HOME

/

LAVORO

/

SMART WORKING (LAVORO AGILE)

/

SMART WORKING: I BUONI PASTO SONO DOVUTI?

Smart working: i buoni pasto sono dovuti?

Regole e eccezioni per l'erogazione dei buoni pasto sostitutivi del servizio mensa in smart working. Giurisprudenza e normativa contraddittorie

Secondo la normativa in materia di smart working  o lavoro agile (d.lgs.   81/2017), il lavoratore in smart working ha diritto allo stesso trattamento normativo e retributivo di colui che lavora in azienda  ma riguardo il buono pasto a  quanto pare  le regole sono diverse. La  giurisprudenza in generale spesso  nega il diritto al buono pasto ma  ci sono eccezioni.

(Vedi la nuova risposta dell'Agenzia sul tema:"Buoni pasto agevolati: e smart working ok dell'Agenzia")

Innanzitutto va verificato il contratto firmato: 

  1. se il buono pasto è previsto dal contratto collettivo applicato o dal contratto individuale  si puo avere diritto a riceverlo  anche  quando si lavora in modalità smart working. In questo caso infatti  ogni modifica contrattuale va concordata  tra le parti e puo essere necessario un accordo sindacale. Ci possono essere limitazioni (come meglio dettagliato dalla sentenza citata oltre)
  2. Se  invece si tratta di una erogazione autonoma dell'azienda può  essere variata con un atto interno e unilaterale. Ad esempio nella sentenza di Cassazione 16135/2020 è stato precisato che anche nel  caso l’attribuzione dei buoni pasto sia una prassi aziendale consolidata negli anni,  non è  legittima l'aspettativa che essa si debba prolungare e il datore di lavoro puo decidere autonomamente, senza che il lavoratore possa vantare un diritto.Infine  puo verificarsi il caso in cui il buono pasto sia previsto dal regolamento aziendale. In  questa eventualità l'obbligo puo essere modificato unilateralmente dal datore di lavoro , rispettando  i limiti previsti nel regolamento stesso.

Recentemente   il Tribunale di Venezia   nel decreto 3463  dell’8 luglio 2020 ( allegato in fondo all'articolo)  sulla scia di molte  pronunce di Cassazione sul tema (Cassazione 20087/2008,14290/2012, 14388/2016) , ha affermato che , dato che tecnicamente il buono pasto non fa parte della retribuzione dal punto di vista normativo,  quindi il diritto al buono pasto durante lo smart working  non sussiste.

Nello specifico iI  Tribunale ha respinto il ricorso presentato dalla Federazione metropolitana della FP CGIL di Venezia avverso il Comune di Venezia per aver escluso dal godimento dei buoni pasto i lavoratori in lavoro agile,  durante l’emergenza sanitaria da COVID- 19, senza previa contrattazione con le organizzazioni sindacali.

  Il Tribunale di Venezia ha ricordato che:

  •  ai sensi dell’art. 87, comma 1 del d.l. 18/2020 e del DPCM 11 marzo 2020, alle p.a. è stato imposto il lavoro agile quale modalità ordinaria e generale per lo svolgimento delle prestazioni lavorative, dunque non si tratterebbe di una decisione discrezionale dell’ente in materia di organizzazione degli uffici e pertanto oggetto di informativa sindacale. Inoltre  ha ricordato che :
  • per la maturazione del buono pasto, come disposto dagli artt. 45 e 46 del CCNL Regioni e Autonomie Locali 14.09.2000, è necessario che l’orario di lavoro sia organizzato con specifiche scadenze orarie e che il lavoratore consumi il pasto fuori dall’orario di lavoro:
  •  infine, come ritenuto dalla Cassazione nella sentenza n. 31137/2019, il buono pasto non è un elemento della retribuzione ma un beneficio conseguente alle modalità concrete di organizzazione dell’orario di lavoro (ad esempio in caso di pausa pranzo ridotta) per agevolare il dipendente. Nel caso di smart working, in cui il lavoratore puo organizzare i tempi del proprio lavoro, l'obbligo a carico dell'azienda non è applicabile.

Sullo smart working in epoca Covid ti puo interessare l'e-book : "Smart Working: le nuove regole " di R. Staiano

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO SMART WORKING (LAVORO AGILE) SMART WORKING (LAVORO AGILE)

Allegato

Decreto Tribunale di Venezia 3463-2020 buoni pasto
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SMART WORKING (LAVORO AGILE) · 13/10/2021 Smart working: i rischi per la salute

I profili organizzativi e gli aspetti socio-sanitari dello smart working in un webinar INAIL . Ecco le conclusioni

Smart working: i rischi per la salute

I profili organizzativi e gli aspetti socio-sanitari dello smart working in un webinar INAIL . Ecco le conclusioni

L’Agenzia ammette il regime  impatriati nello smart-working con società estera

Risposta a interpello 596 del 16 settembre 2021: il rientro in patria del dipendente in smart working consente il regime impatriati anche per una azienda statuntense

Rimborsi per connessione internet dipendente in smart working

Smart working e rimborsi per le connessioni Internet, per il dipendente rientrano nel calcolo del reddito da lavoro: a dirlo l'Agenzia in una risposta a un interpello

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.