IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 27/04/2021

Compensi erogati nell'anno successivo alla maturazione: come vengono tassati

di Redazione Fisco e Tasse

Tempo di lettura: 2 minuti
Ritardo nel pagamento

Gli emolumenti da attività assimilata a lavoro dipendente sono tassati in modo ordinario nell'anno successivo al momento della loro maturazione se il ritardo è fisiologico

Commenta Stampa

Con la Risposta a interpello n 269 del 20 aprile 2020, l'agenzia delle entrate concorda con un Ministero istante nel ritenere che la tassazione degli emolumenti, secondo l'istante assimilati ai redditi da lavoro dipendente, dovrà avvenire in modo ordinario qualora il ritardo nella loro corresponsione sia da considerarsi fisiologico e non dovuto a sitazioni di carattere giuridico.

Un Ministero istante esercita l'attività di vigilanza su enti cooperativi mediante revisioni ordinarie, volte ad accertare i requisiti mutualistici e a fornire agli organi di direzione e di amministrazione suggerimenti, consigli ed effettuare ispezioni straordinarie. 

Per lo svolgimento di tale compito istituzionale, l'Istante si avvale del proprio personale, nonché di quello, debitamente formato ed abilitato, di altre Amministrazioni, con le quali ha sottoscritto apposite convenzioni.

Per ragioni connesse alle procedure di liquidazione, ovvero nel caso in cui le revisioni o ispezioni si concludano in prossimità della chiusura dell'esercizio finanziario, i relativi compensi sono erogati nell'anno successivo a quello di effettiva maturazione.

L'istante rappresenta che l'iter per la liquidazione dei compensi maturati dall'agosto 2019 al termine del periodo d'imposta, si è concluso alla fine del mese di giugno 2020, con erogazione degli stessi nel successivo mese di luglio 2020 a causa di una seria di richieste di integrazioni documentali che ha determinato una dilazione dei tempi consueti per l'accredito delle somme ai beneficiari. 

Alla luce dei chiarimenti forniti con la risoluzione 13 dicembre 2017, n. 151/E, il Ministero istante ha assoggettato i compensi, maturati nel predetto arco temporale del 2019 ed erogati nel 2020, a tassazione ordinaria, considerando il ritardo nell'erogazione "fisiologico" rispetto ai tempi tecnici occorrenti per la loro liquidazione.

Esso chiede se i compensi per lo svolgimento dell'attività di vigilanza da lui svolti e erogati nell'anno successivo a quello di maturazione, siano da assoggettare a tassazione ordinaria oppure a tassazione separata ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera b), del Tuir. 

L'agenzia nel concordare con l'istante per la tassazione ordinaria degli emolumenti 2019 corrisposti a luglio 2020 per ritardi nelle procedure di liquadazione degli stessi, specifica che l'articolo 17, comma 1, lettera b), del Tuir dispone che l'imposta si applica separatamente agli «emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente riferibili ad anni precedenti, percepiti per effetto di leggi, di contratti collettivi, di sentenze o di atti amministrativi sopravvenuti o per altre cause non dipendenti dalla volontà delle parti, compresi i compensi e le indennità di cui al comma 1 dell'articolo 50 e al comma 2 dell'articolo 49» 

Da ciò si evince che la tassazione separata non si applica indiscriminatamente ogni qual volta gli emolumenti siano percepiti in un periodo d'imposta successivo a quello di maturazione, essendo necessario che tale ritardo sia dovuto a situazioni di carattere giuridico (leggi, contratti collettivi, sentenze o atti amministrativi), o ad oggettive situazioni di fatto che impediscano il pagamento entro i limiti di tempo ordinariamente adottati dalla generalità dei sostituti d'imposta.

Inoltre, è stato chiarito che mentre per il sopraggiungere di situazioni di carattere giuridico non deve essere effettuata alcuna indagine per valutare le cause del ritardo, negli altri casi deve essere effettuata un'analisi delle circostanze che hanno determinato il rinvio nell'erogazione degli emolumenti, per valutare se tale ritardo sia o meno fisiologico, ovvero strettamente correlato alla natura dell'emolumento. 

Qualora, infatti, tale ritardo risultasse fisiologico, l'applicazione della tassazione separata non risulta giustificata  come chiarito dalla Risoluzione 13 dicembre 2017, n.151).

Fonte: Fisco e Tasse



Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Credito imposta R&S: certificazione costi del revisore
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 42,90 € + IVA fino al 2021-05-13
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE