Rassegna stampa Pubblicato il 30/06/2006

Rappresentante fiscale soltanto facoltativo

Tempo di lettura: 0 minuti

Incompatibile la previsione contraria della Finlandia

La Corte di giustizia UE, nella sentenza emessa in relazione alla causa C 249/05 (procedura di infrazione rivolta dalla Commissione alla Finlandia) ha stabilito che uno Stato UE non può imporre a un residente fuori dalla Comunità l'obbligo di nominare un rappresentante fiscale quando si effettuano operazioni imponibili all'interno del suo territorio.

Gli articoli 21 e 22 della sesta direttiva comunitaria 17 Maggio 1977 n. 77/388/CEE sono contrari a questa impostazione. La Finlandia dovrà dunque modificare il proprio ordinamento.

Ti potrebbero interessare:

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti consigliati per te

14,90 € + IVA
13,90 € + IVA
16,90 € + IVA
14,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)