Rassegna stampa Pubblicato il 14/01/2019

Cedolare secca affitti immobili commerciali: arrivano i chiarimenti dell'agenzia

Cedolare secca

La Legge di bilancio 2019 ha previsto la cedolare secca al 21% anche per i canoni di locazione commerciali, la Circolare n.8 del 10 aprile 2019 fornisce chiarimenti

Una delle novità contenute nella Legge di Bilancio 2019 è l'estensione del regime della cedolare secca anche per le locazioni degli immobili commerciali.

In particolare, l'articolo 1 comma 59 del  della Legge di Bilancio 2019 (L. 145/2018) rubricato appunto "Cedolare secca sul reddito da locazione di immobili ad uso commerciale" estende la possibilità di usufruire anche per tali immobili del regime agevolato della cedolare secca al 21% rispetto al regime ordinario secondo il quale il reddito fondiario concorre ai fini dell'IRPEF.

In generale, i contratti di locazioni di immobili commerciali per essere agevolabili devono soddisfare i seguenti requisiti: 

  • essere stipulati nell'anno 2019
  • con oggetto unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1,
  • superficie fino a 600 mq, escluse le pertinenze e relative pertinenze locate congiuntamente.

Attenzione però al primo requisito, per esplicita previsione infatti la norma non si applica ai contratti stipulati si nel 2019 ma per i quali al 15 ottobre 2018 sia in essere un contratto non scaduto tra gli stessi contraenti sullo stesso immobile, per il quale si interrompe la naturale scadenza per usufruire del regime agevolativo.

La cedolare secca sostituisce le imposte di registro e di bollo, ove dovute, anche sulle risoluzioni e sulle proroghe del contratto di locazione.

La circolare n. 8 del 10 aprile 2019  chiarisce che la previsione della legge di non applicare la cedolare ai contratti in corso al 15 ottobre 2018 interrotti anticipatamente è finalizzata ad evitare che i soggetti, per beneficiare della norma di favore, stipulino un nuovo contratto, interrompendo fittiziamente il precedente.

L'opzione si esercita in sede di registrazione del contratto e si estende per tutta la durata del contratto; puo' essere esercitata o revocata anche successivamente
entro il termine previsto per il versamento dell’imposta di registro dovuta annualmente  -30 giorni dalla scadenza di ciascuna annualità.

La circolare ricorda che per le modlità di applicazione della cedolare secca bisogna fare riferimento anche ai chiarimenti forniti con le circolari n. 26/E del 1° giugno 2011, n. 20/E del 4 giugno 2012, n. 47/E del 20 dicembre 2012, n. 13/E del 9 maggio 2013 e con la risoluzione n. 115/E del 1° settembre 2017.

Per le modalità di applicazione della cedolare secca si rimanda all'articolo Cedolare secca sugli affitti 2019: ecco come funziona

Ecco il testo della norma : 59. Il canone di locazione relativo ai contratti stipulati nell'anno 2019, aventi ad oggetto unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1, di superficie fino a 600 metri quadrati, escluse le pertinenze, e le relative pertinenze locate congiuntamente, può, in alternativa rispetto al regime ordinario vigente per la tassazione del reddito fondiario ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, essere assoggettato al regime della cedolare secca, di cui all'articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, con l'aliquota del 21 per cento. Tale regime non è applicabile ai contratti stipulati nell'anno 2019, qualora alla data del 15 ottobre 2018 risulti in corso un contratto non scaduto, tra i medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale.

Per aggiornamenti, notizie e approfondimenti segui il Dossier Locazioni immobili 2019 e il Dossier Dossier Cedolare secca 2019

Acquista subito in promozione il Pacchetto Tutto locazioni contenente 2 ebook sulle locazioni abitative e locazioni brevi, 1 file excel per il calcolo della convenienza della cedolare e Formule. Per la gestione dei contratti di locazione di immobili potrebbe interessarti il nostro Software Contratto.Cloud, scegli l'opzione più adatta alle tue esigenze.

Ti segnaliamo il commento al Decreto Fiscale in un e-book in pdf di 148 pagine: Decreto Fiscale 2020 - E-book - gratis aggiornamenti

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti per Cedolare Secca 2020, Legge di bilancio 2020

14,33 € + IVA
12,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Commenti

Le norme per essere eque e rispettate devono essere uguali per tutti i cittadini di ogni razza e colore . Non si applica la cedolare secca se le parti hanno in essere al 15 ottobre un contratto non scaduto . Chi sono quelle menti diaboliche che fanno certe leggi . Forse lo fanno apposta per creare confusione , fanno bene chi chiude baracca e se ne vanno da questo ridicolo paese ( la minuscola è voluta e dovuta ) .

Commento di antonio (11:48 del 07/11/2018)

Buonasera. Credo che si ampiamente sperequativo non inserire nel testo anche la cat. Catastale c/3..ossia quella adibita a mestieri..arti..e piccole fabbriche..che per tanti anni hanno fatto della qualità del made in italy un modello mondiale. Si parla tanto di ciò e poi nell emendamento non sono inseriti?...boh?..

Commento di Mimmo (20:45 del 09/11/2018)

La cedolare secca sugli immobili abitativi era entrata in vigore il 7 aprile 2011 e la norma si applicava già dai contratti di locazione in essere senza aspettare i nuovi !!!. Non capisco perché questa discriminazione nei confronti di un settore come quello del commerciale in piena crisi e visto e considerato che si vogliono aiutare i negozi facciamolo veramente e non solo con belle parole ma pochi fatti.....

Commento di PAOLA (17:47 del 13/11/2018)

caso particolare: contratto in essere ma in scadenza al 31/12/2018. Le stesse parti decidono di sottoscrivere un nuovo contratto per lo stesso immobile. Potranno aderire al regime di cedolare secca? Grazie.

Commento di Loris (10:59 del 30/12/2018)

CASO:CONTRATTO IN SCADENZA AL 31/01/2019.SI STIPULA NUOVO CONTRATTO CON LO STESSO LOCATORE USO COMMERCIALE.SI PUO USUFRUIRE DELLA CEDOLARE SECCA

Commento di MARIA ROSARIA (10:39 del 09/01/2019)

Sicuramente,senza alcun dubbio,puoi usufruire della cedolare secca dal momento che vai a stipulare un contratto nuovo a partire dal 1.2.2019.

Risposta di Mario (17:53 del 10/01/2019) al commento di MARIA ROSARIA

Ho un contratto affitto commerciale 6+6 trascorsi i primi 6 anni posso usufruire della cedolare secca, anche se sul contratto è presente la dicitura TACITO RINNOVO? Quindi rifarei lo stesso contratto con lo stesso locatario? grazie

Commento di Giovanni (12:26 del 11/01/2019)

A me sembra una presa in giro,io non sono un imprenditore(impiegato) ho ereditato una casa che ho finito di pagare 4 anni fa dopo 20 anni di mutuo(due appartamenti abitati da me e mia sorella e un ristorante)il ristorante è in affitto di (315 mq) di quello che prendiamo io e mia sorella avanza ben poco,avendo stipendi uguali paghiamo circa 8000€ euro a testa all'anno di IRPEF più le tasse sulla busta paga più la somma del reddito e 6000€ di imu all'anno più tasi e tari in poche parole una pressione fiscale che mi porta via il 70% dell'affitto..non mi vergogno a dirlo su 36.000 € mi restano 12.000 € puliti sperando e pregando che dentro al ristorante non si rompa niente,dopo 20 anni di sacrifici inquilini non paganti e fallimenti un po' di respiro anche per noi piccoli non sarebbe male,la cedolare secca però a me non si può applicare e io pago alla faccia di quelli che fanno il nero e non pagano le tasse.

Commento di Luca (15:37 del 04/02/2019)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)