HOME

/

CONTABILITÀ

/

FATTURAZIONE ELETTRONICA 2022

/

COMUNICAZIONE ANOMALIE SUI CORRISPETTIVI TELEMATICI: CIVIS NON NECESSARIO

1 minuto, Redazione , 05/02/2020

Comunicazione anomalie sui corrispettivi telematici: CIVIS non necessario

Corrispettivi sostituiti da fatture: in caso di comunicazione di anomalie delle Entrate, se la procedura è corretta i chiarimenti tramite CIVIS non sono necessari

Ascolta la versione audio dell'articolo

L’Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa pubblicato sul suo sito ha chiarito che, a seguito di comunicazione di anomalia per i corrispettivi,  ove si sia proceduto correttamente con la registrazione tramite fattura, non occorre alcuna comunicazione. Ma andiamo con ordine.
Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC) aveva, nei giorni scorsi, reso noto che, erano state recapitate da parte dell’Agenzia Entrate, delle comunicazioni di anomalia sui corrispettivi telematici. Si ricorda che, per i soggetti superanti i 400.000 euro di volume d’affari, la trasmissione elettronica dei corrispettivi era già obbligatoria a partire dal 01/07/2019.

In particolare ove dal quadro VE della dichiarazione precedente, relativa ai dati 2018, si fossero superati gli euro 400.000,00 di volume d’affari e fossero state effettuate operazioni verso consumatori finali, risultanti dal quadro VT, la comunicazione di anomalia riguardava la mancata trasmissione dei corrispettivi telematici. In realtà, è stato chiarito con la risposta ad interpello 149/2019 ( ribadita a Telefisco 2020 dall’Agenzia delle Entrate) che, ove si sia provveduto alla sostituzione dello scontrino telematico con la fattura elettronica, inviata nei termini dei 12 giorni,  anche per i consumatori finali, non è obbligatorio l’invio telematico dei corrispettivi. Si chiarisce che per i soggetti esonerati dalla fatturazione elettronica, ovvero i contribuenti minori e i forfettari, la trasmissione telematica dei corrispettivi è correttamente sostituita dalle fatture cartacee.

L’agenzia delle Entrate, mediante un comunicato stampa, ha precisato che non è necessario comunicare mediante CIVIS, qualora i soggetti economici si fossero comportati correttamente sostituendo scontrini con fatture elettroniche. La comunicazione necessita di chiarimenti, da fornirsi mediante il canale CIVIS, ove si sia omessa invece la trasmissione telematica dei corrispettivi in assenza di fattura elettronica ed occorrerà ravvedersi ai sensi del art 2 comma 6 D Lgs 127/2015 ( sanzione 100% ravvedibile) e  trasmettere i corrispettivi in ritardo.

Ecco il comunicato stampa:

Tag: ADEMPIMENTI IVA 2022 ADEMPIMENTI IVA 2022 FATTURAZIONE ELETTRONICA 2022 FATTURAZIONE ELETTRONICA 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA FATTURA ELETTRONICA NELLA PMI · 10/05/2022 Memorizzazione e trasmissione corrispettivi: cosa fare in caso di guasto al server RT

Server RT: in caso di malfunzionamento occorre passare allo stato di "fuori servizio" per informare le Entrate del problema. Come evitare le sanzioni

Memorizzazione e trasmissione corrispettivi: cosa fare in caso di guasto al server RT

Server RT: in caso di malfunzionamento occorre passare allo stato di "fuori servizio" per informare le Entrate del problema. Come evitare le sanzioni

Fatturazione elettronica: esonerati gli aggi su raccolta delle giocate

Gli aggi corrisposti da un bookmaker ai punti di raccolta per servizi all'attività di gioco (esenti IVA ex lege) sono esonerati dalla fatturazione elettronica

Imposta di bollo fatture elettroniche 1° trimestre 2022: pagamento entro il 31 maggio

Imposta di bollo e-fatture 2022: entro il 31 maggio versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche del 1° trimestre 2022, e il punto sulle principali novità

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.