Rassegna stampa Pubblicato il 24/01/2020

Cuneo fiscale: decreto in arrivo

Tempo di lettura: 2 minuti
controlli

Esaminato in CDM il decreto sul taglio IRPEF per il lavoro dipendente; Risparmi in busta paga da 16 a 100 euro, per i redditi fino a 40mila euro.

Il Governo ha  esaminato ieri sera in Consiglio dei Ministri il decreto per il taglio del cuneo fiscale sul lavoro dipendente per il quale la legge di bilancio ha stanziato 8 miliardi per ilbiennio 2020-21. Non è stata resta nota la bozza  quindi non ci sono dettagli ulteriori rispetto a quanto presentato in conferenza stampa dopo la presentazione della proposta alle  organizzazioni sindacali .

Sembra che in questo DL trovi posto solo  l’applicazione dell’intervento per il 2020 con un costo di 2,947 miliardi per quest’anno e di 596,3 milioni per il trascinamento nel 2021 degli oneri (in primis i conguagli dell’anno successivo). Probabilmente per il 2021 si interverrà nuovamente aumentando anche le risorse (da 5 a 6 miliardi)

Il ministero dell’Economia prevede per il periodo che va dal 1° luglio al 31 dicembre di quest’anno un’integrazione al reddito pari a 600 euro, per i redditi di lavoro dipendente e assimilati a partire da 8.200 euro fino a 28mila euro. Viene poi introdotta una nuova detrazione che interessa i redditi da oltre 28mila euro  con un taglio che parte da  600 euro e che va progressivamente riducendosi con il crescere del reddito, fino ad azzerarsi a quota 40mila euro.

Sono previsti  due sistemi  di applicazione:

  • bonus economico per i redditi fino a 26,600 euro ( bonus Renzi incrementato a 100 euro mensili ) e
  • detrazioni fiscali per i redditi da 26.600 a 39.999 euro (progressivamente calanti, per il principio di progressività delle imposte)

La platea  complessiva preventivata dal ministro Gualtieri è di circa 16 milioni di lavoratori.
Il dettaglio nella tabella che segue:

FASCIA DI REDDITO LORDO

RISPARMIO PREVISTO

LAVORATORI INTERESSATI

Meccanismo di applicazione

Fino a 8200 euro

?

?

NO TAX AREA

Da 8200 a  26600 euro

100 euro mensili

11,7 milioni

BONUS

Tra 26.600 e 35 mila euro 

Da 100 a 80 euro mensili

3,4 milioni 

Detrazione d’imposta

35mila a 39900  euro:

da 64 a 16 euro  mensili
(pari a 0 con 40mila euro di reddito)

Circa 950 mila

Detrazione d’imposta

Da ricordare che per il 2020 il beneficio fiscale non partirà prima di  luglio, quindi per soli 6 mesi, mentre per il 2021 varrà per tutti e 12 i mesi.

I sindacati CGIL CISL e UIL  hanno espresso una certa soddisfazione  e si sono detti fiduciosi che questo sia  solo l'inizio di una revisione  complessiva delle aliquote IRPEF , come dichiarato del resto dal Presidente del Consiglio Conte e dal Ministro Gualtieri. E' stato annunciato  infatti su questa materia un disegno di legge-delega entro aprile 2020.

La segretaria della CISL Anna Maria Furlan  ha messo in evidenza però che restano esclusi  i lavoratori della no-tax area ( fino a 8000 euro) i cosiddetti "incapienti" ,  e ha chiesto ulteriori misure in ambito fiscale o sociale a loro favore, ricordando che si tratta spesso di giovani con lavori precari. 

La ministra del Lavoro Catalfo ha comunque rassicurato che su  questo punto sia il suo dicastero che l'intero Governo stanno lavorando per una soluzione . In parte questi cittadini (con ISEE familiare fino a 7500 euro circa)  sono già teoricamente  destinatari  del Reddito di Cittadinanza  quindi un ulteriore agevolazione comporta anche una ridiscussione  complessiva delle misure sociali .

Per tutte le novità della Legge di Bilancio 2020 ti consigliamo due e-book:

Legge di Bilancio 2020 - e-book 67 pagine

Decreto Fiscale 2020 - Collegato Legge di Bilancio - e-book 80 pag.+normativa

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti consigliati per te

 
4,90 € + IVA
67,51 € + IVA
46,47 € + IVA

Commenti

Quando parlate di reddito si intende il RAL del dipendente o il costo lordo aziendale?

Commento di Andrea Mocco (11:10 del 03/01/2020)

Che straordinaria notizia, ovviamente non viene valutato chi ha un redditto ad esempio di circa 22.000 totali familiari e oltre a carichi familiari e lav.dipendente, ha detrazioni per spese sanitarie, detrazioni per un mutuo(che vuol dire non aver liquidità per comprare una prima casa per intenderci)detrazioni per la ristrutturazione della sopradetta prima casa finanziate sempre col mutuo, detrazioni per eventuali operazioni di condominio(ad esempio lo straordinario bonus facciate..nel mio caso interventi per circa 400.000 euro da spalmare su 25 condomini ad esempio quindi teoricamente almeno 3000 euro di detrazioni che però guarda caso cancellano nel caso di trasformazione del bonus Renzi in detrazione la mia irpef e quindi - 80 euro non +40)o altri interventi al 50% condominiali, ecc...nooo non si crea disparità nei redditi da 15000 euro in poi...alla fine in generale la maggior parte dei fruitori degli 80 euro perderà qualcosa e stop, quasi tutti hanno mutui o spese sanitarie, scuola, sport dei figli,animali asili nido, ecc e/o hanno ristrutturato casa o lo vorranno fare nel futuro e ora vedono scomparire gli 80 euro....almeno in parte se non tutti

Commento di gabriele (12:55 del 03/01/2020)

Andrea rispondi a Gabriele che ha centrata il problema Renzi con gli 80 euro ha guadagnato voti senza pensare a quanto dice Gabriele cosa interessa a lui che certamente non ha bisogno di alcuna agevolazione

Risposta di Giuseppe (08:26 del 23/01/2020) al commento di gabriele

Quindi se in una famiglia senza figli lavorano sia marito che moglie ed hanno un reddito lordo ciascuno di 34.000,00 euro hanno entrambi il taglio delle tasse, mentre in una famiglia magari con 2 figli a carico dove lavora solo una persona con un reddito di 41.000,00 euro non ha diritto alla diminuzione delle tasse? Mi sembra una cavolata…..

Commento di Giorgio (10:30 del 13/01/2020)

il reddito tra cognugi si somma quindi neanche nel primo caso da lei citato ci sarebbe la diminuzione delle tasse . Saluti

Risposta di juri (11:37 del 24/01/2020) al commento di Giorgio

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)