IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 08/06/2020

Rivalutazione beni di impresa gratuita per alberghi e strutture termali

Tempo di lettura: 1 minuto
rivalutazione terreni partecipazioni 2018 imposta sostitutiva

Torna la rivalutazione dei beni di impresa per le attività piu’ colpite dalla pandemia: alberghi e terme posso rivalutare gratuitamente, a prevederlo la legge di conversione del decreto Liquidità

Ascolta la versione audio dell'articolo
Commenta Stampa

Rivalutazione gratuita per alberghi e attività termali,  a prevederlo è l’art. 6 bis della Legge di conversione del decreto Liquidità  in vigore dal 7 giugno 2020.
Per aiutare le imprese maggiormente colpite dal Covid 19 e limitare l’effetto delle perdite che graveranno sui futuri bilanci, la legge di conversione del decreto liquidità consente la rivalutazione dei beni gratuita.
I soggetti IRES con attività alberghiere e termali, che non adottano i principi contabili internazionali,  possono rivalutare i beni di impresa e le partecipazioni, ad esclusione degli immobili alla cui produzione o al cui scambio è diretta l'attività dell'impresa, risultanti dal bilancio dell'esercizio in corso al 31 dicembre 2019.
La rivalutazione deve essere eseguita  nei bilanci 2020 o anche 2021, in uno o in entrambi i bilanci, e deve riguardare tutti i beni appartenenti alla stessa categoria omogenea. Come già previsto per le precedenti rivalutazioni i valori devono essere annotati nel relativo inventario e nella nota integrativa.

La rivalutazione dei beni è gratuita ed è riconosciuta ai fini IRES e IRAP a decorrere dallo stesso esercizio in cui è eseguita.

Il saldo attivo di rivalutazione deve essere imputato al capitale sociale o accantonato in una speciale riserva con esclusione di ogni diversa utilizzazione.

La riserva puo’ essere affrancata in tutto o in parte con l'applicazione di un'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell'IRAP e di eventuali addizionali nella misura del 10%.

Se i beni rivalutati vengono ceduti, assegnati ai soci o destinati a finalità estranee all’esercizio di impresa o al consumo personale o familiare dell’imprenditore prima del quarto anno successivo,  ai fini della determinazione della plusvalenza il costo iniziale è quello prima della rivalutazione.

Se i soggetti destinatari della norma hanno rivalutato i beni a norma all'articolo 1, commi 696 e seguenti, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, gli effetti della rivalutazione e dell'eventuale affrancamento del saldo attivo ai fini delle imposte sui redditi e dell'imposta regionale sulle attività produttive si producono a decorrere dall'ultimo bilancio o rendiconto dell'esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2020.

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-09-30
Credito imposta affitto immobili - DL Rilancio e Agosto
In PROMOZIONE a 18,90 € + IVA invece di 21,90 € + IVA fino al 2021-12-31
Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2020-12-31
Sospensioni fiscali - Calcolo rate (Excel)
In PROMOZIONE a 16,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2020-10-01

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE