HOME

/

FISCO

/

RIFORMA FISCALE 2023-2024

/

LE MODIFICHE AL CONCORDATO PREVENTIVO BIENNALE

Le modifiche al concordato preventivo biennale

La Commissione finanze del Senato richiede alcune sostanziali modifiche al concordato preventivo biennale

Ascolta la versione audio dell'articolo

Com’è ormai noto, tra le poche novità che sono emerse dalla delega di riforma fiscale (Legge n 111/2023) si evidenzia quel nuovo strumento rappresentato dal concordato preventivo biennale, figlio della volontà di modificare gli ordinari meccanismi che regolano i rapporti tra contribuente e fisco.

Con il concordato preventivo biennale, in breve, l’Agenzia delle Entrate propone al contribuente una ipotesi di reddito per i successivi due anni e, se il contribuente lo considera plausibile, accetta la proposta; così facendo, le imposte dovute saranno calcolate e versate in base all’imponibile concordato, a prescindere dall’effettiva realizzazione dei ricavi previsti.

Per un approfondimento dell’argomento è possibile leggere gli articoli:

I destinatari del nuovo strumento sono i contribuenti di minore dimensione, le imprese e i lavoratori autonomi:

  • soggetti a ISA, che ottengono con punteggio uguale o maggiore di 8;
  • in regime forfetario.

Da subito il provvedimento ha lasciato notevoli perplessità tra gli operatori economici e, ancora di più, tra i gli addetti ai lavori: a partire dal fatto che i destinatari sono quei contribuenti meno interessati a uno strumento di questo tipo, passando per i meccanismi tecnici di funzionamento che si concretizzano in un prendere o lasciare, e senza dimenticare le tempistiche previste, dai più considerate troppo ristrette.

Per tutti questi motivi, è stato ipotizzato che lo strumento, con la sua attuale configurazione, sarà utilizzato da una limitatissima platea di contribuenti.

Del medesimo avviso è la Commissione finanze del Senato, presso cui lo schema di decreto legislativo è sotto esame tecnico. Non a caso la Commissione, infatti, in una delle sue osservazioni, ha auspicato che “l'accesso al concordato preventivo biennale venga esteso, nel rispetto della disciplina relativa agli ISA, a tutti i contribuenti che ne facciano richiesta”.

Dalle anticipazioni riportate dai quotidiani di settore Il sole 24 ore e Italia oggi, sembra che sia in corso una sorta di trattativa tra il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, e il presidente della Commissione finanze del Senato, Massimo Garavaglia, entrambi appartenenti alla maggioranza al governo, per rendere più appetibile il concordato preventivo biennale.

Le modifiche che saranno apportate allo strumento, oltre ad ampliare la platea dei possibili destinatari, cercano anche di ammorbidirne i meccanismi operativi e di dilatarne le tempistiche, un po’ più a favore del contribuente e un po’ meno a favore del fisco: l’evidente obiettivo è di evitare il naufragio di questo strumento prima ancora del suo varo.

Le modifiche, che presumibilmente prenderanno corpo nelle prossime ore, sono:

  • la possibilità di accesso al concordato preventivo anche per le imprese e i professionisti che non hanno ottenuto un punteggio ISA superiore o uguale a 8;
  • la possibilità di accettare il concordato, a regime dal 2025, entro la data del 15 ottobre (in conseguenza dello slittamento della  trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali);
  • lo snellimento della prevista procedura di trasmissione dei dati, attesa della proposta e sua accettazione, attraverso una predisposizione della proposta del fisco che, si ipotizza, potrebbe avvenire in qualche modo contestualmente alla predisposizione degli ISA;
  • l’introduzione di una forbice del 10% alla proposta del fisco sull’imponibile e quindi sulle imposte da versare all’erario.

Tag: RIFORMA FISCALE 2023-2024 RIFORMA FISCALE 2023-2024

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

RIFORMA FISCALE 2023-2024 · 20/05/2024 730 semplificato: prime modifiche da oggi 20 maggio

Istruzioni per accedere al nuovo 730 precompilato 2024: gli step da seguire

730 semplificato: prime modifiche da oggi 20 maggio

Istruzioni per accedere al nuovo 730 precompilato 2024: gli step da seguire

La riforma dei compensi di lavoro autonomo

La riforma fiscale e la revisione della disciplina dei redditi di lavoro autonomo

Modello 730/2024: le novità sulle mance

I lavoratori dichiarano sul modello 730 le mance ricevute anche quando non cambiano la tassazione applicata dal datore di lavoro

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.