Speciale Pubblicato il 07/07/2016

Bonus Renzi 80 € e 730/2016 - come funziona?

di Dott. Paolo Casini

Delega fiscale Padoan Renzi

In sintesi: a chi spetta il bonus Renzi e come funziona l'eventuale restituzione nel 730/2016

Il c.d. Bonus Renzi, ovvero il credito IRPEF che il datore di lavoro riconosce ai lavoratori a determinate condizioni, è stato reso strutturale (e quindi definitivo) a partire dal 2015, attraverso la Legge di Stabilità 2015. Tale Bonus viene riconosciuto in maniera automatica ai lavoratori che siano in possesso di redditi da lavoro dipendente (art. 49 del TUIR) o alcuni redditi assimilati ai redditi di lavoro dipendente (art. 50 del TUIR).

Il contribuente, per avere diritto al Bonus, dovrà inoltre avere dell'IRPEF a debito; ciò significa che egli non dovrà essere configurato come soggetto c.d. incapiente.

Ricordiamo, quindi, che il contribuente, a seguito dell'applicazione delle detrazioni d'imposta per lavoro dipendente e assimilato, dovrà avere dell'IRPEF da versare a favore dell'Erario.

Inoltre, per aver diritto al Bonus, il reddito complessivo non dovrà superare la soglia dei 26.000 € nell'anno.

Riepilogando, possiamo schematizzare la spettanza del Bonus Renzi nel modo seguente:

IMPORTO DEL BONUS RENZI – 80 €

REDDITO COMPLESSIVO

SPETTA BONUS?

IN CHE MISURA?

< 8.000 €

NO: soggetto considerato fiscalmente incapiente

Tra 8.001 € e 24.000 €

SI

960 € (80 € per 12 mensilità)

Tra 24.001 € e 26.000 €

SI

Applicando la seguente formula:

[(26.000 – Reddito Complessivo) X 960] / 2.000

Oltre 26.000 €

NO

Ti puo interessare anche Bonus Renzi 80 euro: le regole

Restituzione Bonus Renzi

Il Lavoratore, per ricevere il Bonus, non deve fare alcuna comunicazione al proprio datore di lavoro, il quale riconoscerà in via automatica, e direttamente nella busta paga, il credito calcolato in base alla precedente tabella.

Proprio a seguito di questa automaticità dell’erogazione del Bonus, alcuni contribuenti si potrebbero trovare a dover restituire, in fase di conguaglio di fine anno o in sede di presentazione della Dichiarazione dei Redditi attraverso il Modello 730, in tutto o in parte il Bonus percepito nel corso dell’anno.

Questo, ad esempio, può verificarsi per i soggetti che abbiano intrattenuto più rapporti di lavoro con diversi datori, i quali solitamente non sono a conoscenza dei redditi percepiti in precedenza dal lavoratore; o ancora nel caso di lavoratori part-time con più rapporti di lavoro contemporaneamente.

In tutti questi casi, il lavoratore ha la possibilita di chiedere al/ai proprio/i datore di lavoro di non applicare automaticamente il Bonus direttamente in busta paga. In questo modo, il lavoratore riceverà il Bonus, qualora spettante, attraverso la presentazione del Modello 730 (dichiarazione dei redditi), dal Fisco, senza quindi ritrovarsi a dover restituire il bonus percepito in precedenza.




Prodotti per Dichiarazione 730/2019, Lavoro Dipendente, Riforme del Governo Renzi 2017

prodotto_fiscoetasse
38,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

32,30 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
38,37 € + IVA

IN PROMOZIONE A

19,13 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
28,65 € + IVA

IN PROMOZIONE A

18,17 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
34,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

28,90 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
70,86 € + IVA

IN PROMOZIONE A

44,15 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
18,17 € + IVA

IN PROMOZIONE A

16,25 € + IVA

fino al 12/05/2019

prodotto_fiscoetasse
44,92 € + IVA

IN PROMOZIONE A

34,24 € + IVA


Commenti

per reddito complessivo si intende quello sommato tra marito e moglie con dichiarazione 730 congiunta? io ho un reddito di 19879.00 mentre mia moglie ha un reddito di 6313.00. la domanda è: a mia moglie in fase di dichiarazione dei redditi gli saranno tolti i soldi del bonus renzi delle 80 euro mensili, premetto che mia moglie lavora partime a tempo determinato, è una stagionale. cordialmente saluto

Commento di agostino (17:42 del 08/07/2016)

Buongiorno Agostino, il reddito complessivo di riferimento è il reddito INDIVIDUALE. Pertanto occorre verificare la spettanza del Bonus per ogni contribuente. Per la posizione di sua moglie, occorre analizzare se per i periodi lavorati sono state trattenute imposte. In caso positivo, avrà diritto al Bonus; nel caso invece in cui sua moglie sia considerata una contribuente c.d. incampiente (ovvero le detrazioni per lavoro dipendente vadano ad azzerare le imposte), dovrà restituire il Bonus riconosciuto.

Risposta di Dott. Paolo Casini (09:18 del 11/07/2016) al commento di agostino

il limite e' 8174 non 8ooo perche' solo con tale importo di imponibile fiscale si paga 7 euro di impost

Commento di ornella (16:35 del 09/07/2016)

È assurdo che nessuno faccia presente questa cosa forse non hanno capito che tra un c.d. incapiente e uno che prende un reddito di 8174 euro paga paga 7 euro di irper e prende 960 euro di bonus....

Risposta di Simona (03:11 del 04/01/2017) al commento di ornella

Scusate, volevo sapere se a mia moglie che percepisce la Naspi primo bonifico da Maggio 2016, per un totale netto di 936,00€ al mese gli spettano le 80€ di Renzi? S e è si, per quale motivo ancora non risultano come voce separata nei pagamenti Naspi?

Commento di Lino (14:05 del 11/07/2016)

salve, volevo sapere io percepisco la naspi dal mese di settembre 2016,sui 850,00 900,00 euro al mese ,vorrei sapere se mi spetta il bonus da 80 euro grazie .

Risposta di rosaria (23:28 del 27/02/2017) al commento di Lino

Premetto che fino a quando lavorava le 80€ li percepiva.

Commento di Lino (14:07 del 11/07/2016)

Salve, mi servirebbe una informazione. sono un ingegnere con p.iva. Avendo effettuato c/o la scuola statale alcune supplenze (contratto da lavoro dipendente mi è stato versato mensilmente il bonus delle 80€) e avendo inoltre superato la soglia degli 8.000,00€, mi chiedevo se il fatto di avere anche un reddito da lavoro autonomo inficiasse in alcun modo sul tale bonus (ovvero la restituzione delle stesso). grazie

Commento di Luca (16:19 del 26/07/2016)

Io non ho ricevuto niente da due anni e l irpef lo pago io, visto che lavoro a contratto per l assistenza ad un privato di 92 anni. Ho fatto il 730 e ho solo sganciato cos'è il bonus pagare invece che ricevere?Antonio Palumbo

Commento di Antonio (11:41 del 07/08/2016)

Scusate per la mia domanda, mia moglie percepisce la NASPI dal 28/04/2016 (dopo 40 anni di lavoro) di cui non si capisce se viene versata il 10 di ogni mese o meno!!!!! così come il Bonus Renzi 80€ che dovrebbe essere versato ogni fine mese, dico dovrebbe perchè a Gennaio 2017 non ha percepito il Bonus Renzi. Ho chiamato l' INPS per avere delle risposte, l' operatrice mi ha risposto che per problemi tecnici non sono riusciti a versarli e che se li troverebbe insieme a quelli di Febbraio. Io mi chiedo è mai possibile che essendo in NASPI che è una miseria visto che ogni mese viene tolto il 3% dopo il terzo mese, non gli venga versato nemmeno il Bonus Renzi quando previsto? Ma l' INPS fa quello che ca......vuole!!!!!! L' INPS come tutti gli Enti quando devono prendere soldi te li trattengono subito, quando devono dare puoi anche morire!!!!!! Se loro sbagliano non gli succede niente, se sbaglia il cittadino sono ca......amari!!!!! Mi chiedo a questo punto, quali sono i diritti dei cittadini visto che diritti non ce ne sono!!!!!! I diritti e soprusi da quello che sto vedendo da molti anni sono solo per i Potenti!!!!!! appoggiati dal Governo!!!!! Questa non mi sembra una Democrazia come dicono LIBERALE, perchè di liberale non esiste nulla per noi cittadini, se vuoi far valere la tua libertà devi solo strapagare un Legale per un tuo diritto, di cui non sai nemmeno se ti va bene!!!!!! Ma questa è l' Italia? Se è questa, da Italiano me ne vergogno!!!! Scusatemi, ma è così.

Commento di Lino (16:51 del 28/02/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)