Normativa del 28/01/2014

Obbligo POS per i professionisti: pubblicato in G.U. il decreto attuativo

168x126 pos professionisti

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del Mise che introduce l’obbligo di dotazione del POS per professionisti e imprese per i pagamenti superiori a 30 euro

Forma Giuridica: Normativa - Decreto
del 24/01/2014
Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 21 del 27 gennaio 2014, è stato pubblicato il decreto interministeriale 24 gennaio 2014, recante «Definizioni e ambito di applicazione dei pagamenti mediante carte di debito» firmato dal ministro dello Sviluppo economico di concerto con quello dell’Economia e delle finanze, che diventerà operativo dal 28 marzo 2014.
Il decreto recepisce le ultime novità per quanto riguarda l’obbligo del Pos per professionisti e imprese per i pagamenti superiori a 30 euro, per l’acquisto di prodotti o la prestazione di servizi. Con successivo decreto da adottarsi entro 90 giorni dall’entrata in vigore dell’obbligo, e quindi entro il 26 giugno 2014, potranno essere individuate nuove soglie e nuovi limiti minimi di fatturato, con possibilità inoltre di estendere gli obblighi a ulteriori strumenti di pagamento elettronico anche con tecnologie mobili.
In sede di prima applicazione, e fino al 30 giugno 2014, tuttavia, l’obbligo di dotazione del POS riguarderà solamente le attività commerciali o professionali il cui fatturato, relativo all’anno precedente, sia superiore a 200 mila euro.

Vedi  la nostra offerta formativa  pe i commercialisti :  Videocorsi accreditati ODCEC  e  Minimaster per Revisori legali  riconosciuto dal MEF 






Commenti

Ottimo, giustissimo, meraviglioso! Più libertà per tutti, il cliente deve poter scegliere come pagare, anche perchè il contante non si sa mai per quali mani è passato, è pieno di microbi, sporco, maleodorante, SQUALLIDO. Le banche, infatti, ne sono ricolme, e talmente infettate dalla malattia da non volerne più, pretendendo da tutti, anche da quelli che non avrebbero nessun motivo di consegnargliela, la sua versione dematerializzata. Forse l'idea è che se non è reale non fa male... E questa è una pretesa degna, tanto che questa estorsione deve essere santificata da un0apposita legge. Sia mai che le banche restassero senza i loro adorati microbi sterilizzati...

Commento di dawnraptor (17:42 del 28/01/2014)

... sterilizzati da apposita commissione, ovvio!

Commento di dawnraptor (17:43 del 28/01/2014)

Ottimo, giustissimo, meraviglioso!

Meno contante in giro=meno evasione, meno riciclaggio, meno furti e rapine.

Commento di Guazza (23:26 del 31/01/2014)

Sì, sì, tutto bellissimo, ma se per questo ottimo risultato devo pagare l'ennesimo pizzo alle banche, oltre a quelli pesantissimi che pretende lo Stato, non mi sta più bene. E non mi si venga a dire che è il giusto compenso per evitare il Male di evasione, riciclaggio, furti e rapine. E' un pizzo e basta, e personalmente preferisco quelli fatti da me all'uncinetto.

Risposta di dawnraptor (16:07 del 04/02/2014) al commento di Guazza

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)