HOME

/

LAVORO

/

SMART WORKING (LAVORO AGILE)

/

SMART WORKING: I RIMBORSI SPESE POSSONO ESSERE ESENTI

2 minuti, Redazione , 04/05/2021

Smart working: i rimborsi spese possono essere esenti

Rimborsi spese ai dipendenti per i costi sostenuti in modalità di lavoro agile non imponibili IRPEF purche documentati. Interpello n. 314 2021

I rimborsi spese per il lavoro agile dei propri dipendenti non sono imponibili, purché definiti con criteri oggettivi e accertabili. Lo afferma l'Agenzia delle entrate nella risposta a interpello 314/2021  del 29 aprile 2021 (allegata in calce all'articolo). 

Il caso sottoposto da una società riguarda un accordo di secondo livello con relativo regolamento  da adottare per  regolare  lo smart working dei dipendenti .

L'azienda afferma di voler mantenere i dipendenti liberi da spese di qualunque genere  per la prestazione lavorativa e  prevede un rimborso  forfettario di 0,50 euro per ogni giornata di lavoro agile  a copertura di spese generali  (energia elettrica per computer, luce, servizi igienici e  riscaldamento), cifra  parametrata alla  media di costi aziendali  per tali aspetti.

Chiede quindi se tali rimborsi possano essere esenti IRPEF per il lavoratore.

L'Agenzia da parere positivo  sulla non imponibilità a carico del dipendente e  riepiloga la normativa  e prassi fiscale in tema di rimborsi spese ricordando che  l'art. 51 comma 1 del TUIR prevede in linea generale l'imponibilità di tutte le somme corrisposte al lavoratore  anche come rimborso spese, per il principio della omnicomprensività della retribuzione.

Possono però essere esclusi da tassazione, come specificato dalla circolare n. 326 1997,  i rimborsi di spese non sostenute per produrre il reddito ma anticipate dal dipendente per il datore di lavoro  nel suo esclusivo interesse. La risoluzione  n. 178 203 aveva  chiarito, ad esempio, che non rientrano nella base imponibile gli indennizzi per reintegrazione patrimoniale. Ugualmente esenti sono le spese per i collegamenti telefonici necessari  per la prestazione lavorativa (Risoluzione n. 357 2007) 

La ris. n. 74 2017 ha fornito un importante elemento di valutazione affermando  che per la deteminazione dell'importo della spesa  vanno considerati elementi oggettivi documentalmente accertabili.

Su queste basi, viste anche le modalità di calcolo  basate sulle  quote di costo aziendale oggettive, l'agenzia concorda con la società contribuente affermando la non imponibilità di tali rimborsi 

Da segnalare però, come evidenzia Fiscooggi, la testata dell'Agenzia,  che  nell’interpello 956-632/2021, non pubblicato, su un caso analogo l'agenzia era giunta a conclusioni opposte..  In quel caso il datore prevedeva di erogare rimborsi spese determinati forfetariamente in misura pari al 30% delle spese sostenute dai dipendenti in smart working  (per connessione a Internet, elettricità e  riscaldamento). L'Amministrazione riteneva i rimborsi spese tassabili come reddito da lavoro dipendente  a causa della scarsa analiticità dei criteri di calcolo.

Ti puo interessare anche "Smart working in buoni pasto sono dovuti?" Segui per altre news e approfondimenti il dossier gratuito SMART WORKING

Allegato

Risposta a interpello del 30.04.2021 n. 314

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO REDDITI PERSONE FISICHE 2021 REDDITI PERSONE FISICHE 2021 SMART WORKING (LAVORO AGILE) SMART WORKING (LAVORO AGILE)

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SMART WORKING (LAVORO AGILE) · 01/07/2021 Rimborsi per connessione internet dipendente in smart working

Smart working e rimborsi per le connessioni Internet, per il dipendente rientrano nel calcolo del reddito da lavoro: a dirlo l'Agenzia in una risposta a un interpello

Rimborsi per connessione internet dipendente in smart working

Smart working e rimborsi per le connessioni Internet, per il dipendente rientrano nel calcolo del reddito da lavoro: a dirlo l'Agenzia in una risposta a un interpello

Smart working:  nuova proroga delle modalità semplificate

Nel decreto Riaperture appena convertito in legge la proroga delle procedure semplificate fino al 31 dicembre 2021 Sancito il diritto alla disconnessione.

Smart working: rientra nel computo per il  collocamento obbligatorio

L'Ispettorato del lavoro chiarisce che i lavoratori in smart working vanno conteggiati ai fini del collocamento obbligatorio delle persone disabili in azienda: Interpello 3-2021

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.