IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 02/11/2020

Il decreto Ristori dimentica l'invio delle Cu/2020: necessari chiarimenti

di Dott.ssa Fiammelli Matilde

Tempo di lettura: 3 minuti
770

Il Decreto Ristori, prorogando l’invio del mod. 770-2020 al 10 dicembre ha dimenticato l’invio delle CU che potrebbero rimanere al 2 novembre.

Commenta Stampa

Con l’art. 10 del DL 137/2020, c.d. Decreto Ristori, è stata spostata la scadenza originaria della presentazione del mod. 770/2020 del 31 ottobre 2020 (che slitta materialmente al 2 novembre, cadendo il giorno 31 di sabato), al 10 dicembre 2020

La proroga al 10 dicembre della sola presentazione del mod. 770/2020 comporta un problema di scadenze da non sottovalutare connesse ad altri adempimenti collegati al modello dei sostituti d’imposta.

Il tandem 770 e CU 

Per comprendere quale sia il nodo delle scadenze connesse al modello 770, occorre considerare che l'adempimento dei sostituti d’imposta si compone di due parti: la Certificazione unica (CU) e il Modello 770. 

  1. La Certificazione Unica deve essere utilizzata dai sostituti d’imposta comprese le Amministrazioni statali, per comunicare in via telematica all’agenzia delle entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno precedente nonché gli altri dati contributivi ed assicurativi connessi. La trasmissione telematica per il 2019 doveva essere effettuata entro il 7 marzo 2020, relativamente ai redditi corrisposti e che sono confluiti nella dichiarazione mod. 730/2020 precompilata. Per gli altri redditi corrisposti e che sono o esenti o non soggetti ad imposte sui redditi ma per i quali è necessaria la CU, il termine ultimo di invio è quello coincidente con l’invio del mod. 770/2020, cioè 31 ottobre (2 novembre).
  2. Il Mod. 770 deve essere utilizzato dai sostituti d’imposta, comprese le amministrazioni statali, per comunicare in via telematica i dati fiscali relativi a ritenute operate nell’anno precedente, versamenti, eventuali compensazioni ecc. Deve essere inoltre utilizzato dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, su proventi da partecipazione, su redditi di capitale erogati nell’anno precedente, i versamenti ed eventuali compensazioni, nonchè i crediti d’imposta utilizzati. Deve essere utilizzato anche per i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, nonché quelli che gestiscono portali telematici, qualora applichino una ritenuta sull’ammontare dei canoni e corrispettivi nelle locazioni brevi. La trasmissione telematica deve essere effettuata entro il 31 ottobre (2 novembre). 

Le scadenze trascinate dalla proroga

Connessi alla scadenza dell’invio telematico dei 770 vi sono due adempimenti: 

  • invio delle CU non rilevanti ai fini della dichiarazione precompilata, come visto nelle righe precedenti,
  • i ravvedimenti operosi delle ritenute e delle somme connesse a versamenti dei sostituti d'imposta che trovano la collocazione, ai fini della regolarizzazione, entro il termine dell’invio telematico della dichiarazione dei sostituti medesima. 

Dal momento che l’art. 10 del Decreto Ristori non fa menzione degli adempimenti connessi, se ne potrebbero dedurre due conclusioni: 

  • la prima, le due scadenze sono automaticamente trascinate al 10 dicembre, non potendo essere diversamente, senza necessità che il fisco si esprima con comunicati stampa di precisazione o provvedimenti dell'ultimo minuto. 
  • La seconda interpretazione potrebbe vedere le scadenze dei ravvedimenti operosi trascinati di default alla scadenza del 10 dicembre in quanto in passato tale precedente era già stato creato e risolto con dei comunicati stampa promananti dall’agenzia delle entrate, mentre per l’invio delle CU, essendo un adempimento telematico, forse sarebbe necessario un chiarimento in difetto del quale la scadenza resterebbe al 2 novembre 2020


Ad ogni buon conto è necessario un urgente chiarimento, in quanto se si prende visione delle scadenze pubblicate sul sito istituzionale dell’agenzia delle entrate, il giorno 27 ottobre 2020, si può notare che è scomparsa la scadenza relativa all’invio telematico del mod. 770, ma è rimasta quella relativa alla trasmissione all'Agenzia delle Entrate delle Certificazioni Uniche (c.d. CU 2020) contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la "dichiarazione dei redditi precompilata" corrisposti nel 2019.

Fonte: Fisco e Tasse


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

La significativita' di revisione (Excel)
In PROMOZIONE a 12,90 € + IVA invece di 16,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Calcolo Credito imposta Ricerca e Sviluppo 2020 (excel)
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Partita Doppia 1: Scritture di esercizio
Scaricalo a 14,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE