IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 18/06/2020

TFR/TFS anticipato dalle banche: come funzionerà

Tempo di lettura: 2 minuti
età pensione commercialista

Pubblicato il regolamento per l'anticipo del TFR TFS dipendenti pubblici attraverso il prestito bancario. Per l'attuazione si attende l'INPS e l'accordo quadro con ABI

Commenta Stampa

Dopo mesi di attesa è stato pubblicato  in Gazzetta Ufficiale il decreto del Presidente del consiglio dei ministri  con il regolamento  per  l'anticipo del Tfr/Tfr dei dipendenti pubblici attraverso il prestito bancario,  previsto dal decreto 4/2019 che ha istituito Quota 100. 

La norma per i dipendenti pubblici prevede infatti che il trattamento di fine servizio o rapporto venga versato dopo  24 mesi  dal momento del pensionamento,  ridotti a 12 se la cessazione dal servizio è dovuta al raggiungimento dei limiti di età o di  servizio o al collocamento a riposo d'ufficio.

A fronte del pensionamento con quota 100  il differimento del versamento va calcolato  dalla data del pensionamento di vecchiaia , che puo avvenire molti anni dopo, in quanto quota 100 consente l'anticipo fino a 4 anni prima dell'età pensionabile ordinaria .  Per questo potrebbe  capitare di dover attendere il  Tfs anche sei anni dall'uscita dal lavoro .

Per ovviare a questo il decreto legge 4/2019  ha introdotto la possibilità  ricevere il Tfr/Tfs (fino a 45mila euro di importo) già al momento del pensionamento, attraverso un prestito bancario agevolato alle condizioni che saranno definite in un accordo quadro sta stipulare a breve  tra ABI e i  tre ministeri competenti (Funzione pubblica, Lavoro e Mef).   Il tasso di interesse previsto , dovrebbe collocarsi intorno all'1,5% , eventualmente anche diversificato a seconda della durata del piano di ammortamento.

Il  Dpcm entra il vigore il 30 giugno e prevede l'erogazione dei prestiti con i seguenti step:

  1. domanda di certificazione del diritto all'anticipo da parte del lavoratore all'Inps o all'eventuale aministrazione pubblica  che eroga direttamente il trattamento.
  2. INPS e amministrazioni pubbliche devono rispondere entro   90 giorni di tempo comunicando l'importo del TFS. 
  3. richiesta di finanziamento alla banca o all'intermediario che aderisce all'accordo quadro
  4.  verifica da parte dell'ente erogatore delle condizioni necessarie e del blocco del Tfr/Tfs
  5. versamento nel conto corrente del richiedente  entro 15 giorni dall'esito della verifica 

L'anticipo potrebbe non essere erogato per i seguenti motivi:

  • se in base alle verifiche l'importo cedibile è diverso da quello richiesto  si può presentare una nuova domanda
  •  se il lavoratore compare nei registri dei cattivi pagatori
  •  se il Tfr/Tfs, anche parzialmente, spetta al coniuge separato o divorziato.

Il prestito  erogato potrà essere restituito in anticipo, anche parzialmente, rispetto alla scadenza del contratto , ma tale risoluzione anticipata avrà  un costo.

Sarà necessario  presentare una domanda alla banca che è tenuta a indicare  entro quindici giorni  l'importo, comprensivo di interessi e maggiorato di un indennizzo per l'istituto di credito che sarà definito dall'Accordo quadro .

Va ricordato che possono fruire di questa agevolazione  i lavoratori che siano andati in pensione prima del 29 gennaio 2019, data di entrata in vigore del DL 4/2019.

La prossima circolare di istruzioni Inps  dovrebbe chiarire se sono compresi coloro che raggiungono i predetti requisiti in virtu' del cumulo dei periodi assicurativi previsto dalla legge 232/2016 e se, come probabile resta escluso chi va in pensione con altri canali (es. opzione donna, salvaguardie pensionistiche, usuranti).

Fonte: Il Sole 24 Ore


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31
Analisi di Bilancio - Pacchetto completo (pdf + excel)
In PROMOZIONE a 91,70 € + IVA invece di 130,75 € + IVA fino al 2060-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE