Rassegna stampa Pubblicato il 05/06/2014

Rivalutazione beni d'impresa, i chiarimenti delle Entrate

Non possono essere oggetto di rivalutazione tutti i beni merce ed i beni alla cui produzione o scambio è diretta l’attività d’impresa

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato ieri 4 giugno la circolare n. 13/E/2014 con cui fornisce chiarimenti sulla nuova disciplina di rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni per i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali nella redazione del bilancio, reintrodotta dalla Legge di Stabilità 2014. In particolare, viene precisato che possono essere rivalutati tutti i beni d’impresa, ad esclusione dei beni merce (qualunque bene merce, non solo gli immobili merce), e le partecipazioni in società controllate o collegate che costituiscono immobilizzazioni finanziarie. I beni materiali e immateriali alla cui produzione o scambio è diretta l’attività d’impresa non possono formare oggetto di rivalutazione. Per effettuare la rivalutazione, i beni e le partecipazioni devono essere iscritti sia nel bilancio relativo all’esercizio in corso al 31 dicembre 2012, sia nel bilancio relativo all’esercizio successivo.

Ti potrebbe interessare il foglio Calcolo IRES e IRAP 2019 - Redditi Società di Capitali.

Visita anche la nostra sezione del Business Center "Speciale Dichiarazioni fiscali" ricca di documenti in pdf, guide professionali rivolte ad aziende e consulenti, Circolari, fogli di calcolo in excel e libri di carta sulle Dichiarazioni 2019.

Fonte: Agenzia delle Entrate




Prodotti per Legge di Stabilità 2014, Rivalutazione beni di impresa, Redditi Società di Capitali 2019

 
4,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)