IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 08/06/2020

Rivalutazione beni di impresa possibile fino al 2022

Tempo di lettura: 1 minuto
rivalutazione partecipazione e terreni

La rivalutazione dei beni di impresa attualmente prevista per il 2019 viene estesa ai bilanci 2020-2021-2022 alle stesse condizioni previste dalla Legge di Bilancio 2020

Ascolta la versione audio dell'articolo
Commenta Stampa

La conversione in legge del decreto liquidità, oltre a prevedere la rivalutazione dei beni di impresa gratuita per gli alberghi e le strutture termali ha modificato la rivalutazione dei beni di impresa prevista dalla Legge di Bilancio 2020, per le società di capitali, per le cooperative, per i trust e per gli altri enti pubblici e privati che non adottano i princìpi contabili internazionali.

La Legge di Bilancio 2020 prevedeva la possibilità di  rivalutare i beni di impresa e le partecipazioni in società controllate e collegate costituenti immobilizzazioni, risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2018 con il pagamento sulle plusvalenze emergenti di una imposta sostitutiva  del 12% per i beni ammortizzabili e del 10% per i beni non ammortizzabili.
L'affrancamento della riserva in sospensione di imposta con il pagamento di una sostitutiva del 10%.

L’art. 12-ter della legge di conversione del decreto Liquidita dispone che la rivalutazione dei beni d'impresa e  delle  partecipazioni prevista dalla Legge di Bilancio2020 (art.1, commi 696 L. 160/2019) puo'  essere  effettuata  nel bilancio o rendiconto dell'esercizio successivo a quello in corso  al 31 dicembre 2019,  al  31  dicembre  2020  o  al  31  dicembre  2021 e quindi nel bilanci 2020-2021-2022.
Per la legge di bilancio 2020 - la rivalutazione  deve essere eseguita nel bilancio dell'esercizio successivo a quello in corso al 2018, pertanto nel bilancio 2019.

La Legge di Liquidita  prevede pertanto uno slittamento di tre esercizi (bilanci dal 2020 al 2022) rispetto al termine indicato dalla legge n. 160 del 2019 (bilancio 2019).
Inoltre dispone, limitatamente ai beni immobili, che i maggiori valori iscritti in bilancio si considerano riconosciuti, rispettivamente, con effetto dal periodo di imposta in corso alla data del 1 dicembre 2022, del 1 dicembre 2023 o del 1 dicembre 2024.

Ti potrebbe interessare l'e-book Il nuovo regime di rivalutazione DL 104/2020 (eBook)

 il foglio di calcolo Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)

Ti consigliamo il Pacchetto Valutazione d'azienda e Affrancamento  con all'interno anche i fac simile per la redazione della perizia e il tool per la valutazione

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Detrazioni fiscali su immobili (Excel)
In PROMOZIONE a 79,90 € + IVA invece di 99,00 € + IVA fino al 2060-12-31
Pacchetto Dichiarativi 2021
In PROMOZIONE a 219,90 € + IVA invece di 389,30 € + IVA fino al 2060-12-31
Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-05-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE