HOME

/

FISCO

/

OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021

/

TRIANGOLAZIONI ALL’ESPORTAZIONE: REQUISITI PER LA NON IMPONIBILITÀ IVA

Triangolazioni all’esportazione: requisiti per la non imponibilità IVA

La non imponibilità IVA dettata dall'articolo 8, comma 1, lett. a) trova applicazione, a determinate condizioni, anche per le esportazioni triangolari

L’art. 8, primo comma, lettera a), del DPR 633/1972 prevede la non imponibilità ai fini IVA delle esportazioni dirette, ossia delle "cessioni, anche tramite commissionari, eseguite mediante trasporto o spedizione di beni fuori del territorio della Comunità economica europea, a cura o a nome dei cedenti o dei commissionari, anche per incarico dei propri cessionari o commissionari di questi".

Tra le esportazioni "dirette" ex art. 8, primo comma, lettera a) vanno ricomprese anche le c.d. operazioni triangolari extracomunitarie. Con tale espressione si intende fare riferimento a quelle tipologie di triangolazioni caratterizzate dall'intervento di un soggetto (cd. promotore) che si pone da un lato quale acquirente del primo cedente nazionale e dall'altro quale cedente nei confronti del cessionario extracomunitario, destinatario finale dei beni.

In tal caso, la non imponibilità IVA dell'operazione tra il promotore ed il soggetto extracomunitario è estesa anche alla cessione antecedente.

In estrema sintesi, le due cessioni sono non imponibili IVA se entrambe rispettano congiuntamente i seguenti requisiti:

  1. i beni vengano trasportati o spediti fuori dal territorio della Unione Europea
  2. il trasporto o la spedizione dei beni all'estero devono essere a cura (o a nome) del primo cedente, anche se per incarico del proprio cessionario, ossia il promotore della triangolazione
  3. il promotore della triangolazione ed il cessionario extracomunitario non acquisiscono la disponibilità dei beni all'interno del territorio nazionale

Si ricorda che secondo il dettato normativo comunitario, l'esportazione di un bene si perfeziona e l'esenzione della cessione all'esportazione diviene applicabile quando il potere di disporre del bene come proprietario è stato trasmesso all'acquirente, il fornitore prova che tale bene è stato spedito o trasportato al di fuori dell'Unione e che, in seguito a tale spedizione o trasporto, esso ha lasciato fisicamente il territorio dell'Unione.

Con la risposta n. 580 del 10 dicembre 2020 l’Agenzia delle entrate ha recentemente trattato l’operazione sopra descritta, con particolare riferimento ad una triangolazione all’esportazione promossa da un soggetto IT (istante) che acquista dei beni da un fornitore UE identificato ai fini IVA in Italia (IT2), destinati ad un cliente finale extra-UE (cliente dell’istante IT).

Nell’interpello la società istante pone distinti quesiti tra cui, in particolare, la corretta applicazione della non imponibilità IVA alle due cessioni (da IT2 a IT e da quest’ultimo al cliente finale extra-UE).

Secondo l’Agenzia delle entrate la complessiva operazione descritta rientra nelle disposizioni dell'art. 8, comma primo, lett. a) del DPR n. 633/1972 e, pertanto, verificati i requisiti sopra richiamati, le cessioni effettuate dai 2 soggetti passivi IVA italiani (IT e IT2) possono beneficiare della non imponibilità IVA.

Per quanto riguarda la prova dell’esportazione, la non imponibilità dell'operazione di cui all'art. 8, primo comma, lett. a) del DPR n. 633/1972 è legata alla circostanza che il trasporto dei beni fuori dall'UE sia curato direttamente dal cedente, indipendentemente da chi curi l'operazione ai fini doganali; in altri termini, l’operazione potrà essere non imponibile IVA indipendentemente dalla circostanza che la bolletta di esportazione sia intestata alla società istante (promotore della triangolazione). La regolare uscita della merce potrà essere accertata da quest’ultimo consultando un'apposita sezione del sito istituzionale dell'Agenzia, mediante la digitazione del codice dell'operazione ovvero del Movement reference number (MRN).

Allegato

Risposta a interpello n 580 del 10 dicembre 2021

Tag: OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021 OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021 · 07/12/2021 Controlli per gli esportatori abituali dal 2022

Esportatori abituali: ecco cosa cambia dal 1° gennaio 2022. Controlli, adempimenti, plafond e fatturazione elettronica

Controlli per gli esportatori abituali dal 2022

Esportatori abituali: ecco cosa cambia dal 1° gennaio 2022. Controlli, adempimenti, plafond e fatturazione elettronica

Operazioni intracomunicatarie: recepita la Direttiva UE Quick fixes

Risolta la procedura d’infrazione n. 2020/0070, con la quale era stata contestato all’Italia il mancato recepimento della direttiva entro il 31 dicembre 2019.

Esterometro: abolizione rimandata al 1° luglio 2022

Comunicazione cessioni di beni e prestazioni di servizi transfontaliere in vigore ancora fino al 1° luglio 2022. Novità approvata nel decreto fiscale

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.