HOME

/

DIRITTO

/

TERZO SETTORE E NON PROFIT

/

ETS: PUBBLICATO IN GU IL DECRETO CON CRITERI E LIMITI DELLE ATTIVITÀ DIVERSE

ETS: pubblicato in GU il decreto con criteri e limiti delle attività diverse

Pubblicato in GU N 177 del 26 luglio il decreto che disciplina i criteri e limiti delle attività diverse.

Pubblicato in GU Serie Generale n 177 del 26 luglio il Decreto 19 maggio 2021, n. 107  "Regolamento ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo n. 117 del 2017 (Codice del Terzo settore), concernente l'individuazione di criteri e limiti delle attività diverse" 

In particolare, in attuazione dell'articolo 6 del DLgs n 117/2017 si individuano i criteri e i limiti ai fini dell'esercizio, da  parte  degli   enti  del Terzo settore, di attività diverse da quelle di interesse generale di cui all'articolo 5 del medesimo decreto

Le  attività diverse si considerano strumentali rispetto alle attività di interesse generale se, indipendentemente  dal   loro oggetto,  sono esercitate dall'ente  per la realizzazione, in via esclusiva, delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale perseguite dall'ente medesimo. 

Le  attività si considerano secondarie rispetto alle attività di interesse generale qualora, in  ciascun esercizio, ricorra una delle seguenti condizioni: 

  • i relativi ricavi non siano superiori  al  30% delle  entrate complessive dell'ente del Terzo settore; 
  • i relativi  ricavi   non  siano  superiori   al  66% dei costi complessivi dell'ente del Terzo settore. 

Nel documentare, il  carattere  secondario delle attività,  l'organo di amministrazione dell'ente del Terzo settore evidenzia il criterio a tal fine utilizzato.

Ai fini del computo della percentuale rientrano tra i costi complessivi dell'ETS anche: 

  • i costi figurativi relativi all'impiego di volontari  iscritti nel registro calcolati attraverso l'applicazione, alle  ore di  attività di    volontariato  effettivamente prestate, della retribuzione oraria lorda prevista per la  corrispondente  qualifica dai  contratti  collettivi, 
  • le erogazioni gratuite di denaro e le cessioni o erogazioni gratuite di beni o servizi, per il loro valore normale; 
  • la differenza  tra  il valore normale dei  beni o servizi acquistati ai fini dello svolgimento dell'attività statutaria  e  il loro costo effettivo di acquisto. 

Nel caso di mancato rispetto dei limiti stabiliti, l'ente del Terzo settore ha l'obbligo di effettuare, nel termine di trenta giorni dalla data di approvazione del bilancio da parte dell'organo competente, apposita segnalazione all'ufficio del Registro unico nazionale territorialmente competente nonché eventualmente, agli enti autorizzati.

L'Ente del Terzo settore è tenuto inoltre ad adottare, nell'esercizio successivo, un rapporto tra attività secondarie ed attività principali di interesse generale che sia inferiore alla soglia massima per una percentuale almeno pari alla misura del superamento dei limiti nell'esercizio precedente.

Qualora vi sia mancato rispetto dei limiti stabiliti o di omessa segnalazione, l'ufficio del Registro unico nazionale territorialmente competente dispone la cancellazione dell'ente del Terzo settore dal Registro medesimo.


Per approfondire ti consigliamo l'ebook  ETS: Attività diverse e attività di interesse generale

Per tutti gli aggiornamenti sul Terzo Settore visita il Focus dedicato agli enti noprofit

Tag: TERZO SETTORE E NON PROFIT TERZO SETTORE E NON PROFIT

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

TERZO SETTORE E NON PROFIT · 27/09/2021 5 per 1000: nuovi modelli di rendicontazione per gli ETS

Ecco i modelli e le linee guida per la rendicontazione dei contributi del 5 per mille ricevuti dagli ETS

5 per 1000: nuovi modelli di rendicontazione per gli ETS

Ecco i modelli e le linee guida per la rendicontazione dei contributi del 5 per mille ricevuti dagli ETS

Enti Terzo Settore: nuovi modelli per la rendicontazione del 5 per mille

I soggetti beneficiari del 5 per mille sono tenuti a dimostrare l’impiego delle somme percepite tramite apposito Rendiconto: i nuovi modelli e le linee guida a partire dal 2020

Bonus facciate: spetta se la facciata è visibile dal mare. Ecco un riepilogo delle regole

Il bonus facciate e le condizioni oggettive per la sua applicazione. Le Entrate chiariscono che spetta anche ai fabbricati con facciate visibili dal mare. Vediamo perchè

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.