HOME

/

FISCO

/

PACE FISCALE 2023

/

LEGGE DI BILANCIO 2023: RINUNCIA AGEVOLATA DELLE CONTROVERSIE IN CASSAZIONE

Legge di Bilancio 2023: rinuncia agevolata delle controversie in Cassazione

Sanzioni ridotte a un diciottesimo del minimo previsto dalla legge per chi rinuncia alle controversie tributarie pendenti in Cassazione

La rinuncia agevolata dei giudizi pendenti in Cassazione si pone in alternativa alla definizione agevolata delle controversie tributarie (commi 186-205). Infatti, la  Legge di Bilancio 2023 pubblicata in GU n. 303 del 29 dicembre (Legge n.197/2022), ai commi 213-218 prevede che per quelle controversie tributarie pendenti al 1° gennaio 2023: 

  • innanzi alla Corte di Cassazione;
  • in cui sia parte l’Agenzia delle entrate;
  • aventi ad oggetto atti impositivi (avvisi di accertamento, provvedimenti di irrogazione delle sanzioni e ogni altro atto di imposizione);

il ricorrente possa rinunciare entro il 30 giugno 2023 al ricorso principale o incidentale, per via di una definizione transattiva con la controparte di tutte le pretese azionate in giudizio.

Tale definizione transattiva comporta:

  • il pagamento delle somme dovute per le imposte;
  • gli interessi e gli eventuali accessori;
  • le sanzioni ridotte ad un diciottesimo del minimo previsto dalla legge.

Inoltre, la stessa, si perfeziona con la sottoscrizione dell’accordo intervenuto tra le parti ed entro venti giorni da quest’ultima, con il pagamento integrale delle somme dovute.

Si evidenzia che viene esclusa la compensazione mediante modello F24 e la rinuncia non consentirà la restituzione delle somme già versate, anche se eccedenti rispetto a quanto dovuto per la definizione.

È invece compatibile con la rinuncia agevolata del ricorso per Cassazione l’articolo 390 del codice di procedura civile, ai sensi del quale la rinuncia debba farsi con atto sottoscritto dalla parte e dal suo avvocato o anche da questo solo se è munito di mandato speciale a tale effetto.

La norma in esame esclude dall’agevolazione le controversie riguardanti:

  • le risorse proprie tradizionali UE e l’IVA riscossa all’importazione;
  • le somme dovute a titolo di recupero di aiuti di Stato.
Si ricorda che scade lunedì 16 gennaio 2023 il termine per fruire della definizione agevolata dei giudizi tributari pendenti alla Cassazione di cui all’articolo 5 della legge 31 agosto 2022, n.130. Quest’ultima è un’alternativa alla misura prevista dalla Legge di Bilancio 2023 ai commi 186-203, che riguarda la chiusura delle liti pendenti. Per approfondimenti in merito si legga Definizione agevolata delle liti pendenti in Cassazione, ma non per tutte (in cui si spiegano le regole su come richiedere la definizione agevolata delle liti in Cassazione) e Definizione agevolata giudizi pendenti Cassazione: attenzione alla data del 16 settembre.

Tag: LEGGE DI BILANCIO 2023 LEGGE DI BILANCIO 2023 PACE FISCALE 2023 PACE FISCALE 2023 DEFINIZIONE LITI PENDENTI 2023 DEFINIZIONE LITI PENDENTI 2023

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

PACE FISCALE 2023 · 02/02/2023 Liti pendenti con le Entrate: modello e istruzioni per definizione agevolata

Provvedimento delle entrate con modello per presentare entro il 30.06 domanda di definizione agevolata liti pendenti con l'agenzia

Liti pendenti con le Entrate: modello e istruzioni per definizione agevolata

Provvedimento delle entrate con modello per presentare entro il 30.06 domanda di definizione agevolata liti pendenti con l'agenzia

LIPE: si alla sanatoria col 3% delle sanzioni

I chiarimenti di Giorgetti sulle LIPE durante il question time del 1 febbraio

Atti procedimento di accertamento: le regole per la definizione agevolata

Riduzione sanzioni a 1/18 e fino a venti rate possibili per la definizione agevolata degli atti di procedimento di accertamento

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.