HOME

/

FISCO

/

AGEVOLAZIONI COVID-19

/

PAGAMENTI RATEALI E RIMESSIONE IN TERMINI: LA PRIMA RATA TRASCINA LE SUCCESSIVE

1 minuto, Redazione , 04/09/2020

Pagamenti rateali e rimessione in termini: la prima rata trascina le successive

La proroga della prima rata di pagamento dilazionato di una comunicazione degli esiti fa slittare anche le successive mentre non vale per quelle dopo la prima.

Ascolta la versione audio dell'articolo

L’agenzia delle Entrate con la Circolare n 25/E del 20 agosto scorso risponde a un quesito sui pagamenti rateali e in particolare sul pagamento rateale di una comunicazione degli esiti derivanti da controlli formali e automatizzati.

Se la prima rata scade nel periodo di sospensione e cioè tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020 ai sensi dell’art 144 del Decreto Rilancio, facendo riferimento anche alle regole che disciplinano la rateazione (art 3 bis DLgs 462/1997) secondo le quali le rate trimestrali scadono l’ultimo giorno di ciascun trimestre successivo alla prima rata, la scadenza delle rate successive è determinata dalla scadenza della prima rata.

Detto questo se la scadenza della prima rata ricade nel periodo di sospensione allora tutto il piano di rateazione sarà costruito sulla scadenza prorogata della prima rata.

Non vale lo stesso se invece trattasi di rata successiva alla prima che ricade nel periodo di sospensione.

In questo secondo caso sarà prorogata solo quella specifica rata e le altre scadenze resteranno invariate.

È bene ricordare il dettaglio dell’articolo 144 del Decreto Rilancio che prevede la remissione in termini e la proroga dei termini per il versamento, anche rateale, delle somme dovute a seguito:

  • delle attività di controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni (articoli 36-bis e 36-ter del decreto del DPR n. 600/73, e 54-bis del DPR n 633/72) 
  • nonché delle somme dovute a seguito della liquidazione dei redditi soggetti a tassazione separata

che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020.

I versamenti interessati possono essere eseguiti entro il 16 settembre 2020 senza sanzioni nè interessi.

E' bene sapere che si può anche optare per un pagamento rateale delle somme dovute in quattro rate di pari importo da pagare entro le seguenti scadenze:

  • 16 settembre
  • 16 ottobre
  • 16 novembre
  • 16 dicembre 2020

In proposito si leggano anche: 

Comunicazione di irregolarità e beneficio della rimessione dei termini per i pagamenti

Rimessione in termini: spetta anche per i termini per fornire chiarimenti sui controlli formali

Ti potrebbe interessare l'e-book  Decreto Rilancio dopo la conversione (eBook 2020)

Tag: AGEVOLAZIONI COVID-19 AGEVOLAZIONI COVID-19 ACCERTAMENTO E CONTROLLI ACCERTAMENTO E CONTROLLI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

FONDI SANITARI E DI SOLIDARIETÀ · 27/05/2022 Artigiani: il Fondo Sanarti proroga le prestazioni per COVID 19

Tutte le istruzioni sulle prestazioni straordinarie del Fondo Sanitario per gli artigiani potenziate e prorogate fino a giugno 2022

Artigiani: il Fondo Sanarti proroga  le prestazioni per COVID 19

Tutte le istruzioni sulle prestazioni straordinarie del Fondo Sanitario per gli artigiani potenziate e prorogate fino a giugno 2022

Bonus mobilità 2022: fissata la percentuale del credito spettante

Il bonus mobilità può essere fruito non oltre il periodo d'imposta 2022. In data 23 maggio le Entrate fissano la percentuale di spettanza

Decreto cessazione stato di emergenza Covid-19 diventa legge: ecco il testo coordinato

Il 31 marzo 2022 è terminato lo stato di emergenza Covid-19. Ecco il testo del DL 24/2022 coordinato con la legge di conversione n. 52 e le regole previste a partire dal 1° aprile

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.