HOME

/

FISCO

/

DICHIARAZIONE IRAP

/

DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2019: IL CALENDARIO DELLE SCADENZE

Dichiarazioni dei redditi 2019: il calendario delle scadenze

Un riepilogo di tutte le scadenze per le Dichiarazioni dei Redditi, Iva, Irap e 770 2019, aggiornate con emendamento di proroga al Decreto Crescita

Siamo in piena campagna fiscale ed è utile riepilogare tutte le scadenze delle dichiarazioni dei redditi da presentare nei prossimi mesi.

Un emendamento approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze durante l'iter di conversione del "Decreto Crescita - DL 34/2019" attualmente all’esame della Camera, modifica i termini di dichiarazione, prevedendo una proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei modelli Redditi e della dichiarazione Irap dal 30 settembre al 30 novembre (per il 2019 la scadenza sarà il 2 dicembre in quanto il 30 novembre cade di sabato).

Per l’ufficialità della proroga, è necessario attendere l’approvazione del testo del DL 34/2019 da parte della Camera (oggi 19 giugno all’esame in aula) e successivamente del Senato.

Queste in particolare le date da ricordare:

  • 2 dicembre 2019 (a seguito della proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei Modelli Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap dal 30 settembre al 30 novembre, per il 2019 cade di sabato quindi la scadenza sarà il 2 dicembre);
  • 23 luglio per il Modello 730 (resta fermo 8 luglio 2019 per il 730 presentato dal sostituto d'imposta).

1) Dichiarazione 730/2019 precompilato e ordinario: doppia scadenza

Si incomincia con il Modello 730.

Il 730 è essenzialmente il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Esistono due tipologie di 730:

  • il precompilato
  • e l'ordinario.

Il 730 precompilato è, come suggerisce la parola, il modello già compilato dall'Agenzia delle Entrate, attraverso i dati in suo possesso (anagrafe tributaria, dati anno precedente, dati trasmessi dai soggetti obbligati quali sostituti d'imposta, medici, banche ecc...). Il modello 730 precompilato viene messo a disposizione del contribuente, a partire dal 15 aprile, in un’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle entrate www.agenziaentrate.gov.it.
Per accedere a questa sezione è necessario essere in possesso del Codice PIN, e il contribuente ci può accedere direttamente o tramite il proprio sostituto che presta assistenza fiscale oppure tramite un Caf o un professionista abilitato, in questo caso dovrà consegnare al sostituto o all’intermediario un’apposita delega per l’accesso
al 730 precompilato.

La scelta della modalità di accesso comporta vantaggi e svantaggi, in termini di costi e di successivi controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate. Una volta effettuato l'accesso è possibile accettarlo senza modifice, modificarlo oppure non accettarlo e scegliere il 730 ordinario.

Il modello 730 ordinario viene utilizzato quando il contribuente non può o non vuole usare il precompilato. Tale modello, a differenza del precompilato, non può essere presentato autonomamente, pertanto occorrerà rivolgersi ad un intermediario o al sostituto.

Il termine di presentazione è fissato al:

  • 8 luglio 2019 (il 7 luglio quest'anno cade di domenica) in caso di presentazione tramite sostituto d'imposta;
  • 23 luglio 2019 in caso di presentazione diretta (solo per il 730 precompilato) o tramite CAF-intermediario (per il 730 precompilato o ordinario). 

Tieniti aggiornato su tutte le novità del 730/2019 sul nostro Dossier Dichiarazione 730/2019

2) Dichiarazione Redditi PF/2019: cartacea e telematica

Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi i contribuenti che:

  • hanno conseguito redditi nell’anno 2018 e non rientrano nei casi di esonero elencati nelle istruzioni del Modello;
  • sono obbligati alla tenuta delle scritture contabili (come, in genere, i titolari di partita IVA), anche nel caso in cui non abbiano conseguito alcun reddito.

In particolare sono obbligati:

  • i lavoratori dipendenti che hanno cambiato datore di lavoro e sono in possesso di più certificazioni di lavoro dipendente o assimilati (Certificazione Unica 2019), nel caso in cui l’imposta corrispondente al reddito complessivo superi di oltre euro 10,33 il totale delle ritenute subite;
  • i lavoratori dipendenti che direttamente dall’INPS o da altri Enti hanno percepito indennità e somme a titolo di integrazione salariale o ad altro titolo, se erroneamente non sono state effettuate le ritenute o se non ricorrono le condizioni di esonero;
  • i lavoratori dipendenti a cui il sostituto d’imposta ha riconosciuto deduzioni dal reddito e/o detrazioni d’imposta non spettanti in tutto o in parte (anche se in possesso di una sola Certificazione Unica 2019);
  • i lavoratori dipendenti che hanno percepito retribuzioni e/o redditi da privati non obbligati per legge ad effettuare ritenute d’acconto (per esempio collaboratori familiari, autisti e altri addetti alla casa);
  • i contribuenti che hanno conseguito redditi sui quali l’imposta si applica separatamente (ad esclusione di quelli che non devono essere indicati nella dichiarazione – come le indennità di fine rapporto ed equipollenti, gli emolumenti arretrati, le indennità per la cessazione dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, anche se percepiti in qualità di eredi – quando sono erogati da soggetti che hanno l’obbligo di effettuare le ritenute alla fonte);
  • i lavoratori dipendenti e/o percettori di redditi a questi assimilati ai quali non sono state trattenute o non sono state trattenute nella misura dovuta le addizionali comunale e regionale all’IRPEF. In tal caso l’obbligo sussiste solo se l’importo dovuto per ciascuna addizionale supera euro 10,33;
  • i contribuenti che hanno conseguito plusvalenze e redditi di capitale da assoggettare ad imposta sostitutiva da indicare nei quadri RT e RM.

I contribuenti sono obbligati a presentare il Mod. Redditi PF 2019 esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato.
Sono esclusi da tale obbligo e pertanto possono presentare il modello REDDITI 2019 cartaceo, presso un qualsiasi ufficio postale, i contribuenti che:

  • pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il mod. 730, non possono presentare il mod. 730;
  • pur potendo presentare il mod. 730, devono dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del modello Redditi (RM, RT, RW);
  • devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti;

Pertanto, sulla base delle disposizioni del D.P.R. n. 322 del 1998, e successive modifiche, il Modello REDDITI Persone Fisiche 2019 deve essere presentato entro i termini seguenti:

  • dal 2 maggio 2019 al 1° luglio 2019 se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale;
  • entro il 2 dicembre 2019 (il 30 novembre cade di sabato, a seguito della proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei Modelli Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap dal 30 settembre al 30 novembre) se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati.

Tieniti aggiornato su tutte le novità del Modello Redditi PF/2019 sul nostro Dossier Redditi Persone Fisiche 2019.

3) Dichiarazione Redditi SP/2019 entro il 30.09.2019 solo telematica

Il Mod. Redditi 2019 SP - Società di persone ed equiparate deve essere utilizzato per dichiarare i redditi prodotti nell’anno 2018, al fine di determinare la quota di reddito (o perdita) imputabile a ciascun socio o associato. Deve essere presentato esclusivamente con modalità telematica (direttamente o tramite intermediari abilitati).

Sono obbligati ad utilizzare il modello Redditi SP:

  • le società semplici
  • le società in nome collettivo e in accomandita semplice
  • le società di armamento (equiparate alle società in nome collettivo o alle società in accomandita semplice, a seconda che siano state costituite all’unanimità o a maggioranza)
  • le società di fatto o irregolari (equiparate alle società in nome collettivo o alle società semplici a seconda che esercitino o meno attività commerciale)
  • le associazioni senza personalità giuridica, costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni
  • le aziende coniugali, se l’attività è esercitata in società fra i coniugi (cointestatari della licenza o entrambi imprenditori)
  • gruppi europei di interesse economico (Geie).

Non devono, invece, presentare il modello Redditi SP:

  • le aziende coniugali non gestite in forma societaria (i coniugi, in questo caso, devono presentare il modello Redditi Persone fisiche);
  • le società di persone ed equiparate non residenti nel territorio dello Stato (in questo caso va compilato il modello Unico Società di capitali, enti commerciali ed equiparati o il modello Redditi enti non commerciali ed equiparati);
  • i condomini che devono, invece, presentare la dichiarazione modello 770 semplificato se, in qualità di sostituti d’imposta, hanno effettuato ritenute.
La dichiarazione Redditi Società di persone va presentata in via telematica, entro il 2 dicembre 2019 (a seguito della proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei Modelli Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap dal 30 settembre al 30 novembre, per il 2019 cade di sabato quindi la scadenza sarà il 2 dicembre).

Tieniti aggiornato su tutte le novità del Modello Redditi SP/2019 sul nostro Dossier Redditi Società di persone 2019.

4) Dichiarazione Soggetti IRES (Modello Redditi SC e Redditi ENC 2019)

Il Modello “Redditi - Società di capitali 2019” e il "Modello Redditi - Enti non commerciali 2019" devono essere presentati dai soggetti IRES entro l’ultimo giorno del 9° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta (ai fini dell’adempimento della presentazione non assume quindi rilevanza la data di approvazione del bilancio o del rendiconto, ma solo la data di chiusura del periodo d’imposta).

N.B. a seguito della proroga prevista dall'emendamento approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze durante l'iter di conversione del "Decreto Crescita - DL 34/2019", il termine previsto dall'art. 2 DPR n. 322/98 viene modificato, quindi per i soggetti IRES la presentazione dovrà avvenire entro l'ultimo giorno dell'undicesimo mese successivo a quello di chiusura del periodo d'imposta.

Ad esempio, un contribuente con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare dovrà presentare la dichiarazione in via telematica entro il 30 settembre 2019 (2 dicembre 2019 a seguito della proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei Modelli Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap dal 30 settembre al 30 novembre, per il 2019 cade di sabato quindi la scadenza sarà il 2 dicembre).

Un contribuente, invece, con periodo d’imposta 1° luglio 2018 – 30 giugno 2019, dovrà presentare la dichiarazione dei redditi (modello REDDITI 2019) entro il 31 marzo 2020.

Il modello Redditi SC deve essere presentato, in via telematica direttamente o tramite intermediario abilitato.

Il modello Redditi ENC va presentato in via telematica:

  • dai soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione relativa all'Iva;
  • dai soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei sostituti d'imposta;
  • dai soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione Irap;
  • dai soggetti tenuti alla presentazione del modello per la comunicazione dei dati relativi all'applicazione degli studi di settore e dei parametri;
  • dagli intermediari abilitati, i curatori fallimentari e i commissari liquidatori.

I soggetti non obbligati alla presentazione telematica possono presentare la dichiarazione presso un ufficio postale.

Tieniti aggiornato su tutte le novità del Modello Redditi SC/2019 sul nostro Dossier Redditi Società di capitali 2019.

5) Dichiarazione IRAP/2019 e riepilogo di tutte le scadenze

Il modello Irap deve essere utilizzato per dichiarare l’imposta regionale sulle attività produttive, disciplinata dal Dlgs 446/1997.

La dichiarazione IRAP è presentata in forma autonoma:

Il modello Irap deve essere presentato esclusivamente in via telematica entro i seguenti termini:

  • per le persone fisiche, le società semplici, le società in nome collettivo ed in accomandita semplice, nonché per le società ed associazioni ad esse equiparate ai sensi dell’articolo 5 del Tuir, il termine è fissato al 30 settembre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta (fermi restando i termini previsti dall’articolo 5-bis del d.P.R. n. 322 del 1998 e successive modificazioni nei casi di trasformazione, fusione o scissione totale) (2 dicembre 2019 a seguito della proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei Modelli Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap dal 30 settembre al 30 novembre, per il 2019 cade di sabato quindi la scadenza sarà il 2 dicembre);
  • per i soggetti all’imposta sul reddito delle società di cui all’articolo 73, comma 1, del Tuir, nonché per le amministrazioni pubbliche di cui alla lettera e-bis) dell’articolo 3, il termine è fissato nell’ultimo giorno del 9° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta, quindi per i soggetti Ires e per le Amministrazioni pubbliche con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare il termine sarà entro il 30 settembre 2019 (2 dicembre 2019 a seguito della proroga a regime del termine per la trasmissione telematica dei Modelli Redditi PF/SP/SC, Modello 770 e Modello Irap dal 30 settembre al 30 novembre, per il 2019 cade di sabato quindi la scadenza sarà il 2 dicembre).

Ai fini dell’adempimento della presentazione, non assume quindi rilevanza la data di approvazione del bilancio o del rendiconto, ma solo la data di chiusura del periodo d’imposta.

Riepiloghiamo le diverse scadenze

RIEPILOGO SCADENZE PRESENTAZIONE DICHIARAZIONI 2019
Dichiarazione Iva 2019

tra il 1° febbraio e il 30 aprile 2019
presentazione telematica
 
Modello 730/2019
precompilato

15.04.2019
disponibile on line, sul sito dell'Agenzia delle Entrate, il modello 730 precompilato
 

08.07.2019
(il 7.7 cade di domenica)
consegna ai sostituti d’imposta
 

23.07.2019
invio diretto da parte del contribuente o da parte di Caf o professionisti
 
Modello 730/2019
ordinario

08.07.2019
(il 7.7 cade di domenica)
consegna ai sostituti d’imposta
 

23.07.2019
invio diretto da parte del contribuente o da parte di Caf o professionisti
 
Modello 770/2019

02.12.2019
(per l'ufficialità della proroga del termine per la trasmissione telematica dal 30 settembre al 30 novembre, prevista dall'emendamento al Decreto Crescita rimaniamo in attesa della conversione in legge)
presentazione telematica
 
Modello Redditi 2019 PF

dal 02.05.2019 al 01.07.2019
cartaceo presso gli uffici postali
 

02.12.2019
(per l'ufficialità della proroga del termine per la trasmissione telematica dal 30 settembre al 30 novembre, prevista dall'emendamento al Decreto Crescita rimaniamo in attesa della conversione in legge)
presentazione telematica
 
Modello Redditi 2019 soggetti Ires

02.12.2019
(per l'ufficialità della proroga del termine per la trasmissione telematica dal 30 settembre al 30 novembre, prevista dall'emendamento al Decreto Crescita rimaniamo in attesa della conversione in legge)
presentazione telematica
 

entro l'ultimo giorno dell'11° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta
per i soggetti con periodo d'imposta non coincidente con l'anno solare
(per l'ufficialità della proroga del termine per la trasmissione telematica prevista dall'emendamento al Decreto Crescita rimaniamo in attesa della conversione in legge)
presentazione telematica
 
Modello Irap/2019

02.12.2019
per i soggetti Irpef e società di persone, nonché per i soggetti Ires con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare
(per l'ufficialità della proroga del termine per la trasmissione telematica dal 30 settembre al 30 novembre, prevista dall'emendamento al Decreto Crescita rimaniamo in attesa della conversione in legge)
presentazione telematica
 

entro l'ultimo giorno dell'11° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta
per i soggetti Ires
con periodo d'imposta non coincidente con l'anno solare
(per l'ufficialità della proroga del termine per la trasmissione telematica prevista dall'emendamento al Decreto Crescita rimaniamo in attesa della conversione in legge)
presentazione telematica
 
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

antonio gigliotti - 08/06/2019

Accettando il 730 precompilato se ce qualche errore che da una mia visione non ho notato posso andare incontro a sanzione per leventuale errore che non essendo io un fiscalista non ho riscontrato . Vale il fatto che inviando la dichiarazione senza modifiche non sono soggetto a controlli.

Michele - 21/02/2019

Buongiorno, mi sappete dire la prima data disponibile (2018) per caricare il modello unico in sistema?

Marcello - 15/09/2018

una settimana fa sono andato all'Agenzia Entrate Provinciale per informarmi su un credito di imposta. Alla fine ho detto al funzionario che avrei presentato "UNICO ON LINE" entro il 31 ottobre. Lui mi ha detto che è ormai troppo tardi e posso soltanto rivolgermi a un CAF. Non mi sembra di leggere questa chiusura nei vostri articoli.

Antonio rossiello - 14/06/2018

Possiedo solo reddito da fabbricati ed ho optato per la cedolare secca. Vi chiedo se le spese mediche sono detraibili. Grazie per la consulenza e cordiali saluti.

Bruno Bianchi - 25/04/2018

Come posso completare il mio 730 precompilato con le dichiarazioni 5x1000 ecc. ? Procedura di invio email del precompilato ?

Mario - 27/03/2018

Buongiorno, mi sappete dire la prima data disponibile per caricare il modello unico in sistema?

giorgio - 20/06/2017

Buongiorno, sono un lavoratore dipendente e anche quest'anno, come ogni anno, non faccio nessuna dichiarazione dei redditi poichè tutto "automatico" tramite azienda. A settembre 2016 ho però acquisto oro fisico che detengo all'estero e ho letto che devo fare una dichiarazione compilando il modulo RW. La mia domanda è: cosa devo presentare di preciso? Sia il 730 precompilato che il modello PF con i redditi del lavoro e il modulo RW compilato o devo inviare semplicemente il modello PF entro 30 settembre?

Giordano Desiderato - 22/03/2017

sono tassabili ai fini fiscali i proventi da assicurazioni a seguito incidente stradale per cui è stata riconosciuta una invalidità permanente con relativa liquidazione.

Boccia Serafino - 20/02/2017

Essendo io un pensionato che si avvale del CAF, desidero sapere cosa si intende per intermediario e sostituto d'imposta e come produrre il 730 tramite costoro. Grazie

alfonso - 03/02/2013

il primo giorno utile per la presentazione del 730 redditi 2012 alla caf

ragusa giancarlo - 04/12/2012

sono iscritto alla gestione seperata INPS ho la partita IVA ai minimi, dal 05/2012. Quando e come devo presentare la mia denuncia dei redditti? e quanto devo pagare? Grazie. GIancarlo Ragusa

Domenico - 05/09/2012

Ho prenotato un pernottamento in albergo tramite un sito specializzato. Il pagamento è avvenuto tramite carta di credito direttamente al sito che ha gestito la prenotazione, il quale a sua volta ha pagato la struttura alberghiera. Ho pernottato, presso l'hotel, al termine della prestazione (pernottamento) l'hotel non mi rilascito la ricevuta fiscle in quanto non hanno ricevuto il pagamento da me ma dal sito che ha gestito la prenotazione. Io consumaotre finale a chi devo richiedere il documento fiscale.

Luigia Lumia - 05/09/2012

la fattura dovrà fargliela l'agenzia dove ha acquistato il biglietto.

... - 12/06/2012

possiedo reddito di sola pensione e ho ricevuto il mod CUD 2012. VEDO che non e' necessario presentarlo se i redditi sono solo quelli. DOMANDA SE DEVO DESTINARE A FAVORE DI QUALCUNO L'8% E IL 5% come faccio a comunicarlo se non presento il CUD??? a chi devo conmunicare quanto sopra e entro che data ??/ grazie

Andrea P. - 04/03/2012

Ho lavorato in Spagna 3 anni, qual'é l'iter da seguire e a quale referente Inps devo rivolgermi per recuperare i contributi versati?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

DICHIARAZIONE IRAP · 10/08/2021 Contributi a fondo perduto e l'indicazione nei Modelli Redditi e Irap 2021

Aiuti di Stato e Aiuti de minimis - sui modelli Redditi e Irap 2021 - Normativa e breve guida alla compilazione del prospetto Aiuti di Stato (quadro RS, rigo RS401 e rigo RS402)

Contributi a fondo perduto e l'indicazione nei Modelli Redditi e Irap 2021

Aiuti di Stato e Aiuti de minimis - sui modelli Redditi e Irap 2021 - Normativa e breve guida alla compilazione del prospetto Aiuti di Stato (quadro RS, rigo RS401 e rigo RS402)

Dichiarazione redditi persone fisiche 2021: rateazione delle imposte e date da ricordare

La rateizzazione delle imposte dovute a titolo di saldo 2020 e primo acconto 2021 derivanti dalla Dichiarazione dei redditi PF 2021: scadenze da ricordare e modalità di versamento

Sospensione IRAP Dl Rilancio ed errata applicazione: proroga versamento al 30 settembre

Sanatoria versamenti IRAP: slitta al 30.09.2021 il termine di pagamento dell’IRAP non versata per l’errata applicazione dell’esonero per il mancato rispetto dei limiti comunitari

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.