HOME

/

FISCO

/

REDDITI PERSONE FISICHE 2021

/

LA SOSTITUZIONE DEI SANITARI NON DA DIRITTO ALLA DETRAZIONE AL 50%

1 minuto, Redazione , 22/06/2016

La sostituzione dei sanitari non da diritto alla detrazione al 50%

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, differente da quanto affermato dai media, la sostituzione della vasca con altra vasca con sportello apribile non è agevolabile.

Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi (DPR 917/86) prevede all’art.16-bis la possibilità di fruire della detrazione IRPEF al 50%  per le spese sostenute per gli interventi di:

  • manutenzione straordinaria su singole unità immobiliari residenziali,
  • restauro e risanamento conservativo su singole unità immobiliari residenziali,
  • ristrutturazione edilizia su singole unità immobiliari residenziali,
  • per le spese sostenute per gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche; eseguite anche su parti comuni.

Riguardo alla sostituzione dei sanitari, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha precisato che:

  • l’intervento di sostituzione della vasca da bagno con altra vasca con sportello apribile o con box doccia, può ritenersi finalizzato all’eliminazione delle barriere architettoniche, in quanto riduce, almeno in parte, gli ostacoli fisici fonti di disagio per la mobilità e permette di migliorare l'utilizzo delle attrezzature.
  • si qualificano come interventi di manutenzione ordinaria in quanto interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento, e sostituzione delle finiture degli edifici pertanto non sono agevolabili ai sensi dell’art. 16-bis del TUIR.

Riprendendo quanto chiarito dal Ministero delle infrastruttture e dei trasporti, la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 3/2016 precisa che la sostituzione della vasca e del box doccia:

  • non sono singolarmente agevolabili
  • sono agevolabile se rientrano in interventi di restauro maggiori per cui è prevista la detrazione d’imposta prevista all'art.16-bis TUIR. Infatti la categoria di intervento “superiore” assorbe quella “inferiore”, come nel caso, ad esempio, del rifacimento integrale degli impianti idraulici del bagno, con  innovazione dei materiali, che comporti anche la sostituzione dei sanitari. In questa ipotesi, dato che il rifacimento integrale è detraibile al 50%, anche la sostituzione dei sanitari diventa detraibile.

Leggi la Circolare n. 3/E completa sulle risposte dell'Agenzia su oneri detraibili e deducibili

Ti potrebbe interessa l'e-book  Detrazioni 730/2016 - Le 100 voci che fanno risparmiare 

Tag: DICHIARAZIONE 730/2021 DICHIARAZIONE 730/2021 ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI REDDITI PERSONE FISICHE 2021 REDDITI PERSONE FISICHE 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Miky - 22/06/2016

Che gran calderone !!!!! Con tutte queste agevolazioni, nonostante la crisi, non ti fanno più un Euro di sconto. Quindi i rivenditori mantengono un margine di guadagno elevato che, in pratica, è pagato dalla fiscalità generale. In questi settori l'aiuto statale (perchè di quello si tratta) sta falsando le dinamiche di mercato, un po come succede in agricoltura con la PAC, e difatti la generalità degli agricoltori sta fallendo..... Questo sistema ricorda un po la vecchia Russia, mentre le nostra storia sarebbe più consona allo slogan "libero mercato in libero Stato".................Forse quando potremo eleggere chi è alla guida del Paese ????

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

REDDITI SOCIETÀ DI CAPITALI 2021 · 28/11/2021 Secondo acconto IRPEF, IRES, IRAP 2021: ecco come calcolarlo

Il 30 novembre 2021 è l'ultimo giorno per il pagamento degli acconti Irpef Ires e Irap, ma anche dei contributi previdenziali e delle addizionali.

Secondo acconto IRPEF, IRES, IRAP 2021: ecco come calcolarlo

Il 30 novembre 2021 è l'ultimo giorno per il pagamento degli acconti Irpef Ires e Irap, ma anche dei contributi previdenziali e delle addizionali.

Acconto IRPEF 2021: entro il 30.11 la seconda o unica rata

Breve riepilogo sul calcolo e versamento del secondo acconto dell'IRPEF 2021 previsto da pagare entro il 30 novembre 2021

5 e 8 per mille: le scelte non espresse

La mancata scelta della destinazione del 2, 5 e 8 per mille determina la ripartizione del gettito in base alle scelte effettuate dagli altri contribuenti

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.