HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

CHIARIMENTI OPERATIVI DI ABI SUL FONDO DI GARANZIA PMI, POST LEGGE LIQUIDITÀ

2 minuti, Redazione , 22/06/2020

Chiarimenti operativi di ABI sul Fondo di garanzia PMI, post Legge Liquidità

ABI informa su cosa fare per i prestiti garantiti fino a 30.000 dopo le novità introdotte dalla conversione in legge del Decreto Liquidità

Con comunicato stampa del 17 giugno scorso l’ABI informa di aver inviato una nuova circolare di chiarimento alle banche con istruzioni operative in merito alle novità sul Fondo di garanzia PMI, introdotte dalla conversione in legge del Decreto Liquidità.

In particolare, ABI ha diffuso alle banche istruzioni operative in tema di applicazione dell’art. 13, riguardante i finanziamenti garantiti dal Fondo di garanzia PMI, così come modificato in sede di conversione in Legge del Decreto Legge 8 aprile 2020 n. 23, non appena la normativa è stata completata, con l’approvazione delle modifiche da parte della Commissione Europea.

Già Invitalia, gestore del Fondo, in data 17 giugno comunicava l’entrata in vigore a partire dal 19 giugno, delle suddette modifiche all’art 13 a seguito della approvazione da parte della Commissione Europea con comunicazione C (2020) 4125 del 16 giugno 2020.

Il comunicato stampa di ABI riserva particolare attenzione alle novità riguardanti i finanziamenti garantiti al 100% e in particolare la possibilità di allungarne la durata fino 10 anni e di aumentarne l’importo erogabile fino a 30.000 euro.

Per tali tipologie di prestito ABI riferisce quanto segue:

  • per i finanziamenti già ammessi all’intervento del Fondo, ma non ancora erogati dalla banca, a seguito dell’adeguamento alle nuove condizioni (cioè l’allungamento fino a 10 anni e/o l’aumento fino a 30.000 euro), deve essere inviata al Gestore del Fondo una semplice richiesta di conferma della garanzia già concessa;
  • per i finanziamenti già ammessi all’intervento del Fondo e già erogati dalla banca sono previsti due casi possibilità:
  1. se l’adeguamento alle nuove condizioni è effettuato tramite l’erogazione al soggetto beneficiario di un nuovo finanziamento con contestuale estinzione del precedente minor finanziamento garantito ovvero attraverso la sottoscrizione/stipula di un “addendum” al contratto del finanziamento garantito, nel caso del solo allungamento del prestito fino a 10 anni, deve essere inviata al Gestore del Fondo una richiesta di conferma della garanzia già concessa, senza necessità di chiedere una nuova garanzia;
  2. se l’adeguamento alle nuove condizioni sia effettuato tramite l’erogazione al soggetto beneficiario di un importo aggiuntivo fino al raggiungimento della nuova soglia dei 30.000 euro attraverso la stipula di un contratto di finanziamento distinto dal precedente e la predisposizione di un piano d’ammortamento separato, deve essere inviata al Gestore del Fondo una nuova richiesta di ammissione alla garanzia riferita al relativo nuovo contratto di finanziamento, utilizzando l’apposito modulo di autodichiarazione.

Per le modalità di richiesta dei finanziamenti tutte le istruzioni operative di richiesta dei finanziamenti nello speciale “Finanziamenti bancari per le PMI salgono da 25 a 30.000 euro e altre novità”

ABI nel comunicato stampa del 17 giugno, sottolinea infine che anche nei finanziamenti garantiti dal Fondo di garanzia PMI assume particolare importanza la nuova normativa introdotta con la conversione sull’autocertificazione, rilasciata dall'impresa richiedente il finanziamento, che prevede esplicitamente che la banca non è tenuta a svolgere accertamenti ulteriori rispetto alla verifica formale di quanto dichiarato, fermi restando gli obblighi previsti dalla normativa antiriciclaggio.

Allegati

Comunicato stampa ABI del 17 giugno
Comunicato INVITALI del 17 giugno

Tag: AGEVOLAZIONI COVID-19 AGEVOLAZIONI COVID-19 AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Paola Diarena - 22/06/2020

Perché lasciati fuori chi ha sofferenza anche passata?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 22/09/2021 Startup tessile e moda: da oggi 22 settembre possibile inviare le domande

Ecco le modalità per avere il contributo a fondo perduto per il settore tessile e moda, previsto dal Decreto Rilancio. Di seguito l'elenco dei codici ATECO cui spetta.

Startup tessile e moda: da oggi 22 settembre possibile inviare le domande

Ecco le modalità per avere il contributo a fondo perduto per il settore tessile e moda, previsto dal Decreto Rilancio. Di seguito l'elenco dei codici ATECO cui spetta.

Imprese: il 22 settembre via alle domande per agevolazioni per il Tessile

Fondo perduto e conto capitale, le date per presentare domanda di agevolazione per vari settori: 22 settembre Tessile e moda, il 28 settembre Brevetti+, il 12 ottobre Disegni+

Contratto di sviluppo: da oggi 20.9 ripartono gli incentivi

Riaperti con decreto del 17.9.2021 i termini di richiesta delle agevolazioni MISE Contratto di sviluppo, rifinanziate dal Decreto agosto 2020. Vediamo di cosa si tratta

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.