreto Legislativo del 26 Marzo 2001, n. 151, recante le disposizioni in materia di “Testo Unico sulla maternità e paternità”. Nel concreto si analizzano tre casi concreti in cui viene a trovarsi necessariamente la lavoratrice madre:
1. divieto dello svolgimento del lavoro notturno;
2. congedi per la malattia del figlio o figlia;
3. riduzione dell’orario di lavoro per l’allattamento.
In ordine al primo punto, per effetto dell’art. 53 del citato Decreto Legislativo n. 151 del 2001, dal momento dell’accertamento dello stato di gravidanza fino al compimento di un anno di età del bambino è vietato adibire le donne al lavoro nella fascia oraria che va dalle ore 24.00 alle ore 06.00. La norma specifica....


Vai al blog di Fisco e Tasse per leggere l'articolo completo:

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Segui il Dossier gratuito Voucher e lavoro occasionale con tutte le novità e gli approfondimenti.

Ti potrebbe interessare anche l'e-book " Nuovi voucher lavoro occasionale, co.co.co, intermittente" III edizione 2018, di A. Orlando R. Quintavalle

E' disponibile anche la pratica scheda informativa  "Contratto prestazione occasionale dal 2018





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)