IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 22/09/2020

Riders: nuovo CCNL come lavoratori autonomi

Tempo di lettura: 3 minuti
fattorino consegna

Firmato un contratto per il lavoro dei ciclofattorini Assodelivery -UGL Riders che sconfessa la Cassazione Il ministero convoca le parti per chiarimenti sulla rappresentativita .

Commenta Stampa

E’ stato firmato il 15 settembre da Assodelivery ( l’organizzazione datoriale maggiormente rappresentativa del comparto a cui aderiscono Deliveroo, Glovo, Just Eat, Social Food e Uber Eats con  circa 500 addetti e almeno 30 mila riders)   e UGL Rider,   il primo CCNL per il lavoro dei riders ovvero i fattorini per la consegna a domicilio, la cui attività è organizzata attraverso piattaforme telematiche (gig economy) . E' il primo contratto di questo tipo in Europa , molti innovativo in quanto definito  "Contratto collettivo nazionale per la disciplina dell'attività di consegna di beni per conto altrui, svolta da lavoratori autonomi." All’art. 7 il rider è definito come «lavoratore autonomo che, sulla base di un contratto con una o più piattaforme, decide se fornire la propria opera di consegna dei beni, ordinati tramite applicazione».

Come noto su questa attività il dibattito è molto  acceso  in quanto  normativa , giurisprudenza ma anche gli stessi diverse organizzazioni sindacali  dei lavoratori hanno espresso  idee diverse sul tema dell’autonomia o della subordinazione  delle prestazioni .

Solo l’anno scorso è entrata in vigore la legge 128/2019(di conversione del dl 101 2019) che introduceva le prime misure per la tutela dei lavoratori della gig economy.

Vedi anche 

Il contratto prevede in sintesi:

  •  un compenso minimo garantito di 10 euro l’ora  
  • obbligo di fornitura di  dotazioni di sicurezza indumenti ad alta visibilità e casco, con sostituzione periodica, coperture assicurative, 
  • divieto di discriminazione e pari opportunità, 
  • tutela della privacy e diritti sindacali,
  • esclusi invece gli istituti tipici del lavoro subordinato  come i compensi per lavoro straordinario, mensilità aggiuntive, ferie, TFR.

Il costo orario della prestazione viene calcolato sulla base del tempo «stimato» per l'effettuazione delle consegne che, se inferiore a un'ora, sarà riparametrato di conseguenza in proporzione al tempo «stimato» per la consegna. Tale compenso non potrà comunque essere inferiore a 7 euro per i primi 4 mesi dall'avvio del servizio di consegna presso una nuova città. 

Sono previsti inoltre incrementi percentuali fino al 20%  per attivita notturna (dalle 24:00 alle 7:00),  nei giorni festivi (nei quali non sono ricomprese le domeniche) o nelle giornate  con  condizioni meteorologiche «sfavorevoli».

Dal punto di vista economico si introduce un   anche un premio una tantum pari a 600 euro ogni 2.000 consegne nell'anno solare (fino a un massimo di 1.500 euro).

In tema di  risoluzione del rapporto, è  garantita  al rider la facoltà di recedere unilateralmente dal contratto in qualsiasi momento con effetto immediato, mentre il committente è tenuto ad osservare  un preavviso di almeno 30 giorni (salvo nei casi di violazione del contratto per dolo o colpa grave da parte del lavoratore).

Riguardo la diatriba con la Cassazione si evidenzia che questo Contratto esclude quanto affermato dalla  sentenza 1663 del 24 gennaio 2020 che  aveva esteso ai rider le norme sul lavoro subordinato in  quanto avva considerato il lavoro come etero-organizzato.

Sulle posizioni della Cassazione leggi anche "Ciclofattorini per la Cassazione è lavoro subordinato".

Nel comunicato stampa congiunto di Assodelivery -UGL  (situazione molto singolare in cui associazione dei datori di lavoro e dei lavoratori sono quasi coincidenti) si  sottolinea che si tratta di " un cambiamento epocale perché per la prima volta un’organizzazione datoriale  riconosce i diritti sindacali ai lavoratori autonomi” nelle parole di Paolo Capone, Segretario Generale UGL: “È stato  un percorso lungo e pieno di sfide in cui il sindacato ha investito e che ci ha permesso di regolare, insieme ad  AssoDelivery, il lavoro dei rider nel comparto del food delivery. I rider italiani hanno finalmente maggiori  tutele attraverso il CCNL Rider appena firmato, un primo esempio di come regolare il lavoro che cambia".

Matteo Sarzana, Presidente di AssoDelivery ha affermato inoltre :  “Per la prima volta la  contrattazione collettiva raggiunge il mondo del lavoro autonomo introducendo compensi minimi, indennità  integrative, incentivi, sistemi premiali, dotazioni di sicurezza, assicurazioni, formazione e molti altri diritti,  mantenendo allo stesso tempo la flessibilità e la premialità che cercano i lavoratori del settore".

Anche se  CCNL è  stato elaborato nel solco del ‘decreto rider’, una normativa fortemente voluta dal Ministro del Lavoro, Nunzia  Catalfo, il ministero del Lavoro stesso  ha contestato alcuni punti  di questo accordo e ha convocato le parti sociali per un incontro il 24 settembre prossimo  per definire anche il problema della rappresentativita delle organizzazioni firmatarie . 

Ti puo interessare approfondire con l'ebook: Riders e lavoratori dell'economia digitale di P. Masciocchi

Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2020-12-31
Valutazione d'azienda e Affrancamento: Pacchetto
In PROMOZIONE a 119,90 € + IVA invece di 159,96 € + IVA fino al 2030-12-31
Affrancamento terreni 2020 (excel)
Scaricalo a 39,90 € + IVA
Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-11-10

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE